L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 6

< Precedente
Pagina 1 di 1
Successiva >

> 3 Gennaio 1783, Venerdì
premières nel Teatro (Grimani) San Benedetto di Venezia di ""Piramo e Tisbe"", dramma per musica in 3 atti e 32 scene di Francesco Bianchi, libretto di Gaetano Sertor, dirige Giuseppe Antonio Capuzzi (1° violino, scenografia di Antonio Mauro {soprani Brigida Giorgi Banti (Tisbe) e Teresa Dall'Acqua (Zulima), sopranista Giovanni Spagnuoli (Belesi), contraltista Giovanni Maria Rubinelli (Piramo), tenore Domenico Mombelli (Zoroa), basso Andrea Restrelli (Zopiro)}; di ""Alonso e Cora"", ballo di Giuseppe Antonio Capuzzi, soggetto (da Jean-Fraçois Marmontel), direzione e coreografia del compositore e di ""Il marito ravveduto"", ballo di Domenico Ricciardi, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Caterina Gottiè Cipriani, Teresa Benini, Dolfina Gabutti, Angela Rasmi, Geltrude Serafini, Angela Nattinelli, Giuditta Leccale, Caterina Remi, Teresa Mattioli, Anna Costai, Geltrude Serandrei, Caterina Saifogher e Teresa Capra, ballerini Francesco Cipriani, Alberto Gavosi, Domenico Trento, Fedele Bararozzi, Carlo Cilanni, Carlo Viganò, Filippo Porcelli, Stefano Longhi, Giovanni Marten, Vincenzo Ghetti, Andrea Basili, Girolamo Costa e Giovanni Capra}
> 7 Febbraio 1786, Martedì
premières nel Teatro (Grimani) San Benedetto di Venezia di "Alonso e Cora", dramma per musica (opera seria) in 3 atti e 24 scene di Francesco Bianchi, libretto di Giuseppe Maria Foppa (da Ferdinando Moretti: "L'Idalide o sia La vergine del sole"), dirige Giuseppe Antonio Capuzzi (1° violino), scenografia di Antonio Mauro {soprani Anna Andreozzi-De Santis (Cora) e Teresa Benvenuti (Amazili), sopranisti Domenico Bedini (Alonso) e Domenico Masi (Zamoro), tenori Vincenzo Maffoli (Ataliba) e Giuseppe Desirò (Berinto)}; di "Gli amori di Clodio e Pompea", ballo eroico pantomimo in 5 atti di Vittorio Trento, soggetto e coreografia di Antonio Muzzarelli {ballerine Antonia Vulcani-Muzzarelli (Pompea), Colomba Torselli (Aurelia), Teresa Bandettini (Ebra) e Luigia Bardini (Gran vestale), ballerini Carlo Augusto Favier (Cesare), Antonio Muzzarelli (Clodio), Luigi Lenna (Quinto Pompeo Rufo) e Giacomo Osteci (sacerdote)} e di "Le amazzoni moderne", ballo comico pantomimo in 1 scena di Antonio Muzzarelli, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Margherita Bei, Francesca Ricci, Geltrude Serandrei, Caterina Saifogher, Teresa Capra, Francesca Toldi, Angela Campilli, Rosa Rossi, Francesca Menozzi, Giovanna, Giuditta & Samaritana Serafini, ballerini Giovanni Marten, Giovanni Banchetti, Giovanni Capra, Filippo Porcelli, Gaspare Stellati, Paolo Tosoni, Pietro Nolli, Vincenzo Ghetti, Luigi Minoza, Alessandro Rossi, Ferdinando Conti e Antonio Secherato}
> 30 Marzo 1796, Mercoledì
première nel Kärntnertor Theater di Vienna di "Alonso e Cora", ballo eroico-tragico pantomimo di Joseph Weigl, soggetto e coreografia di Giuseppe Traffieri (da Jean-François Marmontel: "Les Incas ou La destruction de l'empire du Pérou"), dirige il compositore
> 26 Dicembre 1803, Lunedì
premières nel Teatro alla Scala di Milano di "Alonso e Cora", dramma per musica in 2 atti di Johann Simon (Giovanni Simone) Mayr, libretto di Giuseppe Bernardoni (da Jean-François Marmontel: "Les Incas ou La destruction de l'empire du Pérou"), dirige Alessandro Rolla (1°violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Gaetano Terraneo, scenografia di Pasquale Canna e Paolo Landriani {soprani Camilla Balsami/Rosa Moro (Cora) e Rosa Costa (Idalide), sopranista Girolamo Crescentini (Alonso), tenori Adamo Bianchi (Ataliba), Gaetano Granata (Telasco) e Gaetano Bianchi (Palmoro), basso Giuseppe Lipparini/Vincenzo Zardi (Gran sacerdote)}; di "Gustavo re di Svezia", balletto di Antonio Capuzzi e di "L'equivoco", balletto di Giovanni Monticini, soggetti e coreografie di Giovanni Monticini
> 12 Agosto 1809, Sabato
prima rappresentazione (per la Fiera) nel Teatro Riccardi di Bergamo di "Alonso e Cora", dramma per musica in 2 atti di Johann Simon (Giovanni Simone) Mayr, libretto di Giuseppe Bernardoni (da Jean-François Marmontel: "Les Incas ou La destruction de l'empire du Pérou"), dirige Giuseppe Antonio Capuzzi (1° violino), maestro al cembalo Costantino Roscio, maestro del coro Francesco Bulgarelli, scenografia di Antonio Lorenzoni {soprani Margherita Chabrand-Albani (Cora), Carolina Nagher (Idalide) e "en travesti" Margherita Perrelli (Telasco), sopranista Giovanni Francesco Fasciotti (Alonso), tenore Tomaso Berti (Ataliba), bassi Giovanni Bendassi (Palmoro) e Gaetano Perrelli (Gran sacerdote)} e première di "Rodoguna ossia La rea punita da sè stessa", ballo di Stefano Claudio Labassé, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Lombardi (1° violino) {ballerine Giustina Quatrini, Giuseppina & Maria Perrelli e Anna Maria Ceruti, ballerini Stefano Claudio Labassé, Michele Belloni, Gaetano Magni e Carlo Bordoni}
> 27 Marzo 1815, Lunedì
prima rappresentazione nel Real Teatro San Carlo di Napoli di "Cora" (rifacimento di "Alonso e Cora"), opera seria in 3 atti di Johann Simon (Giovanni Simone) Mayr, libretto di Francesco Berio di Salsa (da Giuseppe Bernardoni e da Jean-François Marmontel: "Les Incas ou La destruction de l'empire du Pérou"), dirige Nicola Festa, scenografia di Antonio Nicolini {soprani Isabella Angela Colbran (Cora), De Bernardis (Zoroe) e (Idalide), tenori Giuseppe Siboni (Alonzo), Andrea Nozzari (Ataliba) e Manuel García (Rolla), basso Michele Benedetti (Gran sacerdote)}