L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 204

< Precedente
Pagina 1 di 9
Successiva >

> 24 Giugno 1813, Giovedì
première nel Teatro (Venier) San Benedetto di Venezia di "La donna selvaggia" ("La selvaggia"), dramma eroicomico (semiserio) in 2 atti e 30 scene di Carlo Coccia, libretto di Giuseppe Maria Foppa e Giovanni Federico Schmidt (da Jules: "Mathilde ou L'amour conjugal"), coreografia di Giovanni Monticini, scenografia di Giovanni Piccuti {contralto Maria "Marietta" Marcolini (Matilde), mezzosoprano Lutgard Annibaldi (Irene), tenori Serafino Gentili/Raffaele Monelli (Gustavo) e Giovanni Bertacchi (Gilberto), baritono Giuseppe Barberi (duca Fermondo), bassi Filippo Galli/Domenico Vaccani (duca Ildebrando), Giuseppe Spirito (Adolfo) e Paolo Rosich (Orantèo), ballerine Teresa Monticini e Giuseppa Cortesi, ballerini Antonio Monticini e Antonio Cortesi}
> 23 Febbraio 1823, Domenica
première nel Real Theatro de São Carlos di Lisbona di "Santa Genoveva", balletto in 1 atto di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore, dirige José António Gomes Pinzetti
> 28 Aprile 1823, Lunedì
ripresa nel Real Theatro de São Carlos di Lisbona di "Ginevra di Scozia" ("Ariodante", "Ginevra e Ariodante"), dramma eroico-serio per musica in 2 atti, 32 scene e 21 numeri di Johann Simon (Giovanni Simone) Mayr, libretto di Gaetano Rossi (da Ludovico Ariosto: "Orlando furioso", da Giovanni Pindemonte e da Antonio Salvi: "Ginevra, principessa di Scozia") {soprani Adelaide Varese-Pedrotti (Ginevra), "en travesti" Ercolina Bressa (Ariodante) e Giuseppa Secchioni (Dalinda), mezzosoprano "en travesti" Teresa Zappucci (Lurcanio), tenori Giuseppe Lombardi (Polinesso) e Francesco Destri (Vafrino), bassi Paolo Lembi (re di Scozia) e Gaspare Martinelli (gran Solitario)} e première di "O mouro de Venezia", balletto in 1 atto di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore {ballerina Marietta Raccoli}, dirige José António Gomes Pinzetti
> 22 Agosto 1823, Venerdì
prima rappresentazione nel Real Theatro de São Carlos di Lisbona di "La gioventù di Enrico V" ("Le avventure di una notte ossia La bella tavernara", "La bella tavernara ossia Le avventure di una notte"), dramma giocoso in 2 atti di Giovanni Pacini, libretto di Filippo Tarducci e Jacopo Ferretti (da William Shakespeare: "Henri V") {soprani Adelaide Varese-Pedrotti (Bettina) e "en travesti" Giuseppa Secchioni (Eduardo), tenore Giuseppe Lombardi (principe Enrico), bassi Paolo Lembi (Rocester), (Milord Clark) e (cap.Coop)} e première di "Furores de Oreste", balletto in 1 atto di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore {ballerina Giustina Quartini}, dirige José António Gomes Pinzetti
> 26 Dicembre 1825, Lunedì
premières nel Teatro Regio di Torino di "Il castello del diavolo ossia La fiera", ballo di Antonio Cortesi {ballerine Tommasina Rabbajati, Orsola Lang e Vincenza Migliavacca, ballerini Carlo Blasis, Antonio Billocci, Augusto Bellone e Domenico Mattis} e "Oreste", ballo eroico-tragico in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi {ballerine Giuseppa Cortesi-Angiolini (Clitemnestra) e Ester Ravina (Elettra), ballerini Pietro Trigambi (Egisto), Antonio Cortesi (Oreste), Antonio Bedotti (Pilade) e Carlino Paccot (Arcandio)} e prima rappresentazione di "Otello ossia Il moro di Venezia", dramma tragico per musica (1° versione) in 3 atti di Gioachino Rossini, libretto di Francesco Maria Berio di Salsa (da William Shakespeare: "Othello, the Moor of Venice"), maestro al cembalo Bernardino Ottani {soprani Henriette Méric-Lalande (Desdemona) e Annetta Cardani/Giuseppina Conti (Emilia), tenori Luigi Mari (Otello), Giuseppe Fusconi (Rodrigo), Giovanni Maria De Capitani (Jago) e Lorenzo Lombardi (doge), basso Luciano Bianchi (Elmiro)}, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 20 Gennaio 1826, Venerdì
premières nel Teatro Regio di Torino di ""Bianca di Messina"", dramma per musica in 2 atti di Nicola Vaccai, libretto del conte Lodovico Piossasco Feys, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani {soprano Henriette Méric-Lalande (Bianca) e Annetta Cardani (Elisa/Onoria), tenori Lorenzo Bianchi (Viscardo), Giuseppe Fusconi (Filippo), Giovanni Maria De Capitani (Carlo), Lorenzo Lombardi (Ruggero) e Luigi Mari (Fernando)}: di ""I pazzi per progetto"", ballo di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Ester Bellini, Enrichetta Bellini e Marianna Romanelli, ballerini Carlo Blasis, Antonio Alleva, Francesco Henri e Antonio Milani} e di ""Chiara di Rosemberg"", ballo eroico in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi {ballerine Teresa Olivieri-Maglietta (Chiara), Anita Grassi (Eufemia), Elide Bellini (Giulio) e Costanza Billocci (Marcella), ballerini Carlo Blasis (conte Rosemberg), Domenico Toncini (Montalbano), Giovanni Baranzoni (Valmore) e Pietro Mousset (Eugenio)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 26 Dicembre 1826, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Il crociato in Egitto" ("Le Croisé en Égypte"), melodramma eroico (3° versione) in 2 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Gaetano Rossi, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani {soprano Teresa Melas/Caterina Monticelli-Carelli (Palmide), contralti "en travesti" Carolina Bassi-Manna "la Napoletana" (Armando-Emireno), Clorinda Talamo (Alma) e Clementina Dumas (Felicia), tenore Luigi Mari/Raffaele Carcano (Adriano), bassi Michele Cavara (Aladino) e Giuseppe Brunelli (Osmino), mima (Mirva)} e première di "Aladino", balletto di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Clementina Termanini, Marietta Bellone, Anna Pallerini e Cristina Chouchoux, ballerini Carlo Clarainçon, Gerolamo Pallerini, Pietro Mousset, Augusto Bellone, Teodoro Scevrin e Domenico Ronzani}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 17 Gennaio 1827, Mercoledì
première (per il compleanno della regina Maria Cristina) nel Teatro Regio di Torino di ""Il cespuglio delle rose"", azione teatrale mista d'intermedi di danze di Saverio Mercadante, libretto del conte Lodovico Piossasco Feys, coreografia di Antonio Cortesi e ventesima rappresentazione di ""Il crociato in Egitto"" (""Le Croisé en Égypte""), melodramma eroico (3° versione) in 2 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Gaetano Rossi, maestro al cembalo Bernardino Ottani {soprano Teresa Melas/Caterina Monticelli-Carelli (Palmide), contralti ""en travesti"" Carolina Bassi-Manna ""la Napoletana"" (Armando-Emireno), Clorinda Talamo (Alma) e Clementina Dumas (Felicia), tenore Luigi Mari/Raffaele Carcano (Adriano), bassi Michele Cavara (Aladino) e Giuseppe Brunelli (Osmino), mima (Mirva)}, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 2 Febbraio 1827, Venerdì
premières nel Teatro Regio di Torino di "Ezio", dramma per musica in 2 atti di Saverio Mercadante, libretto del conte Lodovico Piossasco Feys (da Pietro Metastasio), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani, regia di Lorenzo Villata, scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprano Teresa Melas/Caterina Monticelli-Carelli (Fulvia), contralti "en travesti" Carolina Bassi-Manna "la Napoletana" (Ezio) e Caterina Pereno-Zani/Clorinda Talamo (Onoria), tenore Luigi Mari (Valentiniano III), bassi Michele Cavara (Massimo) e Giuseppe Brunelli (Varo)}; di "William Wallace", balletto di Antonio Cortesi {ballerine Virginia Leon, Luigia Talamo, Augusta Peghin, Marietta Pompei, Lucia Bianconcini e Paolina Conti, ballerini Filippo Termanini, Augusto Rugali, Enrico Mattieu, Angelo Lazzareschi e Antonio Bedotti}, balletto di Antonio Cortesi e di ""Don Chisciotte ossia Le nozze di Gamascio"", balletto di Antonio Cortesi {ballerine Elide Bellini, Ester Bellini e Enrichetta Bellini, ballerini Giovanni Francolini e Carlino Paccot}, soggetti e coreografia del compositore
> 20 Marzo 1827, Martedì
première nel Teatro Regio di Torino di "Ines de Castro", ballo storico pantomimico in 5 atti di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri (Donna Bianca), Antonia Torelli (Elvira) e mima Antonia Pallerini (Ines), ballerini Luigi Maglietta (Alfonso IV) e mimo Nicola Molinari (Don Pedro)} e replica di "Il crociato in Egitto" ("Le Croisé en Égypte"), melodramma eroico (3° versione) in 2 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Gaetano Rossi, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani {soprano Teresa Melas/Caterina Monticelli-Carelli (Palmide), contralti "en travesti" Carolina Bassi (Armando-Emireno), Clorinda Talamo (Alma) e Clementina Dumas (Felicia), tenore Luigi Mari/Raffaele Carcano (Adriano), bassi Michele Cavara (Aladino) e Giuseppe Brunelli (Osmino), mima (Mirva)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 16 Agosto 1827, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "L'ultimo giorno di Pompei" ("L'ultimo giorno a Pompei"), dramma per musica (melodramma, opera seria) in 2 atti, 15 scene e 12 numeri di Giovanni Pacini, libretto di Andrea Leone Tottola, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro del coro Antonio Bruschetti, coreografia di Antonio Cortesi e Salvatore Taglioni, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprani Henriette Méric-Lalande (Ottavia), "en travesti" Maria Sacchi (Menenio) e "en travesti" Teresa Ruggeri-Visanetti (Clodio), tenori Giovanni Battista Rubini (Appio Diomede), (Publio) e Lorenzo Lombardi (Fausto), bassi Antonio Tamburini (Sallustio) e Pietro Ansiglioni (Gran sacerdote), ballerine Celeste Viganò, Giovanna Ramacini, Elisabetta Vacque-Moulin e Maria Conti, ballerini Enrico Mathieu, Antonio Ramacini, Angelo Trabattoni, Pietro Trigambi e Antonio Aleva}
> 26 Dicembre 1827, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Semiramide", melodramma tragico in 2 atti e 24 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Tragédie de Sémiramis"), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprano Violante Camporesi/Carlotta Vincenti (Semiramide) e Giuseppina Mariani (Azema), contralto "en travesti" Rosa Mariani (Arsace), tenori Giuseppe Binaghi (Idreno), Antonio Crippa (ombra di Nino) e Raffaele Carcano (Mitrane), bassi Giovanni Bottari jr. (Assur) e Luciano Mariani (Oroe)} e premières di "L'orso e il pascià", balletto e "Antonio Foscarini", ballo storico in 5 atti di Antonio Cortesi, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Cristina Chouchoux (Elisa), Giuseppa Cortesi-Angiolini (Teresa) e Tommasina Rabbujati (Matilde), ballerini Antonio Bedotti (Antonio), Giuseppe Bocci (Alvise), Giuseppe Turchi (Loredano), Domenico Ronzani (Contarini), Antonio Gullia (Badoero), Carlino Paccò (Beltramo), Michele D'Amore (messo) e Augusto Bellone (ministro)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 26 Gennaio 1828, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di ""Donna Caritea regina di Spagna"" (""Caritea, regina di Spagna ossia La morte di Don Alfonso re di Portogallo"", ""Donna Caritea""), dramma tragico (melodramma serio) in 2 atti di Saverio Mercadante, libretto di Paolo Pola, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprano Violante Camporesi/Carlotta Vincenti/Giuseppina Mariani (Caritea), contralto ""en travesti"" Rosa Mariani/Marietta Bergamaschi-De Antonioli (Don Diego), tenori Giuseppe Binaghi/Raffaele Carcano (Don Alfonso) e Antonio Crippa (Corrado), baritono Giovanni Bottari jr. (Don Rodrigo), basso Luciano Mariani (Don Fernando)} e premières di ""Monsieur Jacquinet"", balletto di Antonio Cortesi e di ""Adelaisa in Italia"", azione mimica per ballo in 5 atti di Antonio Cortesi, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Cristina Chouchoux (Emilia), Giuseppa Cortesi-Angiolini (Adelaisa) e Tommasina Rabbujati (Lucilla), ballerini Antonio Bedotti (Armando), Giuseppe Bocci (Ottone), Giuseppe Turchi (Clodio), Domenico Ronzani (Rambaldo) e Antonio Cortesi (Alerame)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 27 Dicembre 1828, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Gli arabi nelle Gallie o sia Il trionfo della fede", melodramma serio (dramma per musica) in 2 atti di Giovanni Pacini, libretto di Luigi Romanelli (da Charles Victor Prévost d'Arlincourt: "Le renégat"), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprano Violante Camporesi (Ezilda), contralti "en travesti" Brigida Lorenzani-Nerici (Leodato) e Marietta Sacchi (Zarele), tenori Lorenzo Bonfigli/Carlo Crosa (Agobar), Pietro Mantegazza (Aloar) e Pietro Novelli (Mohamud), basso Vincenzo Galli (Gondair)} e premières di "Otto giorni di matrimonio ossia La luna di miele", balletto e "Merope", ballo eroico in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetti e coreografie di Antonio Cortesi {ballerina Cristina Chouchoux (Merope), ballerini Antonio Cortesi (Egisto), Giuseppe Turchi (Narbas), Domenico Ronzani (Polifonte), Michele D'Amore (Adrasto) e Gioachino Coppini (Euriso)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 30 Gennaio 1829, Venerdì
ripresa nel Teatro Regio di Torino di ""Didone abbandonata"", dramma per musica in 2 atti di Saverio Mercadante, libretto (modificato) di Pietro Metastasio, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprani Violante Camporesi (Didone) e Marietta Sacchi (Selene), contralto ""en travesti"" Brigida Lorenzani-Nerici (Enea), tenori Lorenzo Bonfigli (Iarba) e Pietro Mantegazza (Araspe), basso Giovanni Cavaceppi (Osmida)} e premières di ""Il pranzo alla fiera ossia Don Desiderio direttore di pique-nique"", balletto e di ""I crociati a Damasco"", ballo eroico in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetti e coreografie di Antonio Cortesi {ballerine Giuseppa Cortesi-Angiolini (Alinda) e Cristina Chouchoux (Guinechilde), ballerini Domenico Ronzani (Noradino), Alessandro Bustini (Luigi VII) e Antonio Cortesi (Terigi)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 16 Maggio 1829, Sabato
premières (insuccesso) per l'inaugurazione del Nuovo Ducale Teatro di Parma (1.800 posti, arch.Bottoli) di "Zaira", tragedia lirica (opera seria) in 2 atti e 6 scene di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Voltaire: "Zaïre"), dirige Ferdinando Melchiorri "Gesuit" (1° violino), concertatore al cembalo Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi, scenografia di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio {soprani Henriette Méric-Lalande (Zaira) e Marietta Sacchi (Fatima), mezzosoprano "en travesti" Teresa Cecconi (Nerestano), tenori Carlo Trezzini (Corasmino) e Francesco Antonio Biscottini (Castiglione), baritono Jean-François "Giovanni" Inchindi/Mario Rinaudo (Lusignano), bassi Luigi Lablache (Orosmane) e Pietro Ansiglioni (Meledor)} e di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)} (alla presenza dei duchi di Modena Francesco IV e Beatrice Vittoria di Sardegna)
> 20 Maggio 1829, Mercoledì
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Mosè" ("Mosè e Faraone o Il passaggio del Mar Rosso", "Moïse et Pharaon ou Le passage de la Mer Rouge", rifacimento di "Mosè in Egitto"), melodramma sacro in 4 atti di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Balocchi e Victor-Joseph-Étienne de Jouy (da Andrea Leone Tottola), traduzione italiana di Calisto [Callisto] Bassi, dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Filotea Reina (Anaide) e Marietta Sacchi (Sinaide), mezzosoprano Onoria Amandante (Maria), tenori Giovanni Storti (Elisero/Eliazar), Domenico Reina (Amenofi) e Francesco Antonio Biscottini (Aufide), baritono Jean-François "Giovanni" Inchindi (Mosè), bassi Celestino Salvadori (Faraone) e Pietro Ansiglioni (Osiride/voce misteriosa-interna)} e replica di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 30 Maggio 1829, Sabato
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Semiramide", melodramma tragico in 2 atti e 24 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Tragédie de Sémiramis"), dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Henriette Méric-Lalande (Semiramide) e Marietta Sacchi (Azema), contralto "en travesti" Teresa Cecconi (Arsace), tenori Carlo Trezzini (Idreno) e Francesco Antonio Biscottini (Mitrane), bassi Luigi Lablache (Assur) e Pietro Ansiglioni (Oroe/ombra di Nino)} e replica di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 13 Giugno 1829, Sabato
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Il barbiere di Siviglia", dramma giocoso (dramma comico, melodramma buffo) in 2 atti, 4 quadri e 19 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Cesare Sterbini (da Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais: "Le barbier de Séville ou La précaution inutile" e da Giuseppe Petrosellini), dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Marietta Sacchi (Berta) e lirico coloratura Henriette Méric-Lalande (Rosina), tenore lirico Domenico Reina (Almaviva), bassi lirico Luigi Lablache/Giovanni Inchindi (Figaro), buffo Girolamo Cavalli (Don Bartolo), serio profondo Pietro Ansiglioni (Don Basilio) e (Fiorello/uffiziale/Ambrogio)} e replica di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 17 Giugno 1829, Mercoledì
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Ines di Castro", ballo storico pantomimico in 5 atti di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri e Antonia Torelli, mima Antonia Pallerini (Ines), ballerino Luigi Maglietta, mimo Nicola Molinari (Don Pedro)} e replica di "Mosè" ("Mosè e Faraone o Il passaggio del Mar Rosso", "Moïse et Pharaon ou Le passage de la Mer Rouge", rifacimento di "Mosè in Egitto"), melodramma sacro in 4 atti di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Balocchi e Victor-Joseph-Étienne de Jouy (da Andrea Leone Tottola), traduzione italiana di Calisto [Callisto] Bassi, dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Filotea Reina (Anaide) e Marietta Sacchi (Sinaide), mezzosoprano Onoria Amandante (Maria), tenori Giovanni Storti (Elisero/Eliazar), Domenico Reina (Amenofi) e Francesco Antonio Biscottini (Aufide), baritono Jean-François "Giovanni" Inchindi (Mosè), bassi Celestino Salvadori (Faraone) e Pietro Ansiglioni (Osiride/voce misteriosa-interna)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 27 Giugno 1829, Sabato
première (per l'apertura) nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Colombo", melodramma serio in 2 atti di Luigi Ricci, libretto di Felice Romani (da René-Charles-Guilbert de Pixerécourt: "Christophe Colombe ou La découverte du Nouveau Monde"), dirige Ferdinando Melchiorri "Gesuit" (1° violino), maestro al cembalo e concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprano Henriette Méric-Lalande (Zilia), mezzosoprano "en travesti" Teresa Cecconi (Fernando), tenori Timoleone Alexander (Zamoro), Francesco Antonio Biscottini (Bartolomeo Fiesco) e Giovanni Storti (Jarico), bassi Luigi Lablache (Colombo) e Pietro Ansiglioni (Diego)} e replica di "Ines di Castro", ballo storico pantomimico in 5 atti di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri e Antonia Torelli, mima Antonia Pallerini (Ines), ballerino Luigi Maglietta, mimo Nicola Molinari (Don Pedro)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 26 Ottobre 1829, Lunedì
ripresa (per la visita di re Francesco I delle Due Sicilie e di Maria Isabella di Spagna) nel Teatro Regio di Torino di "La pietra del paragone" ("Sigillara"), melodramma giocoso in 2 atti e 6 quadri di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Romanelli, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò, maestro del coro Giulio Cesare Granatelli, regia di Lorenzo Villata, scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprano Carolina D'Avanzo/Teresa Ruggeri-Visanetti (Aspasia), contralto Fanny Corri-Paltoni/Adelaide Taddei (Clarice/Lucindo), mezzosoprano Adelaide Carbini (Fulvia), tenore Luigi Ravaglia (Giocondo), bassi buffo Giuseppe Frezzolini (Macrobio), Luigi Maggiorotti (Asdrubale), Antonio Crippa (Fabrizio) e buffo Giuseppe Visanetti (Pacuvio)} e premières di "Clotilde duchessa di Bretagna", di "Gli stratagemmi d'amore" e di "La campana d'Allemagna", balletti di Giacomo Piglia, soggetti, direzione e coreografie di Antonio Cortesi
> 26 Dicembre 1829, Sabato
première (insuccesso) nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Costantino in Arles", dramma per musica (opera seria) in 3 atti e 30 scene di Giuseppe Persiani, libretto di Paolo Pola, dirige Pietro Tonassi, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Angelo Favretto e Giovanni Gianni {soprani Giuditta Grisi (Ildegonda), Maria Rosalbina Carradori-Allan (Fausta) e "en travesti" Albina Lorenzani (Ascarico), tenore Lorenzo Bonfigli (Costantino), bassi Ranieri [Rainieri] Pocchini [Pochini] Cavalieri (Probo), Giulio Pellegrini (Massimiano) e Gaetano Antoldi (Sergio)} e prima rappresentazione di "Ines di Castro", ballo storico pantomimico in 5 atti di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Girolamo Capitanio (1° violino) {ballerine Antonia Pallerini (Ines), Giulia Romagnani (Violante) e Giuseppa Cortesi (Donna Bianca), ballerini Carlo Nichli (Don Alfonso), Nicola Molinari (Don Pedro), Michele D'Amore (Driego), Girolamo Pallerini (Velbo), Filippo Coppini (Alvares Gonzales), Filippo Termanini (Pecheco) e Antonio Gullia (Coello)}
> 16 Gennaio 1830, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Il pirata"", melodramma serio in 1 preludio, 2 atti e 24 scene di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Walter Scott: ""The Pirate"", da Isidore J.S. Taylor 'Raimond': ""Bertrame ou Le pirate"" e da Charles Robert Maturin & Charles Nordier: ""Bertram or The Castle of Saint-Aldobrand""), dirige Pietro Tonassi, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Angelo Favretto {soprani Giuditta Grisi (Imogene) e Clementina Pellegrini (Adele), tenori Lorenzo Bonfigli (Gualtiero) e Ranieri [Rainieri] Pocchini [Pochini] Cavalieri (Itulbo), baritono Giulio Pellegrini (Ernesto), basso Gaetano Antoldi (Goffredo)} e replica di ""Ines di Castro"", ballo storico pantomimico in 5 atti di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Girolamo Capitanio (1° violino) {ballerine Antonia Pallerini (Ines), Giulia Romagnani (Violante) e Giuseppa Cortesi (Donna Bianca), ballerini Carlo Nichli (Don Alfonso), Nicola Molinari (Don Pedro), Michele D'Amore (Driego), Girolamo Pallerini (Velbo), Filippo Coppini (Alvares Gonzales), Filippo Termanini (Pecheco) e Antonio Gullia (Coello)}
> 6 Febbraio 1830, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Chiara di Rosemberg", ballo eroico in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Girolamo Capitanio (1° violino) {ballerine Antonia Pallerini (Chiara), Amalia Lumelli (Giulio), Giulia Romagnani (Marcella) e Giuseppa Cortesi (Eufemia), ballerini Carlo Nichli (conte Rosemberg), Nicola Molinari (Montalbano), Antonio Cortesi (Valmore), Girolamo Pallerini (Eugenio), Filippo Termanini (Pittmann) e Antonio Gullia (Frikmann)} e replica di "Costantino in Arles", dramma per musica in 3 atti e 30 scene di Giuseppe Persiani, libretto di Paolo Pola, dirige Pietro Tonassi, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Angelo Favretto e Giovanni Gianni {soprani Giuditta Grisi/Clementina Pellegrini (Ildegonda), Maria Rosalbina Carradori-Allan (Fausta) e "en travesti" Albina Lorenzani (Ascarico), tenore Lorenzo Bonfigli/Villiam Debreton (Costantino), bassi Ranieri [Rainieri] Pocchini [Pochini] Cavalieri (Probo), Giulio Pellegrini (Massimiano) e Gaetano Antoldi (Sergio)}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |