L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 148

< Precedente
Pagina 1 di 6
Successiva >

> 26 Dicembre 1801, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Nazionale (ex-Regio) di Torino di "Gli Orazi ed i Curiazi", tragedia per musica (2° versione) in 3 atti di Domenico Cimarosa, libretto di Antonio Simeone Sografi (da Pierre Corneille: "Horace"), dirige Luigi Molino (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani, scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprani Antonia Longoni (Sabina) e Eufemia Ekarth-Neri (Orazia), sopranista Pietro Mattucci (Curiazio), tenori Natale Bondioli (Publio Orazio), Luigi Desantis (Marco Orazio) e Gaetano Granata (Licinio), baritono Antonio Coldani (Sommo sacerdote), bassi Giuseppe Spirito (Tullio Ostilio)} e premières di "Tomiri, regina degli Sciti", balletto tragico pantomimo in 5 atti di Giuseppe Mosca, soggetto, direzione e coreografia di Giovanni Antonio Monticini {ballerina Teresa Monticini (Tomiri), ballerino Giuseppe Simi (Cambise)} e di "I pastori d'Arcadia", balletto di Giovanni Antonio Monticini, soggetto, direzione e coreografia del compositore
> 27 Gennaio 1802, Mercoledì
premières nel Grand Théâtre des Arts (ex-Regio) di Torino di ""Ginevra di Scozia ossia Ariodante"" (""Ariodante o Ginevra di Scozia""), dramma per musica (opera seria) in 2 atti e 24 scene di Giuseppe Mosca, libretto di Gaetano Rossi (da Giovanni Pindemonte e da Antonio Salvi: ""Ginevra, principessa di Scozia""), dirige Luigi Molino (1° violino), maestri al cembalo Bernardino Ottani e Pietro Pagliucci, scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprani Eufemia Ekarth (Ginevra) e Antonia Longoni (Dalinda), sopranista Pietro Mattucci (Ariodante), tenori Luigi Desantis (Polinesso), Natale Bondioli (Lurcanio) e Gaetano Granata (Vafrino), baritono Antonio Coldani (re di Scozia), basso Giuseppe Spirito (gran Solitario)} e di ""Il morto maritato"" e di ""L'isola degli stregoni o Il naufragio funesto, balletti di Giovanni Antonio Monticini e replica di ""Tomiri, regina degli Sciti"", balletto tragico pantomimo in 5 atti di Giuseppe Mosca, soggetti, direzione e coreografie di Giovanni Antonio Monticini {ballerina Teresa Monticini (Tomiri), ballerini Giuseppe Simi (Cambise) e Lorenzo Colleoni}
> 26 Dicembre 1802, Domenica
premières nel Grand Théâtre des Arts (Gran Teatro delle Arti, ex Regio) di Torino di "Sesostri re d'Egitto ovvero Le feste d'Isida" ("Sesostri", "Le feste d'Iside", "Sesostri, re di Egitto"), dramma per musica (opera seria) in 2 atti di Giuseppe Mosca, libretto (modificato) di Apostolo Zeno e Pietro Pariati, dirige Luigi Molino (1° violino), scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprani Angiola Pirovani-Bianchi (Beroe) e Francesca Festa-Maffei/Giacomina Vignati (Nitocri), contraltista Giacomo Melano "Calcina" (Ottane), tenori Adamo Bianchi (Atamaro) e Natale Bondioli (Comete), basso Luigi Pacini (Sesostri)} e di "La scoperta della Florida", balletto di Giovanni Antonio Monticini e di "Il governatore di Monleone", balletto di Giovanni Antonio Monticini, soggetti, direzione e coreografie del compositore {ballerina Teresa Monticini, ballerino Raimondo Fidanza}
> 29 Gennaio 1803, Sabato
premières nel Grand Théâtre des Arts (Gran Teatro delle Arti, ex Regio) di Torino di ""Gustavo al Malabar"" (""Gustave au Malabar""), dramma per musica in 2 atti di Bonifacio Asioli, libretto di anonimo, dirige Luigi Molino (1° violino), scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprani Francesca Festa-Maffei/Giacomina Vignati (Elice) e Angiola Pirovani-Bianchi (Recca), contraltista Giacomo Melano ""Calcina"" (Orvei), tenori Adamo Bianchi (Gustavo) e Natale Bondioli (Carlo), basso Luigi Pacini (Zumand)}; di ""Eloisa e Vaison"", balletto di Giovanni Antonio Monticini e di ""Don Chisciotte"", balletto di Giovanni Antonio Monticini e replica di ""Il governatore di Monleone"", balletto di Giovanni Antonio Monticini, soggetti, direzione e coreografie del compositore {ballerine Teresa Monticini, Rachele Paganetti, Maddalena Venturi, Maria Pappini, ballerini Raimondo Fidanza Antonio Monticini, Lorenzo Colleoni, Francesco Maroccheni, Giuseppe Bocci, Francesco Venturi, Giuseppe Pappini, Paolo Brugnoli}
> 27 Dicembre 1804, Giovedì
prima rappresentazione nel Théâtre Impérial (ex-Regio) di Torino di "Armida" Hob.XXVIII/12, dramma eroico (opera seria, 2° versione) in 2 atti di Franz Joseph Haydn, libretti di Jacopo Durandi ("Armida") e di Francesco Saverio De Rogatis ("Armida abbandonata"), revisione di Nunziato Porta (da Torquato Tasso: "Gerusalemme liberata" e da Antonio Tozzi: "Rinaldo"), riduzione e revisione di Gian Domenico Boggio, dirige Luigi Molino (1° violino) {soprani Laurença Nunes Correia "Lorenza Correa"/Orsola D'Agostino (Armida), "en travesti" Eufemia Ekarth (Rinaldo) e Rosa Ferraguti (Zelmira), contraltista Vincenzo Gamberai (Idreno), tenori Francesco Fiorini (Ubaldo), basso Clemente Acquisti (Clotarco)} e premières di "Gengiskan", balletto e "Il solitario", pantomima in 5 atti di Giovanni Antonio Monticini, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Teresa Monticini, Maddalena Venturi, Catterina Ramacini, Vittoria Demorra-Pozzesi, Carolina Rinaldi e Rachele Paganetti, ballerini Vincenzo Fago, Francesco Venturi, Simone Ramacini, Antonio Monticini e Giacomo Piglia}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 20 Gennaio 1805, Domenica
premières nel Théâtre Impérial (ex-Regio) di Torino di ""Sofonisba"", dramma per musica in 2 atti di Vincenzo Federici, libretto di Antonio Maria & Girolamo Zanetti (da Tito Livio), dirige Luigi Molino (1° violino), scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprani Laurença Nunes Correia ""Lorenza Correa""/Orsola D'Agostino (Sofonisba), ""en travesti"" Eufemia Ekarth Neri (Massinissa) e Rosa Ferraguti (Cirene), contraltista Vincenzo Gamberai (Siface), bassi Francesco Fiorini (Scipione/Desalce) e Clemente Acquisti (Curzio)} e premières di ""La caccia di Roberto il Nero"" e di ""L'equivoco"", balletti di Giovanni Antonio Monticini, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Teresa Monticini, Maddalena Venturi, Catterina Ramacini, Vittoria Demorra-Pozzesi, Carolina Rinaldi e Rachele Paganetti, ballerini Vincenzo Fago, Francesco Venturi, Simone Ramacini, Antonio Monticini e Giacomo Piglia}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 27 Aprile 1805, Sabato
prima rappresentazione (per la visita di Napoleone I) nel Théâtre Impérial (ex-Regio) di Torino di "Mitridate" ("La morte di Mitridate", "Monima e Mitridate", "Vonima e Mitridate"), dramma per musica in 2 atti e 29 scene di Sebastiano Nasolini, libretto di Antonio Simeone Sografi, dirige Luigi Molino (1° violino) {soprani Eufemia Ekarth (Vonima) e Rosa Ferraguti (Fedima), contraltista Vincenzo Gamberai (Farnace), tenore Angelo Testori (Zifare), bassi Francesco Fiorini (Mitridate) e Giovanni Battista Plantanida (Arbate)} e premières di "Pelagio, duca di Tanguas" e di "Popolo festeggiante il trionfo di Zifare", balletti di Giovanni Antonio Monticini, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Teresa Monticini, Maddalena Venturi, Catterina Ramacini, Vittoria Demorra-Pozzesi, Giuseppa Brugnoli, Rosa Valenza, Carolina Rinaldi e Rachele Paganetti, ballerini Vincenzo Fago, Francesco Venturi, Simone Ramacini, Carlino Paccò, Carlo Vienna, Giacomo Trabattoni, Francesco Marochetti, Antonio Monticini e Giacomo Piglia}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 26 Dicembre 1811, Giovedì
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Idomeneo", melodramma eroico (opera buffa) in 2 atti e 25 scene di Giuseppe Farinelli, libretto di Gaetano Rossi (da Antoine Danchet: "Idoménée"), maestro del coro Giovanni Bertacchi, scenografia di Giuseppe Borsato e Nicoletto Pellandi {soprani "en travesti" Eufemia Eckarth-Neri (Atamante) e Luigia Valsovani (Erissena), mezzosoprano Teresa Marchesi (Ismene), tenori Luigi Santi (Egesippo), Girolamo Marzocchi (Idomeneo) e Nicola Bernardi (Sofronimo)} e prima rappresentazione di "Cesare in Egitto", ballo eroico tragico pantomimo in 5 atti di Giovanni Monticini, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Teresa Monticini (Cleopatra), Elisabetta Steffanini Bracchini (Zemila), Clarice Baruffaldi (Ardea) e Cristina Inson (Tullia), ballerini Caterino Titus (Cesare), Giovanni Porri (Publio), Giuseppe Grassini (Decio), Antonio Monticini (Tolomeo), Antonio Papini (Apollodoro), Antonio Silei (Achilla), Carlo Bustini (Potino), Paolo Tosoni (Teodoro) e Luigi Sedini (Settimio)}
> 23 Gennaio 1812, Giovedì
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Il sogno verificato"" (""Il sogno verificato ossia La fata benefica""), azione eroica per musica in 2 atti e 26 scene di Carlo Coccia, libretto di Luigi Prividali, maestro del coro Giovanni Bertacchi, coreografia di Giovanni Monticini, scenografia di Giuseppe Borsato e Nicola ""Nicoletto"" Pellandi {soprani ""en travesti"" Eufemia Eckarth-Neri (Lodomiro) e Luigia Valsovani-Spada (Ervinia), mezzosoprano Teresa Marchesi (Natalia), tenori Luigi Santi (Basilio), Girolamo Marzocchi (Ulrico) e Nicola Bernardi (Stanislao), ballerine Clarice Baruffaldi, Teresa Monticini, Elisabetta Stefanini, ballerini Giacomo Marten, Antonio Silei, Giuseppe Berardi, Giuseppe Grassini, Giovanni Guerrini, Antonio Calegari, Caterino Titus} e replica di ""Cesare in Egitto"", ballo eroico tragico pantomimo in 5 atti di Giovanni Monticini, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Teresa Monticini (Cleopatra), Elisabetta Steffanini Bracchini (Zemila), Clarice Baruffaldi (Ardea) e Cristina Inson (Tullia), ballerini Caterino Titus (Cesare), Giovanni Porri (Publio), Giuseppe Grassini (Decio), Antonio Monticini (Tolomeo), Antonio Papini (Apollodoro), Antonio Silei (Achilla), Carlo Bustini (Potino), Paolo Tosoni (Teodoro) e Luigi Sedini (Settimio)}
> 4 Febbraio 1812, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Ciro e Tomiri", azione tragica pantomima in 5 atti di Giovanni Monticini, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Maddalena Treitschke Decaro (Atossa), Teresa Monticini (Tomiri), Elisabetta Steffanini Bracchini (Simate), Clarice Baruffaldi (Ardea) e Cristina Inson (Valaste), ballerini Caterino Titus (Cambise), Giovanni Porri (Serabi), Giuseppe Grassini (Alarme), Antonio Monticini (Spargapise), Antonio Papini (Daniel), Antonio Silei (Ciro), Carlo Bustini (Adrasto), Paolo Tosoni (Semeri) e Luigi Sedini (Arnot)} e replica di "Il sogno verificato" ("Il sogno verificato ossia La fata benefica"), azione eroica per musica in 2 atti e 26 scene di Carlo Coccia, libretto di Luigi Prividali, maestro del coro Giovanni Bertacchi, coreografia di Giovanni Monticini, scenografia di Giuseppe Borsato e Nicola "Nicoletto" Pellandi {soprani "en travesti" Eufemia Eckarth-Neri (Lodomiro) e Luigia Valsovani-Spada (Ervinia), mezzosoprano Teresa Marchesi (Natalia), tenori Luigi Santi (Basilio), Girolamo Marzocchi (Ulrico) e Nicola Bernardi (Stanislao), ballerine Clarice Baruffaldi, Teresa Monticini, Elisabetta Stefanini, ballerini Giacomo Marten, Antonio Silei, Giuseppe Berardi, Giuseppe Grassini, Giovanni Guerrini, Antonio Calegari, Caterino Titus}
> 24 Giugno 1813, Giovedì
première nel Teatro (Venier) San Benedetto di Venezia di "La donna selvaggia" ("La selvaggia"), dramma eroicomico (semiserio) in 2 atti e 30 scene di Carlo Coccia, libretto di Giuseppe Maria Foppa e Giovanni Federico Schmidt (da Jules: "Mathilde ou L'amour conjugal"), coreografia di Giovanni Monticini, scenografia di Giovanni Piccuti {contralto Maria "Marietta" Marcolini (Matilde), mezzosoprano Lutgard Annibaldi (Irene), tenori Serafino Gentili/Raffaele Monelli (Gustavo) e Giovanni Bertacchi (Gilberto), baritono Giuseppe Barberi (duca Fermondo), bassi Filippo Galli/Domenico Vaccani (duca Ildebrando), Giuseppe Spirito (Adolfo) e Paolo Rosich (Orantèo), ballerine Teresa Monticini e Giuseppa Cortesi, ballerini Antonio Monticini e Antonio Cortesi}
> 1 Febbraio 1816, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Ginevra di Scozia" ("Ariodante", "Ginevra e Ariodante"), dramma eroico-serio per musica in 2 atti, 32 scene e 21 numeri di Johann Simon (Giovanni Simone) Mayr, libretto di Gaetano Rossi (da Ludovico Ariosto: "Orlando furioso", da Giovanni Pindemonte e da Antonio Salvi: "Ginevra, principessa di Scozia"), dirige Luigi Molino (1° violino), regia di Luigi Salomone {soprani Francesca Festa-Maffei/Teresa Adelaide Carpano (Ginevra) e Beatrice Anti (Dalinda), contralto "en travesti" Carolina Bassi-Manna "la Napoletana" (Ariodante), tenori Eliodoro Bianchi (Polinesso), Ladislao Bassi (Lurcanio) e (Vafrino/gran Solitario), basso Giovanni De Begnis (re di Scozia)} e premières di "Gli Orazi e i Curiazi", ballo storico tragico-pantomimico in 6 atti di Domenico Cimarosa e Gaetano Pugnani, soggetto e coreografia di Alessandro Fabbris {ballerine Carolina Rinaldi (Orazia) e Cristina Fabbris (3°Curiazo), ballerini Giuseppe Turchetto (Tullo), Mariano Misdaris (Mezio Suffezio), Carlino Paccò (Publio Orazio), Nicola Molinari (1°Orazio), Alessandro Fabbris (2°Orazio), Baldassare Venafra (3°Orazio), Antonio Monticini (1°Curiazo), Giovanni Bianchi (2°Curiazo) e Ferdinando Rugali (sacerdote)} e di "Un tamburo tutto salva", ballo comico in 3 atti di Alessandro Fabbris, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Cristina Fabbris (Masserick), Carolina Rinaldi (Taicuba) e Anna Colombieri (Cora), ballerini Alessandro Fabbris (Spencher), Antonio Monticini (Dorval), Giuseppe Turchetto (Dorack), Nicola Molinari (Tecucizet) e Paolo Rista-Cichetto (Orombi)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca (alla presenza di Carlo Emanuele IV)
> 3 Agosto 1817, Domenica
premières nel Teatro alla Scala di Milano di "Le zingare dell'Asturia", melodramma semiserio in 2 atti di Carlo Evasio Soliva, libretto di Felice Romani e di "Psammi re d'Egitto", ballo tragico in 5 atti di Salvatore Viganò, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giulio Viganò {ballerine Luigia Demartini (Seide) e Giuseppina Angiolini (Amaside), ballerini Francesco Scalabrini (Psammi), Antonio Monticini (Amestri), Angelo Lazzareschi (Aprio), Francesco Gambaro (Neco) e Baldassare Venafra (Enforbo)}
> 6 Giugno 1820, Martedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "I due Figaro o sia Il soggetto di una commedia", opera semiseria (melodramma) in 2 atti e 38 scene di Michele Carafa, libretto di Felice Romani (da Honoré-Antoine Richaud-Martelly: "Les deux Figaro ou Le sujet de comédie" e da Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais: "Le mariage de Figaro ou La folle journée"), dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Gaetano Bianchi, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Elisabetta Ferron/Serafina Rubini De Santis/Paola Monticelli (Inez), mezzosoprano Elena Badoera (contessa), contralto Fanny Eckerlin (Susanna), tenori Gaetano Crivelli/Giovanni Carlo Berretta (conte d'Almaviva) e Giuseppe Binaghi/Francesco Del Medico (Torribio-don Alvaro), baritono Giuseppe Fioravanti (Plagio), bassi Filippo Galli (Cherubino), Nicola De Grecis (Figaro) e Paolo Rosignoli (notaro)} e replica di "Castore e Polluce", ballo mitologico di Paolo Brambilla, soggetto e coreografia di Salvatore Taglioni, dirige Ferdinando Pontelibero (1° violino) {ballerine Maria Conti, Carolina Ciotti e Rachele Paganetti Piglia, ballerini Salvatore Taglioni, Antonio Monticini, Nicola Molinari, Pietro Trigambi, Giovanni Francolini, Filippo Ciotti, Giovanni Baranzoni, Antonio Ramancini, Antonio Bedotti, Giacomo Trabattoni, Carlo Bianciardi e Antonio Siley}
> 17 Giugno 1820, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "Adelina" ("Luisina", "Luisetta", "L'amore materno"), farsa in 1 atto di Pietro Generali, libretto di Gaetano Rossi (da Salomon Gessner), dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestri di ballo Luigi La-Chapelle, Urbano Garzia e Carlo Villeneuve, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Elisabetta Ferron/Serafina Rubini De Santis/Paola Monticelli (Adelina), mezzosoprano Elena Badoera (Carlotta), tenori Gaetano Crivelli/Giovanni Carlo Berretta (Erneville) e buffo Giuseppe Binaghi/Francesco Del Medico (Firmino), bassi Filippo Galli (Varner) e buffo Nicola De Grecis (Simone) e replica di "Castore e Polluce", ballo mitologico di Paolo Brambilla, soggetto e coreografia di Salvatore Taglioni, dirige Ferdinando Pontelibero (1° violino) {ballerine Maria Conti, Carolina Ciotti e Rachele Paganetti Piglia, ballerini Salvatore Taglioni, Antonio Monticini, Nicola Molinari, Pietro Trigambi, Giovanni Francolini, Filippo Ciotti, Giovanni Baranzoni, Antonio Ramancini, Antonio Bedotti, Giacomo Trabattoni, Carlo Bianciardi e Antonio Siley}
> 26 Dicembre 1821, Mercoledì
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Andronico", melodramma tragico in 2 atti e 31 scene di Saverio Mercadante, libretto di Giovanni Kreglianovich "Dalmiro Tindario" (dall'abate di Saint-Réal: "Nouvelle historique de Dom Carlos" e da Jean Galbert de Campistron: "Andronico"), dirige il compositore, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Francesca Festa-Maffei (Irene) e Marietta Bramati (Eudossa), sopranista Giovanni Battista Velluti (Andronico), tenori Gaetano Crivelli (Calojanni) e Alessandro Mombelli (Marziano), basso Raffaele Benetti (Leone)} e prima rappresentazione di "Romolo ed Ersilia ossia La felice riconciliazione", azione eroica pantomimica in 5 atti di Carlo Augusto Favier, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Ersilia), Giuseppina Angiolini (Valeria) e Maria Bresciani (Curzia), ballerini Antonio Monticini (Romolo), Angelo Lazzareschi (Tazio), Francesco Scalabrini (Ostilio) e Baldassare Venafra (Acronte)}
> 2 Gennaio 1822, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Gil Blas di Santillano ossia Il doppio matrimonio"", balletto pantomimico in 3 atti di Carlo Augusto Favier, soggetto (da Alain-René Lesage: ""Histoire de Gil Blas de Santillane""), direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Dorotea), Giuseppina Angiolini (Serafina) e Maria Bresciani (Beatrice), ballerini Antonio Monticini (Don Juan), Angelo Lazzareschi (Gil Blas), Gasparo Zannini (alcalde) e Baldassare Venafra (Scipio)} e repliche di ""Andronico"", melodramma tragico in 2 atti e 31 scene di Saverio Mercadante, libretto di Giovanni Kreglianovich ""Dalmiro Tindario"", dirige il compositore, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Francesca Festa-Maffei (Irene) e Marietta Bramati (Eudossa), sopranista Giovanni Battista Velluti (Andronico), tenori Gaetano Crivelli (Calojanni) e Alessandro Mombelli (Marziano), basso Raffaele Benetti (Leone)} e di ""Romolo ed Ersilia ossia La felice riconciliazione"", azione eroica pantomimica in 5 atti di Carlo Augusto Favier, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Ersilia), Giuseppina Angiolini (Valeria) e Maria Bresciani (Curzia), ballerini Antonio Monticini (Romolo), Angelo Lazzareschi (Tazio), Francesco Scalabrini (Ostilio) e Baldassare Venafra (Acronte)}
> 15 Gennaio 1822, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Violenza e Costanza ossia Il castello degli spiriti"", ballo tragicomico in 3 atti di Antonio Monticini, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Amalia) e Anna Montallegro (contessa Delmonte), ballerini Luigi Bracchini (conte Federico), Francesco Scalabrini (marchese Dorset), Antonio Bellocci (Braccio di Ferro), Angelo Lazzareschi (Atlante), Gasparo Zannini (Marcone) e Baldassare Venafra (Fermondo)} e replica di ""Andronico"", melodramma tragico in 2 atti e 31 scene di Saverio Mercadante, libretto di Giovanni Kreglianovich ""Dalmiro Tindario"", dirige il compositore, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Francesca Festa-Maffei (Irene) e Marietta Bramati (Eudossa), sopranista Giovanni Battista Velluti (Andronico), tenori Gaetano Crivelli (Calojanni) e Alessandro Mombelli (Marziano), basso Raffaele Benetti (Leone)}
> 26 Gennaio 1822, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Psammi re d'Egitto"", ballo tragico in 5 atti di Salvatore Viganò, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giulio Viganò {ballerine Luigia Demartini (Seide) e Giuseppina Angiolini (Amaside), ballerini Francesco Scalabrini (Psammi), Antonio Monticini (Amestri), Angelo Lazzareschi (Aprio), Francesco Gambaro (Neco) e Baldassare Venafra (Enforbo)} e repliche di ""Andronico"", melodramma tragico in 2 atti e 31 scene di Saverio Mercadante, libretto di Giovanni Kreglianovich ""Dalmiro Tindario"", dirige il compositore, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Francesca Festa-Maffei (Irene) e Marietta Bramati (Eudossa), sopranista Giovanni Battista Velluti (Andronico), tenori Gaetano Crivelli (Calojanni) e Alessandro Mombelli (Marziano), basso Raffaele Benetti (Leone)} e di ""Violenza e Costanza ossia Il castello degli spiriti"", ballo tragicomico in 3 atti di Antonio Monticini, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Amalia) e Anna Montallegro (contessa Delmonte), ballerini Luigi Bracchini (conte Federico), Francesco Scalabrini (marchese Dorset), Antonio Bellocci (Braccio di Ferro), Angelo Lazzareschi (Atlante), Gasparo Zannini (Marcone) e Baldassare Venafra (Fermondo)}
> 4 Febbraio 1822, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Tebaldo e Isolina", melodramma eroico (1° versione) in 2 atti, 29 scene e 12 numeri di Francesco Morlacchi, libretto di Gaetano Rossi, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Francesca Festa-Maffei (Isolina) e Marietta Bramati (Clemenza), sopranista Giovanni Battista Velluti (Tebaldo-Sigerto), tenori Gaetano Crivelli (Boemondo d'Altemburgo) e Alessandro Mombelli (Geroldo), basso Raffaele Benetti (Ermanno di Tromberga)} e repliche di "Romolo ed Ersilia ossia La felice riconciliazione", azione eroica pantomimica in 5 atti di Carlo Augusto Favier, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Ersilia), Giuseppina Angiolini (Valeria) e Maria Bresciani (Curzia), ballerini Antonio Monticini (Romolo), Angelo Lazzareschi (Tazio), Francesco Scalabrini (Ostilio) e Baldassare Venafra (Acronte)} e di "Gil Blas di Santillano ossia Il doppio matrimonio", balletto pantomimico in 3 atti di Carlo Augusto Favier, soggetto (da Alain-René Lesage: "Histoire de Gil Blas de Santillane"), direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Dorotea), Giuseppina Angiolini (Serafina) e Maria Bresciani (Beatrice), ballerini Antonio Monticini (Don Juan), Angelo Lazzareschi (Gil Blas), Gasparo Zannini (alcalde) e Baldassare Venafra (Scipio)}
> 14 Febbraio 1822, Giovedì
repliche nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Tebaldo e Isolina", melodramma eroico (1° versione) in 2 atti, 29 scene e 12 numeri di Francesco Morlacchi, libretto di Gaetano Rossi, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Francesca Festa Maffei/Angela Riva (Isolina) e Marietta Bramati (Clemenza), sopranista Giovanni Battista Velluti/Luigi Foresti (Tebaldo-Sigerto), tenori Gaetano Crivelli (Boemondo d'Altemburgo) e Alessandro Mombelli (Geroldo), basso Raffaele Benetti (Ermanno di Tromberga)}; di "Violenza e Costanza ossia Il castello degli spiriti", ballo tragicomico in 3 atti di Antonio Monticini, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Luigia Demartini (Amalia) e Anna Montallegro (contessa Delmonte), ballerini Luigi Bracchini (conte Federico), Francesco Scalabrini (marchese Dorset), Antonio Bellocci (Braccio di Ferro), Angelo Lazzareschi (Atlante), Gasparo Zannini (Marcone) e Baldassare Venafra (Fermondo)} e di "Psammi re d'Egitto", ballo tragico in 5 atti di Salvatore Viganò, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giulio Viganò {ballerine Luigia Demartini (Seide) e Giuseppina Angiolini (Amaside), ballerini Francesco Scalabrini (Psammi), Antonio Monticini (Amestri), Angelo Lazzareschi (Aprio), Francesco Gambaro (Neco) e Baldassare Venafra (Enforbo)}
> 17 Agosto 1822, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Riccardi di Bergamo di "Mosè in Egitto", azione tragico-sacra (3° versione) in 3 atti di Gioachino Rossini, libretto di Andrea Leone Tottola (da Francesco Ulisse Ringhieri: "L'Osiride", "Sara in Egitto"), dirige Pietro Rovelli (1° violino), maestro del coro Antonio Dolci, scenografia di Pasquale Canna {soprani Maddalena Alason (Amaltea) e Erminia Fenzi (Elcia), mezzosoprano Carlotta Carlevaris (Amenofi), tenori Domenico Reina (Osiride) e Giuseppe Vaschetti (Aronne) e Raffaele Carcano (Mambre), bassi Raffaele Benetti (Faraone) e Stefano Ferrero (Mosè)} e première di "Il trionfo di Massimino e la distruzione di Pompeiano", ballo di Pietro Angiolini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Luigi Grossoni (1° violino), scenografia di Pasquale Canna {ballerine Gaetana Trezzi e Clarice Barofaldi, ballerini Antonio Monticini e Carlo Nichli}
> 27 Dicembre 1822, Venerdì
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Il Ruggiero" ("Ruggiero ovvero L'eroica gratitudine"), dramma serio per musica (2° versione) in 1 prologo, 3 atti e 29 scene di Antonio Gandini, libretto (modificato) di Pietro Metastasio (da Ludovico Ariosto: "Orlando furioso" e da René-Charles-Guilbert de Pixérécourt: "La rose blanche et la rose rouge"), dirige Luigi Molino (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani {soprani Carolina Neri-Passerini (Bradamante) e Gioconda Vitali (Marfisa), contralto "en travesti" Fanny Eckerlin (Ruggiero), tenori Nicola Tacchinardi (Leone) e Pietro Gentili (Amone), basso Raffaele Benetti (Carlomagno)} e premières di "La pianella perduta", balletto e di "Enea nel Lazio", azione mitologico-storica in 6 atti di Giovanni Galzerani, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Gaetana Galzerani (Amata), Maria Zampucci (Lavinia), Giuseppa Cortesi-Angiolini (Giunone), Gaetana Trezzi (Venere), Luigia Ponzoni (1°Grazia), Marietta Combi (2°Grazia) e Carolina Ciotti-Sistoli (3°Grazia), ballerini Giovanni Galzerani (Enea), Federico Massini (Turno), Antonio Monticini (Enea giovane), Angelo Trabattoni (Acate), Domenico Toncini (Ilioneo/Giove), Guglielmo Belloni (fauno) e Antonio Gullia (Euristeo)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 18 Gennaio 1823, Sabato
premières nel Teatro Regio di Torino di ""Didone abbandonata"", dramma per musica (1° versione) in 2 atti di Saverio Mercadante, libretto di Andrea Leone Tottola (da Pietro Metastasio), dirige Luigi Molino (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani {soprani Carolina Neri-Passerini (Didone) e Gioconda Vitali (Selene), contralto ""en travesti"" Fanny Eckerlin (Enea), tenori Nicola Tacchinardi (Iarba) e Pietro Gentili (Araspe), basso Raffaele Benetti (Osmida)}; di ""L'oroscopo"", balletto e di ""Elisabetta regina d'Inghilterra al castello di Kenilworth"" (""Il castello di Kenilworth""), azione mimica in 6 atti di Giovanni Galzerani, soggetti e coreografie del compositore (da Walter Scott: ""Kenilworth""), dirige Saverio Mercadante {ballerine Giuseppa Cortesi-Angiolini, Marietta Combi, Maria Zampucci, Carolina Ciotti-Sistoli, Gaetana Trezzi, Luigia Ponzoni e Gaetana Galzerani, ballerini Antonio Monticini, Angelo Trabattoni, Domenico Toncini e Federico Massini}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 31 Marzo 1826, Venerdì
premières nel Teatro della Pergola di Firenze di "Amazilda e Zamoro" ("Amazilda"), dramma per musica in 2 atti di Antonio D'Antoni, libretto di §, dirige Niccola Petrini Zamboni, 1° violino Ferdinando Lorenzi, concertatore Vincenzio Taruffi, scenografia di Gaetano Piattoli {soprani Giuditta Grisi (Amazilda) e Anna Pichi (Emira), contralto "en travesti" Benedetta Rosmunda Pisaroni (Zamoro), tenori Domenico Reina (Adismano) e Tersuccio Severini (Tamar), basso Giovacchino Vestri (Gonzalo)} e di "Genserico in Roma", balletto di Nicola Petrini Zamboni e Luigi Viviani, soggetto e coreografia di Antonio Monticini

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |