L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 72

< Precedente
Pagina 1 di 3
Successiva >

> 7 Novembre 1880, Domenica
nasce a Roma il librettista e pubblicista Claudio Guastalla
> 31 Marzo 1923, Sabato
première nel Teatro Costanzi di Roma di "La grazia", opera di Vincenzo Michetti, libretto di Grazia Deledda e Claudio Guastalla, dirige Vittorio Gui, maestro del coro Achille Consoli, regia e coreografia di Vincenzo Dell'Agostino, scenografia di Giuseppe Biasini e Augusto Carelli {soprano Giannina Arangi-Lombardi (Simona), mezzosoprano Anna Maria Bertolasi (Cosema), tenori Giuseppe Radaelli (Elias) e Luigi Nardi (Pietro), baritono Taurino Parvis (Tanu), basso Michele Fiore (Tottol)}
> 26 Aprile 1923, Giovedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Belfagor" P.137, commedia lirica in 1 prologo, 2 atti e 1 epilogo di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Ercole Luigi Morselli), dirige Antonio Guarnieri, scenografia di Vittorio Rota {soprani Margaret [Margherita] Sheridan (Candida), Thea Vitulli (Fidelia) e Cesira Ferrari (Maddalena/vagabonda), contralti Anna Gramegna (Olimpia) e Ida Mannarini (Menica), tenori Francesco Merli (Baldo) e Giuseppe Nessi (ragazzo), baritono Mariano Stabile (Belfagor/Ipsilonne), bassi buffo Gaetano Azzolini (Mirocleto), Giovanni Azzimonti (Don Biagio/maggiordomo) e Amleto Galli (vecchio vagabondo), recitante (Adelino)}
> 22 Luglio 1926, Giovedì
il compositore Ottorino Respighi termina a Roma la partitura del 1° atto di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke")
> 4 Agosto 1926, Mercoledì
il compositore Ottorino Respighi termina sull'Abetone (Modena) la partitura del 2° atto di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke")
> 29 Marzo 1927, Martedì
il compositore Ottorino Respighi termina a Roma la partitura del 3° atto di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke")
> 16 Settembre 1927, Venerdì
il compositore Ottorino Respighi termina a Pinerolo (Torino) la partitura del 4° atto e l'orchestrazione di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke")
> 18 Novembre 1927, Venerdì
première nel National-Stadttheater (Opernhaus) di Amburgo di "Die versunkene Glocke" ("La campana sommersa") P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann), traduzione tedesca, dirige Werner Wolff {soprani Gertrud Callam (Rautendelein), Emmy Land (Magda), Sabine Kalter (Here) e (2°Elf), contralto Erna Homann (Nachbare/3°Elf), tenori Gunnar Graarud (Heinrich), Paul Schwartz (Faun), Julius Guttmann (1°Elf) e Karl Waschmann (Barbier), baritoni Joseph Degler (Undin/Nickelmann) e Herbert Taubert (Meister), bassi Rudolf Bockelmann (Pfarrer)}
> 24 Novembre 1928, Sabato
prima rappresentazione nel Metropolitan Opera House di New York di "La campana sommersa" ("The Sunken Bell") P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige Tullio Serafin {soprani Elisabeth Rethberg (Rautendelein), (Magda), (1°elfo) e (2°elfo), contralto (vicina), mezzosoprani (strega) e (3°elfo), tenori Giovanni Martinelli (Enrico) e (barbiere), baritoni Giuseppe De Luca (fauno/spirito delle acque), (ondino) e (maestro), basso (curato), recitanti (1° e 2° bimbo, nano), coro di elfi (soprani, mezzosoprani, contralti), coro di bimbi (voci bianche)}
> 24 Novembre 1928, Sabato
prima rappresentazione in matinée nel Metropolitan Opera House di New York di "La campana sommersa" ("The Sunken Bell") P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige Tullio Serafin, regia di Wilhelm von Wymetal jr., scenografia di Joseph Urban {soprani Elisabeth Rethberg (Rautendelein), Nannette Guilford/Dorothee Manski (Magda), Aida Doninelli (1°elf) e Ellen Dalossy (2°elf), contralto Philine Falco (neighbor), mezzosoprani Julia Claussen (witch) e Merle Alcock/Grace Divine (3°elf), tenori Giovanni Martinelli (Enrico) e Giordano Paltrinieri (barber), baritoni Giuseppe De Luca (nickelmann), Alfio Tedesco (faun) e Louis D'Angelo (schoolmaster), basso Ezio Pinza (pastor), coro di elfi (soprani, mezzosoprani, contralti), coro di bimbi (voci bianche)}
> 4 Aprile 1929, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige Héctor [Ettore] Panizza {soprani Adelaide Saraceni (Rautendelein), Mercedes Llopart (Magda), (1°elfo) e (2°elfo), mezzosoprani Lucia R. Abbrescia (strega) e (vicina/3°elfo), tenori Aureliano Pertile (Enrico) e (ondino), baritoni Gino Vanelli (fauno) e Arturo Marescalchi (maestro), bassi Antonio Righetti (curato) e (barbiere)}
> 10 Aprile 1929, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro Reale dell'Opera di Roma di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige Gino Marinuzzi, maestro del coro Andrea Morosini, regia di Alessandro Sanine, scenografia di Nicola Benois {soprani Elisabeth Rethberg (Rautendelein), Maria Elena Cattani (1°elfo), Florica Cristoforeanu (Magda) e Anna Maria Martucci (2°elfo), mezzosoprani Anna Gramegna (strega) e Rosetta Riscica (3°elfo), contralto Tosca Ferroni (vicina), tenori Giovanni [Charles] Martinelli (Enrico), Luigi Nardi (fauno/spirito delle acque) e Luigi Cilla (barbiere), baritoni Emilio Ghirardini (ondino) e Luigi Bernardi (maestro), basso Giacomo Vaghi (curato)}
> 29 Ottobre 1929, Martedì
prima rappresentazione (per il Metropolitan) nella Symphony Hall dell’American Academy of Music di Filadelfia di "La campana sommersa" ("The Sunken Bell") P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige Tullio Serafin, regia di Wilhelm von Wymetal jr., scenografia di Joseph Urban {soprani Elisabeth Rethberg (Rautendelein), Dorothee Manski (Magda), Aida Doninelli (1°elf) e Pearl Besuner (2°elf), contralto Philine Falco (neighbor), mezzosoprani Julia Claussen (witch) e Gladys Swarthout (3°elf), tenori Giovanni Martinelli (Enrico) e Giordano Paltrinieri (barber), baritoni Giuseppe De Luca (nickelmann), Alfio Tedesco (faun) e Louis D'Angelo (schoolmaster), basso Ezio Pinza (pastor), coro di elfi (soprani, mezzosoprani, contralti), coro di bimbi (voci bianche)}
> 16 Novembre 1929, Sabato
ripresa in matinée nel Metropolitan Opera House di New York di "La campana sommersa" ("The Sunken Bell") P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige Tullio Serafin, regia di Wilhelm von Wymetal jr., scenografia di Joseph Urban {soprani Elisabeth Rethberg (Rautendelein), Dorothee Manski (Magda), Aida Doninelli (1°elf) e Pearl Besuner (2°elf), contralto Philine Falco (neighbor), mezzosoprani Julia Claussen (witch) e Gladys Swarthout (3°elf), tenori Giovanni Martinelli (Enrico) e Giordano Paltrinieri (barber), baritoni Giuseppe De Luca/Mario Basiola (nickelmann), Alfio Tedesco (faun) e Louis D'Angelo (schoolmaster), basso Ezio Pinza (pastor), coro di elfi (soprani, mezzosoprani, contralti), coro di bimbi (voci bianche)}
> 23 Novembre 1929, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige il compositore, sostituti Oliviero De Fabritiis, Renato Ferrari, Aristide Giungi e Luigi Ricci, maestri del coro Aristide Venturi e Giovanni Colucci, regia di Enzo Cellini {soprani Adelaide Saraceni (Rautendelein), Lina Bruna Rasa (Magda), Laura Lauri (1°elfo) e Maria Bruni (2°elfo), mezzosoprani Maria Castagna (strega) e Olga De Franco-Arduini (vicina/3°elfo), tenori Antonio Melandri (Enrico), Luigi Nardi (fauno) e Ubaldo Toffanetti (barbiere), baritoni Emilio Ghirardini (ondino) e Giuseppe Satariano (maestro), basso Alessio Kanscin (curato)}
> 3 Aprile 1930, Giovedì
ripresa nel Teatro Reale dell'Opera di Roma di "La campana sommersa" P.152, opera in 4 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Gerhart Hauptmann: "Die versunkene Glocke"), dirige Gino Marinuzzi, maestro del coro Andrea Morosini, regia di Giuseppe Lualdi, scenografia di Nicola Benois {soprani Adelaide Saraceni (Rautendelein), Maria Caniglia (Magda) e Anna Maria Martucci (2°elfo), mezzosoprani Anna Gramegna (strega), Matilde Arbuffo (1°elfo) e Rina Agozzino (3°elfo), contralto Tosca Ferroni (vicina), tenori Antonio Melandri (Enrico), Luigi Nardi (fauno/spirito delle acque) e Adelio Zagonara (barbiere), baritoni Emilio Ghirardini (ondino) e Afro Poli (maestro), basso Giacomo Vaghi (curato)}
> 30 Luglio 1931, Giovedì
il compositore Ottorino Respighi termina nella Villa "ai "Pini", di Roma la partitura di "Maria Egiziaca" P.170, mistero lirico in 1 atto e 3 episodi per voci, coro e orchestra, libretto di Claudio Guastalla (da Domenico Cavalca: "Vita di Santa Maria Egiziaca")
> 20 Ottobre 1931, Martedì
il compositore Ottorino Respighi termina a Roma la partitura di "Belkis, regina di Saba" P.171, balletto in 7 quadri, soggetto di Claudio Guastalla
> 23 Gennaio 1932, Sabato
première nel Teatro alla Scala di Milano di ""Belkis, regina di Saba"" P.171, balletto in 7 quadri (danze degli uccelli, dell’offerta, dei venti del sud, dell’araba fenice, dell’aurora, passo del gallo, dei sette profumi, le lacrime, guerresca, sullo specchio d’acqua, delle vesti, mistica, cerchio d’amore, delle anfore, sul tamburo, orgiastica) di Ottorino Respighi, soggetto di Claudio Guastalla, dirige Franco Ghione, coreografia di Léonide Massine {ballerine Leila Bederkhan (Belkis), Caterina Beretta-Viena (Zaydur), Attilia Radice (araba fenice), Rosita Mauri (Zaoditù), (Ebna Hakim) e (Taklè Aymanot), ballerini David Lichtenstein (Salomone) e (Mènylek), recitante Becci (narratore), coro misto a 4 voci}
> 16 Marzo 1932, Mercoledì
première in concerto nella Carnegie Hall di New York di "Maria Egiziaca" P.170, mistero lirico (opera, trittico per concerto) in 1 atto e 3 episodi per voci, coro e orchestra di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Domenico Cavalca: "Vita di Santa Maria Egiziaca"), dirige il compositore {soprani Charlotte Börner (Maria) e Helen Gleason (1°compagno/cieca/voce d'angelo), contralto Myrtle Leonard (2°compagno/povero), tenore Alfredo Tedeschi (marinaio), baritono Nelson Eddy (pellegrino/abate Zosimo), basso (lebbroso), coro misto a 4 voci (angeli)}
> 24 Aprile 1932, Domenica
prima rappresentazione in concerto nel Teatro Augusteo di Roma di "Maria Egiziaca" P.170, mistero lirico (opera, trittico per concerto) in 1 atto e 3 episodi per voci, coro e orchestra di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Domenico Cavalca: "Vita di Santa Maria Egiziaca"), dirige Bernardino Molinari {soprani Gina Cigna (Maria) e Gianna Perea Labia (1°compagno/cieca/voce d'angelo), contralto Sara Ungar (2°compagno/povero), tenore Alfredo Sernicoli (marinaio), baritono Benvenuto Franci (pellegrino/abate Zosimo), basso Guglielmo Bandini (lebbroso), coro misto a 4 voci (angeli}
> 10 Agosto 1932, Mercoledì
prima rappresentazione scenica (per il II Festival Internazionale di Musica) nel Teatro Goldoni di Venezia di "Maria Egiziaca" P.170, mistero lirico (opera, trittico per concerto) in 1 atto e 3 episodi per voci, coro e orchestra di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Domenico Cavalca: "Vita di Santa Maria Egiziaca"), dirige il compositore {soprani Maria Caniglia (Maria) e (1°compagno/cieca/voce d'angelo), contralto (2°compagno/povero), tenore (marinaio), baritono (pellegrino/abate Zosimo), basso (lebbroso), coro misto a 4 voci (angeli}
> 19 Febbraio 1933, Domenica
première nel Teatro del Casinò Municipale di Sanremo di "Gli uccelli", azione coreografica (balletto) in 1 atto (dalla Suite P.154 in 5 tempi per piccola orchestra) di Ottorino Respighi, soggetto di Claudio Guastalla, coreografia di Attilia Radice {ballerine Attilia Radice (uccello meraviglioso/colomba), Mirdza Kalnins (gallina) e Ada Spicchiesi (pipistrello-uccello notturno), ballerini Filippo Morucci (colombo/cucù) e Giuseppe Morresi (gallo)}
> 23 Luglio 1933, Domenica
prima rappresentazione nel Nuevo Teatro Colón di Buenos Aires di "Maria Egiziaca" P.170, mistero lirico (opera, trittico per concerto) in 1 atto e 3 episodi per voci, coro e orchestra di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Domenico Cavalca: "Vita di Santa Maria Egiziaca"), dirige Gino Marinuzzi, regia di Alexander Sanine, scenografia di Nicola Benois {soprani Gilda Dalla Rizza (Maria), Marta de la Vega (voce d'angelo) e Tina Di Bary (1°compagno), mezzosoprani Mercedes Trilla (2°compagno/cieca) e María Nastri (povero), tenori Alessio De Paolis (marinaio) e Nello Palai (lebbroso), baritono Víctor Damiani (pellegrino/abate Zosimo), coro misto a 4 voci (angeli)}
> 23 Gennaio 1934, Martedì
première (successo) nel Teatro Reale dell'Opera di Roma di ""La fiamma"" P.175, melodramma in 3 atti di Ottorino Respighi, libretto di Claudio Guastalla (da Joannes Hans Vilhelm Wiers-Jenssen: ""Anne Pedersdotter""), dirige il compositore, maestro del coro Andrea Morosini, regia di Alessandro Sanine, scenografia di Nicola Benois {soprani Giuseppina Cobelli (Silvana), Laura Pasini (Monica), Matilde Arbuffo (Agata) e Anna Maria Martucci (madre), mezzosoprani Aurora Buades d'Alessio (Eudossia), Angelica Cravcenco (Agnese), Giuseppina Sani (Lucilla), Giorgina Tremari (Sabina) e Anna Maria Mariani (Zoe), tenori Angelo Minghetti (Donello), Adelio Zagonara (chierico) e Augusto Prot (popolano), baritono Carlo Tagliabue (Basilio), bassi Pierantonio Prodi (vescovo) e Augusto Romani (esorcista), coro (ancelle, turba, clero, fedeli)}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 |