L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 23

< Precedente
Pagina 1 di 1
Successiva >

> 14 Gennaio 1819, Giovedì
nasce a Livorno il compositore, regista lirico, direttore d'orchestra e maestro di canto Fabio Campana
> 14 Agosto 1838, Martedì
première (successo) nell'Imperial Regio Teatro degli Avvalorati di Livorno di "Caterina di Guisa", tragedia lirica (melodramma) in 2 atti di Fabio Campana, libretto di Felice Romani (da Alexandre Dumas "père": "Henri III et sa cour"), dirige il compositore, 1° violino Gaetano Bruscagli, maestro del coro Giuseppe Peruzzi, concertatore Pietro Romani, regista Ranieri Del Bianco, scenografia di Giovanni Gianni {soprano Giuseppina Strepponi (Caterina di Clèves), tenore Francesco Luigi Morini (conte di San Megrino), baritoni Antonio Superchi (Arturo di Clèves) e Giorgio Ronconi (Enrico di Guisa)}
> 26 Dicembre 1839, Giovedì
prima rappresentazione nell'Imperial Regio Teatro degli Avvalorati di Livorno di "Il giuramento", melodramma in 3 atti di Saverio Mercadante, libretto di Gaetano Rossi (da Victor Hugo: "Angélo, tyran de Padoue"), dirige Giovanni Ceccherelli, 1° violino e sostituto Agostino Giannelli, maestro del coro Giuseppe Peruzzi, regia di Fabio Campana {soprani Orsola Bruni (Elaisa), Stella Lanzi (Isaura) e Rachele Lucchini (Bianca), tenori Cirillo Antognini (Viscardo) e Francesco Rossi (Brunoro), baritono Armando Latour (Manfredo)}
> 18 Gennaio 1840, Sabato
ripresa nell'Imperial Regio Teatro degli Avvalorati di Livorno di ""Lucia di Lammermoor"", melodramma tragico in 3 atti (parte 1° ""La partenza"": 1 atto, parte 2° ""Il contratto nuziale"": 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: ""The Bride of Lammermoor"", da Giuseppe Balocchi ""Le nozze di Lammermoor"", da Calisto [Callisto] Bassi & Pietro Beltrame: ""La fidanzata di Lammermoor"" e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Giovanni Ceccherelli, 1° violino e sostituto Agostino Giannelli, maestro del coro Giuseppe Peruzzi, regia di Fabio Campana {soprani drammatico coloratura Orsola Bruni (Lucia) e Rachele Lucchini (Alisa), tenori serio Francesco Rossi (Raimondo), lirico-eroico (Arturo Buklaw) e lirico Cirillo Antognini (Edgardo), baritono lirico Armando Latour (Enrico Ashton)}
> 12 Febbraio 1840, Mercoledì
ripresa nell'Imperial Regio Teatro degli Avvalorati di Livorno di "Il crociato in Egitto" ("Le Croisé en Égypte"), melodramma eroico (3° versione) in 2 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Gaetano Rossi, dirige Giovanni Ceccherelli, 1° violino e sostituto Agostino Giannelli, maestro del coro Giuseppe Peruzzi, regia di Fabio Campana {soprani Orsola Bruni (Palmide), "en travesti" Stella Lanzi (Armando), Rachele Lucchini (Alma) e Maria Fritsch (Felicia), tenori Cirillo Antognini (Adriano) e Francesco Rossi (Osmino), basso Armando Latour (Aladino), mima (Mirva)}
> 22 Febbraio 1840, Sabato
ripresa nell'Imperial Regio Teatro degli Avvalorati di Livorno di "Il pirata", melodramma serio in 1 preludio e 2 atti di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Walter Scott: "The Pirate", da Isidore J.S. Taylor 'Raimond': "Bertrame ou Le pirate" e da Charles Robert Maturin & Charles Nordier: "Bertram or The Castle of Saint-Aldobrand"), dirige Giovanni Ceccherelli, 1° violino e sostituto Agostino Giannelli, maestro del coro Giuseppe Peruzzi, regia di Fabio Campana {soprani Rachele Lucchini (Imogene) e Stella Lanzi (Adele), tenori Cirillo Antognini (Gualtiero) e Francesco Rossi (Goffredo/Itulbo), baritono Armando Latour (Ernesto)}
> 26 Dicembre 1840, Sabato
ripresa nell'Imperial Regio Teatro degli Avvalorati di Livorno di "Un'avventura di Scaramuccia", melodramma comico in 2 atti di Luigi Ricci, libretto di Felice Romani, dirige Vincenzo Bianchi, sostituto Agostino Giannelli, 1° violino Alfonso Puccetti, maestro del coro Alessandro Betti, regia di Fabio Campana {soprani Carlotta Bondi (Sandrina) e Maria Bigazzi (Elena), contralto "en travesti" Giovanna Pozzolini (contino Enrico Pontigny), tenori buffo Bartolomeo De Gattis (Lelio), buffo Luigi Bigozzi (Domenico), Francesco Corazzari (visconte St.-Vallier) e Gaetano Nerozzi (staffiere), bassi Guglielmo Gruis/Giuseppe Mariannini (Scaramuccia) e buffo Leopoldo Cini (Tommaso)}
> 19 Giugno 1841, Sabato
première nel Teatro Apollo di Venezia di "Giulio d'Este" ("Il postiglione di Longjumeau"), dramma tragico per musica (tragedia lirica) in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Augusto Cesare (Carlo Alberto) Monteverde, dirige Casimiro Zerilli (maestro al cembalo) {soprani Emilia Goggi (Diomira) e Marietta Locatelli (Matilde), tenore Giovanni Battista Pancani (Giulio d'Este), bassi Paolo Bartolini (Roberto d'Este), Giovanni Rizzi (Alfredo) e Baldassare Mirri (Guiscardo)}
> 28 Agosto 1841, Sabato
prima rappresentazione (successo) nell'Imperial Regio Teatro degli Avvalorati di Livorno di "Giulio d'Este" ("Il postiglione di Longjumeau"), dramma tragico per musica (tragedia lirica, revisione) in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Augusto Cesare (Carlo Alberto) Monteverde, dirige Giuseppe Doglia {soprani Emilia Goggi (Diomira) e Marina Combi (Matilde), tenori Luigi Mirri (Riccardo), Giovan Battista Milesi (Federico) e Raffaele Monti (Giulio d'Este), bassi Giovan Battista Bartolini (Roberto d'Este), Gaspero Pozzolini (Alfredo) e Baldassarre Mirri (Guiscardo)}
> 6 Ottobre 1841, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro Grande di Trieste di "Giulio d'Este" ("Il postiglione di Longjumeau"), dramma tragico per musica in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Carlo Alberto Monteverde {soprani (Diomira) e (Matilde), tenori (Riccardo), (Federico) e (Giulio d'Este), bassi (Roberto), (Alfredo) e (Guiscardo)}
> 8 Ottobre 1841, Venerdì
prima rappresentazione nel Teatro Grande di Trieste di "Giulio d'Este" ("Il postiglione di Longjumeau"), dramma tragico per musica in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Augusto Cesare (Carlo Alberto) Monteverde, dirige Alessandro Scaramelli (1° violino), concertatore Luigi Ricci, maestro del coro Francesco Desirò, scenografia di Pietro Pupilli {soprani Giuseppina Strepponi (Diomira) e Luigia Olivieri (Matilde), tenore Lorenzo Salvi (Giulio d'Este), bassi Cesare Badiali (Roberto d'Este), Giuseppe Lovato (Alfredo) e Secondo Torre (Guiscardo)}
> 21 Marzo 1842, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro Valle di Roma di "Giulio d'Este" ("Il postiglione di Longjumeau"), dramma tragico per musica in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Augusto Cesare (Carlo Alberto) Monteverde, dirige Emilio Angelini (1° violino) {soprani Emilia Goggi (Diomira) e (Matilde), tenore Giovanni Battista Pancani (Giulio d'Este), bassi Francesco Frizzi (Roberto d'Este), Alessandro Ragusi (Alfredo) e Baldassarre Mirri (Guiscardo)}
> 1 Giugno 1842, Mercoledì
première (successo) nel Teatro della Pergola di Firenze di "Vannina d'Ornano", dramma lirico in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Francesco Guidi, dirige Alamanno Biagi, concertatore Pietro Romani, scenografia di Giovanni Gianni e Gaetano Piattoli {soprani Teresa Brambilla (Vannina d'Ornano) e Amalia Patriossi (Maria), tenori Giacomo Roppa (Vivaldi) e Gaetano Coccetti (Guasco), baritono Domenico Cosselli (Sampiero Bastelica), basso Alessandro Giacchini (Antonio Sanfiorenzo)}
> 15 Luglio 1843, Sabato
prima rappresentazione (successo, per l'Accademia dei Fulgidi) nell'Imperial Real Teatro Rossini di Livorno di "Vannina d'Ornano", tragedia lirica in 3 parti di Fabio Campana, libretto di Francesco Guidi, dirige il compositore, scenografia di Giovanni Gianni {soprani Teresa Brambilla (Vannina d'Ornano) e Carolina Vasoli (Maria), tenori Giacomo Roppa (Vivaldi) e Giuseppe Bertini (Guasco), baritono Sebastiano Ronconi (Sampiero Bastelica), basso Alessandro Giacchini (Antonio Sanfiorenzo)}
> 29 Aprile 1844, Lunedì
première nel Teatro della Torre Argentina (Teatro Argentina) di Roma di "Luisa di Francia", dramma lirico di Fabio Campana, libretto di Francesco Guidi {soprano (), baritono Filippo Colini (Luigi XIV)}
> 6 Marzo 1845, Giovedì
prima esecuzione nel Palazzo Torlonia (in Borgo Nuovo) di Roma di "Stabat Mater", corale sacro in 1 parte per 4 voci, coro e orchestra (2° versione, revisione in 10 pezzi: I.Introduzione: Stabat mater, andantino moderato in si bemolle maggiore, II.Aria: Cujus animum, lento maestoso in la bemolle maggiore, III.Duetto: Quis est homo, largo in mi maggiore, IV.Aria: Pro peccatis suæ gentis, allegro maestoso in la minore, tempo meno mosso in la maggiore, V.Coro e recitativo: Eja Mater, andante mosso in fa maggiore, VI.Quartetto: Sancta mater, allegretto moderato in la bemolle maggiore, VII.Cavatina: Fac ut portem, andante grazioso in mi maggiore, VIII.Aria e coro: Inflammatus, andante maestoso in do minore, IX.Quartetto: Quando corpus morietur, andante in sol minore, X.Finale: Amen, allegro in sol minore) di Gioachino Rossini (da Jacopone da Todi), dirige Fabio Campana {soprano Carlotta Gruitz, contralto Teresa Salandri, tenore Pietro Caldani, basso Alari}
> 25 Gennaio 1846, Domenica
prima rappresentazione nel Teatro del Vecchio Giardinetto di Livorno di ""Giulio d'Este"" (""Il postiglione di Longjumeau""), dramma tragico per musica (tragedia lirica) in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Augusto Cesare (Carlo Alberto) Monteverde, dirige Matteo Puppi (1° violino), concertatore Ettore Fiori, maestro del coro Franco E. Nanes, scenografia di Giuseppe Orlandi {dilettanti: soprani L.R.Pucci (Diomira) e Luigia Tonelli (Matilde), tenore Giorgio Toggio (Giulio d'Este), bassi Alessandro Belliti (Roberto d'Este), (Alfredo) e Eufemio Bellini (Guiscardo)}
> 6 Novembre 1850, Mercoledì
premières nel Teatro Comunale di Bologna di "Mazeppa", dramma lirico in 4 parti di Fabio Campana, libretto di Achille de Lauzières-Thémines (da George Gordon Byron), dirige Giuseppe Manetti (1° violino), concertatore Cesare Aria, maestro del coro Gaetano Gaspari, scenografia di Luigi Martinelli, Francesco Bortolotti, Giuseppe Badiali, Valentino Solmi e Camillo Leoni {soprani Marianna Barbieri-Nini (Teresa) e Ginevra Baruzzi (Gilda), tenore Settimio Malvezzi (Mazeppa), baritono Gaetano Ferri (Casimiro), bassi Serafino Panzini (Wanba) e Giacomo Bartoli (Lansko)} e di "Gli afgani", ballo storico di Egidio Priora, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Bolelli (1° violino)
> 26 Aprile 1860, Giovedì
première nell'Her Majesty's Theatre in the Haymarket di Londra di "Almina", dramma lirico in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Achille de Lauzières-Thémines, dirige Luigi Arditi {soprano Marietta Piccolomini (Almina)}
> 20 Dicembre 1869, Lunedì
première nel Teatro Italiano (Imperatorskij Dvortsa) di San Pietroburgo di "Esmeralda", dramma lirico in 4 atti di Fabio Campana, libretto di Giorgio Tommaso Cimino (da Victor Hugo: "Notre Dame de Paris") {soprano Carolina Volpi (Esmeralda), tenori Alessandro Bettini (Phoebus) e (Gringoire), baritono (arcidiacono Frollo), basso (Quasimodo)}
> 26 Dicembre 1873, Venerdì
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Trieste di "Esmeralda", dramma lirico in 4 atti di Fabio Campana, libretto di Giorgio Tommaso Cimino (da Victor Hugo: "Notre Dame de Paris") {soprano (Esmeralda), tenori (Phoebus) e (Gringoire), baritono (arcidiacono Frollo), basso (Quasimodo)}
> 19 Maggio 1874, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro Mercadante (ex-Fondo) di Napoli di "Esmeralda", melodramma in 4 atti di Fabio Campana, libretto di Giorgio Tommaso Cimino (da Victor Hugo: "Notre Dame de Paris") {soprani Ida Cristino (Esmeralda), Emilia Rossi (Estella) e Emilia Wolff (vecchia), tenori Vincenzo Montanari (Febo) e Gennaro Ross (frate), baritono Placido Cabella (arcidiacono Claudio), basso Marco Arati (Tristano)}
> 2 Febbraio 1882, Giovedì
muore a Londra il compositore, regista lirico, direttore d'orchestra e maestro di canto Fabio Campana