L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 58

< Precedente
Pagina 1 di 3
Successiva >

> 28 Novembre 1811, Giovedì
nasce a Tagliuno (Bergamo) il basso Ignazio Marini
> 13 Giugno 1833, Giovedì
première (successo) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Il contrabbandiere", melodramma in 2 atti di Cesare Pugni, libretto di Felice Romani {soprano Elisa Orlandi (), contralto Giacomino (), tenore Francesco Pedrazzi (), bassi Ignazio Marini (contrabbandiere) e Giuseppe Frezzolini ()}
> 13 Luglio 1833, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Il falegname di Livonia", dramma giocoso (melodramma) in 2 atti di Giovanni Pacini, libretto di Felice Romani (da Alexandre-Vincent Pineux-Duval: "Le menusier de Livonie ou Les illustres voyageurs") {soprani Elisa Orlandi (Catterina) e (Sofia), contralto Giacomino (madama Fritz), tenore Augusto Ferretti (Pietro il Grande), bassi Ignazio Marini (Birman) e Carlo Cambiaggio (Carlo)}
> 3 Agosto 1833, Sabato
ripresa (successo) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Elisa e Claudio ossia L'amore protetto dall'amicizia", melodramma semiserio in 2 atti, 9 quadri, 29 scene e 14 numeri di Saverio Mercadante, libretto di Luigi Romanelli (da Filippo Casari: "Rossella ossia Amore e crudeltà") {soprano Elisa Orlandi (Carlotta), mezzosoprani (Silvia) e Giacomino (Elisa), tenori Augusto Ferretti (Claudio), (Luca) e (Celso), bassi Ignazio Marini (conte Arnoldo) e buffo Carlo Cambiaggio (marchese Tricotazio)}
> 27 Agosto 1833, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Emma di Fondi", opera buffa di De Moyana, libretto di Calisto [Callisto] Bassi {soprano Elisa Orlandi (Emma), tenore Augusto Ferretti (), bassi Ignazio Marini () e Carlo Cambiaggio ()}
> 9 Aprile 1834, Mercoledì
ripresa nel Teatro della Canobbiana di Milano di "La prova di un'opera seria" ("Le prove di un'opera seria", rifacimento di "La prima prova dell'opera Gli Orazi e i Curiazi" in 1 atto), melodramma giocoso (1° versione) in 2 atti di Francesco Gnecco, libretto del compositore (da Giulio Artusi) {soprano (Checchina), contralto Adelaide Schiassetti (Corilla Tortorini), mezzosoprano (Violante Pescarelli), tenori Scheggi (Federico Mordente) e (Fischietto/Pippetto), baritono (Don Grilletto Pasticci), bassi Giovanni Battista Binaghi (Campanone) e Ignazio Marini (Don Fastidio Frivella)}
> 26 Aprile 1834, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro della Canobbiana di Milano di "L'orfana della selva" ("L'orfano della selva", "L'orphelin de la forêt"), opera buffa di Carlo Coccia, libretto di Gaetano Rossi {soprani Lina Roser Balfe (orfana Mina) e Adelaide Schiassetti (Feniska), tenore Scheggi (Oscar), bassi Giovanni Battista Binaghi (Ferosko), Ignazio Marini (Birbof) e Vincenzo Galli (Koli)}
> 15 Maggio 1834, Giovedì
ripresa nel Teatro alla Scala di Milano di "Norma", tragedia lirica in 2 atti, 5 quadri e 14 numeri scenici di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani ("Medea in Corinto", "La sacerdotessa d'Irminsul" e da Alexandre Soumet: "Norma ou L'infanticide") {soprani drammatico (Adalgisa) e (Clotilde), mezzosoprano drammatico coloratura Maria Malibran (Norma), tenori lirico-eroico Domenico Reina (Pollione) e buffo (Flavio), basso serio Ignazio Marini (Oroveso)}
> 24 Maggio 1834, Sabato
ripresa nel Teatro alla Scala di Milano di "Otello ossia Il moro di Venezia", dramma tragico per musica (1° versione) in 3 atti di Gioachino Rossini, libretto di Francesco Maria Berio di Salsa (da William Shakespeare: "Othello, the Moor of Venice") {soprano (addio alle scene) Maria Malibran (Desdemona), mezzosoprano Felicita de Baillou-Hillaret (Emilia), tenori Domenico Reina (Otello), Ruiz Garcia (Rodrigo) e Napoleone Marconi (doge), baritono Michael William [Guglielmo] Balfe (Jago), basso Ignazio Marini (Elmiro)}
> 8 Novembre 1834, Sabato
premières (per il Pio Istituto Filarmonico) nel Teatro alla Scala di Milano di "Quanti casi in un sol giorno!", farsa musicale (melodramma) in 2 parti di Giovanni Battista Croff, libretto di Giulio Artusi, dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Filippo Luchini {soprano Almerinda Manzocchi (Lisetta), mezzosoprano Felicita De Bayllou Hilaret (Carlotta), tenori Antonio Poggi (Astolfo), Napoleone Marconi (aiutante) e Ranieri [Rainieri] Pocchini [Pochini] Cavalieri (Finocchio), bassi Domenico Spiaggi (Alberto), Vincenzo Galli (Fagotto) e Ignazio Marini (Roberto)} e di "La festa della rosa", balletto di Livio Morosini, soggetto e coreografia del compositore
> 25 Novembre 1834, Martedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "La gioventù di Enrico V", melodramma in 4 atti (parti) di Saverio Mercadante, libretto di Felice Romani (da William Shakespeare: "Henri V"), dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Filippo Luchini, coreografia di Livio Morosini, scenografia di Baldassare Cavallotti e Domenico Menozzi {soprano Giuseppina Leva Leon (Martinn), mezzosoprano Almerinda Marzocchi (Elisa), tenori Domenico Reina (Arturo di Northumberland), Raineri Pochini (re d'armi) e Napoleone Marconi (sceriffo), baritono Giovanni Orazio Cartagenova (Enrico di Galles), bassi Ignazio Marini (Lord Arcourt), buffo Vincenzo Galli (Sir John Falstaff) e Domenico Spiaggi (principe di Lancastro)}
> 26 Dicembre 1834, Venerdì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Gemma di Vergy", opera seria (tragedia lirica) in 2 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Giovanni Emanuele Bidera (da Alexandre Dumas "père": "Charles VII chez ses grands vassaux"), dirige Eugenio Cavallini (1° violino) scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprano Giuseppina Ronzi De Begnis (Gemma), mezzosoprano Felicita de Baillou-Hillaret (Ida), tenore Domenico Reina (Tamas), baritono Giovanni Orazio Cartagenova (conte Vergy), bassi Ignazio Marini (Guido) e Domenico Spiaggi (Rolando)}
> 20 Aprile 1835, Lunedì
première (insuccesso) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Ildegonda e Rizzardo", opera in 3 atti di Luigi Somma, libretto di Giuseppe Sapio (da Tommaso Grossi: "Ildegonda") {soprani Sofia Dall'Oca-Schoberlechner (Ildegonda) e (Clotilde), tenori Carlo Trezzini (Rizzardo) e Giuseppe Vaschetti (Ernesto), bassi Ignazio Marini (Ildebrando) e Vincenzo Galli (Roggiero)}
> 30 Aprile 1835, Giovedì
première nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Leocadia", opera romantica (melodramma serio) in 2 atti di Lauro Rossi, libretto di Eugenio Cavallini (da Eugène Scribe e Anne-Honoré-Joseph Duveyrier "Mélesville": "Léocadie"), dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Filippo Luchini, coreografia di Carlo Blasis, scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprano Sofia Dall'Oca-Schoberlechner (Leocadia), mezzosoprano Felicita De Bayllou Hilaret (Sancetta), tenore Alexander Timoleone (col.Don Carlo), bassi Carlo Marcolini (Crespo), Pietro Rodda (Don Fernando D'Aveyro) e Ignazio Marini (Filippo di Leiras/servo)}
> 30 Giugno 1835, Martedì
prima rappresentazione (successo) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Mosè" ("Mosè e Faraone o Il passaggio del mar Rosso", "Moïse et Pharaon ou Le passage de la Mer Rouge", rifacimento di "Mosè in Egitto"), melodramma sacro in 4 atti di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Balocchi e Victor-Joseph-Étienne de Jouy (da Andrea Leone Tottola), traduzione italiana e adattamento di Calisto [Callisto] Bassi {soprani Sofia Dall'Oca-Schoberlechner (Anaide) e Grassi-Gigli (Sinaide), mezzosoprano (Maria), tenori Domenico Reina (Elisero), (Amenofi) e (Aufide), bassi Carlo Marcolini (Mosè), Ignazio Marini (Faraone) e (Osiride/voce misteriosa-interna)}
> 26 Dicembre 1835, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "I puritani", melodramma serio (1° versione) in 3 parti, 18 scene e 12 numeri di Vincenzo Bellini, libretto del conte Carlo Pepoli (da Walter Scott: "Old Mortality" e da Jacques-François Ancelot & Joseph-Xavier-Boniface de Saintine: "Têtes rondes et Cavaliers"), dirige Eugenio Cavallini (1°violino), scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani drammatico Felicita De Bayllou Hilaret (Enrichetta di Villa Forte-Henriette de France) e lirico-drammatico coloratura Sofia Dall'Oca-Schoberlechner (Elvira Valton), tenori eroico Antonio Poggi (Lord Arturo Talbo-Arthur Talbot) e (Sir Bruno Robertson), baritono eroico Carlo Marcolini (Sir Riccardo-Richard Forth), bassi serio Bartolomeo Mignani (Gualtiero) e Ignazio Marini (Sir Giorgio-George Valton)}
> 30 Dicembre 1835, Mercoledì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Maria Stuarda" ("Buondelmonte"), tragedia lirica (melodramma serio, 2° versione "Malibran") in 2 atti, 4 parti e 19 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Giuseppe Bardari (da Friedrich Schiller: "Maria Stuart" nella traduzione italiana di Andrea Maffei, da Federico Della Valle: "La reina di Scotia" e da Vittorio Alfieri), revisione di Calisto [Callisto] Bassi, dirige Eugenio Cavallini (1° violino) scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani Maria Malibran (Maria) e Giacinta Puzzi Toso (Elisabetta), mezzosoprano Teresa Moja (Anna), tenori Domenico Reina (Roberto Leicester) e (araldo), bassi Ignazio Marini (Giorgio Talbot) e Pietro Novelli (Lord Guglielmo Cecil)}
> 23 Febbraio 1836, Martedì
première (insuccesso) nel Teatro alla Scala di Milano di "Giovanna Gray", tragedia lirica in 3 atti (parti) di Nicola Vaccai, libretto del conte Carlo Pepoli, dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestro al cembalo Giacomo Panizza, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Filippo Luchini, coreografia di Livio Morosini, scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {mezzosoprani (addio alle scene scaligere) Maria Malibran (Giovanna Gray) e Felicita de Baillou-Hillaret (Anna), tenori Domenico Reina (Lord Guilford) e Napoleone Marconi (Arturo), bassi Ignazio Marini (Enrico Gray), Carlo Marcolini (Giovanni Dudley) e Bartolomeo Mignani (lord cancelliere)}
> 12 Marzo 1836, Sabato
ripresa nel Teatro alla Scala di Milano di "Il dissoluto punito ossia Il Don Giovanni" K.527, opera buffa (dramma giocoso-semiserio per musica) in 2 atti, 4 parti, 36 scene e 26 numeri di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Lorenzo Da Ponte (da Gabriel Téllez Tirso de Molina, da Molière e da Giovanni Bertati: "Don Giovanni Tenorio o sia Il convitato di pietra") {soprani (Donna Elvira), (Donna Anna) e (Zerlina), tenore (Don Ottavio), baritono Ignazio Marini (Don Giovanni), bassi (Leporello), (Masetto) e (Commendatore)}
> 6 Novembre 1837, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "I briganti", melodramma serio con musica (2° versione) in 3 atti di Saverio Mercadante, libretto di Jacopo [Giacomo] Crescini (da Friedrich Schiller: "Die Räuber"), dirige il compositore {soprano Desiderata Derancourt/Angela Carolina Pochini/Teresa Strinasacchi Avogadro (Amelia), contralto Marietta Brambilla/Angela Vegetti (Teresa), tenori Giovanni Paganini (Ermanno) e Giovanni Angioletti/Giovanni Storti (Rollero), baritono Ignazio Marini (Massimiliano), bassi Giovanni Orazio Cartagenova/Sebastiano Ronconi (Corrado) e Giovanni Quattrini (Bertrando)}
> 26 Dicembre 1837, Martedì
premières nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Rosmunda in Ravenna", dramma tragico in 2 atti e 17 scene di Giuseppe Lillo, libretto di Luisa Amalia Paladini, dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Teresa Moja (Eugilde) e Carolina Ungher-Sabatier (Rosmunda), tenori Napoleone Moriani (Almachilde) e Alessandro Giacchini (Menete), baritono Giorgio Ronconi (Itulbo), basso Ignazio Marini (Idobaldo)} e di "Il ratto delle donzelle veneziane", ballo serio in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Girolamo Capitanio (1° violino) {ballerine Amalia Lumelli (Margherita), Amalia Brugnoli Samengo, Marietta Pecci e Emilia Castelli (passo a tre), ballerini Francesco Ramaccini (Pietro Candiano), Antonio Coppini (Marco Foscari), Antonio Ramaccini (Antonio), Domenico Segarelli (Marino), Domenico Mattis, Tommaso Ferrante e Antonio Pallerini (passo a tre)}
> 6 Gennaio 1838, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""I puritani"", melodramma serio (1° versione) in 3 parti, 18 scene e 12 numeri di Vincenzo Bellini, libretto del conte Carlo Pepoli (da Walter Scott: ""Old Mortality"" e da Jacques-François Ancelot & Joseph-Xavier-Boniface de Saintine: ""Têtes rondes et Cavaliers""), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Francesco Bagnara {soprani drammatico Teresa Moja (Enrichetta di Villa Forte-Henriette de France) e lirico-drammatico coloratura Eugenia Savorani-Tadolini (Elvira Valton), tenori eroico Napoleone Moriani (Lord Arturo Talbo-Arthur Talbot) e Alessandro Giacchini (Sir Bruno Robertson), baritono eroico Giorgio Ronconi (Sir Riccardo-Richard Forth), bassi serio Ignazio Marini (Sir Giorgio-George Valton) e serio Domenico Raffaeli (Lord Gualtiero Valton-Walter Walton)} e prima rappresentazione di ""Danze"", dirige Antonio Gallo (1° violino) {ballerine Amalia Brugnoli Samengo (passo a due/stirien), Amalia Lumelli (cracovienne) e Marietta Pecci (passo a tre), ballerini Domenico Mattis (passo a due/stirien), Tommaso Ferrante e Antonio Pallerini (passo a tre)}
> 21 Gennaio 1838, Domenica
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""La silfide"", ballo mitologico in 2 parti di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore, dirige Girolamo Capitanio (1° violino) {ballerine Amalia Brugnoli Samengo (silfide), Emilia Castelli (Effie), Maria Cecchetti (Anna), Ester Bellini (Madge) e Marietta Pecci (figurato), ballerini Domenico Mattis (James) e Francesco Ramaccini (Gurn)} e replica di ""I puritani"", melodramma serio (1° versione) in 3 parti, 18 scene e 12 numeri di Vincenzo Bellini, libretto del conte Carlo Pepoli (da Walter Scott: ""Old Mortality"" e da Jacques-François Ancelot & Joseph-Xavier-Boniface de Saintine: ""Têtes rondes et Cavaliers""), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Francesco Bagnara {soprani drammatico Teresa Moja (Enrichetta di Villa Forte-Henriette de France) e lirico-drammatico coloratura Eugenia Savorani-Tadolini (Elvira Valton), tenori eroico Napoleone Moriani (Lord Arturo Talbo-Arthur Talbot) e Alessandro Giacchini (Sir Bruno Robertson), baritono eroico Eugenio Pizzolato (Sir Riccardo-Richard Forth), bassi serio Ignazio Marini (Sir Giorgio-George Valton) e serio Domenico Raffaeli (Lord Gualtiero Valton-Walter Walton)}
> 13 Febbraio 1838, Martedì
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Parisina" ("Parisina d'Este"), tragedia lirica (opera seria) in 3 atti e 23 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Matteo Bandello, da George Gordon Byron, traduzione italiana di Andrea Maffei e da Edward Gibbon: "Antiquities of the House of Brunswich"), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Carolina Ungher-Sabatier (Parisina) e Teresa Moja (Imelda), tenore Napoleone Moriani (Ugo), baritono Giorgio Ronconi (Azzo), basso Ignazio Marini (Ernesto)} e replica di "La silfide", ballo mitologico in 2 parti di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore, dirige Girolamo Capitanio (1° violino) {ballerine Amalia Brugnoli Samengo (silfide), Emilia Castelli (Effie), Maria Cecchetti (Anna), Ester Bellini (Madge) e Marietta Pecci (figurato), ballerini Domenico Mattis (James) e Francesco Ramaccini (Gurn)}
> 10 Marzo 1838, Sabato
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Le due illustri rivali", melodramma (1° versione) in 3 atti e 22 scene di Saverio Mercadante, libretto di Gaetano Rossi, dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, scenografia di Francesco Bagnara {soprani Teresa Moja (Enellina), Eugenia Savorani-Tadolini (Elvira) e Carolina Ungher-Sabatier (Bianca), tenori Achille Ballestracci (Alvaro d'Olivarez) e Napoleone Moriani (Armando di Foix), baritono Domenico Raffaeli (Inigo), basso Ignazio Marini (Gusmano)} e replica di "La silfide", ballo mitologico in 2 parti di Antonio Cortesi, soggetto e coreografia del compositore, dirige Girolamo Capitanio (1° violino) {ballerine Amalia Brugnoli Samengo (silfide), Emilia Castelli (Effie), Maria Cecchetti (Anna), Ester Bellini (Madge) e Marietta Pecci (figurato), ballerini Domenico Mattis (James) e Francesco Ramaccini (Gurn)}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 |