L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 106

< Precedente
Pagina 1 di 5
Successiva >

> 10 Aprile 1927, Domenica
nasce a Lima il tenore di grazia Luis Ernesto Alva Talledo "Luigi Alva
> 26 Dicembre 1955, Lunedì
inaugurazione del Teatro della Piccola Scala (arch.Piero Portaluppi e Marcello Zavelani Rossi, 600 posti) di Milano con la prima rappresentazione di "Il matrimonio segreto", melodramma giocoso (opera buffa, 2° versione) in 2 atti, 5 quadri e 20 numeri di Domenico Cimarosa, libretto di Giovanni Bertati (da George Colman sr. & David Garrick: "The Clandestine Marriage", da Marie-Jeanne Laboras de Mezières-Riccoboni: "Sophie ou Le mariage caché" e dal visconte Joseph-Alexandre Pierre de Ségur: "Le mariage clandestin"), dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia di Giorgio Strehler, scenografia di Damiano Damiani {soprani leggero coloratura Graziella Sciutti (Carolina) e leggero soubrette Eugenia Ratti (Elisetta), mezzosoprano leggero-buffo Giulietta Simionato (Fidalma), tenore lirico-leggero Luigi Alva (Paolino), baritoni lirico-leggero Franco Calabrese (conte Robinson) e buffo Carlo Badioli (Geronimo)}
> 27 Gennaio 1956, Venerdì
prima rappresentazione (in serata di gala per il bicentenario della nascita del compositore) nel Teatro della Piccola Scala di Milano di ""Così fan tutte ossia La scuola degli amanti"" K.588, opera buffa (dramma giocoso) in 2 atti, 34 scene e 31 numeri di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Lorenzo Da Ponte (da Ovidio: ""Metamorphosis"" e da Giovanni Battista Casti: ""La grotta di Trofonio""), direzione e regia di Guido Cantelli, maestro del coro Norberto Mola, scenografia di Eugene Berman {soprani drammatico coloratura Elisabeth Schwarzkopf (Fiordiligi) e lirico coloratura soubrette (debutto) Graziella Sciutti (Despina), mezzosoprano drammatico Nan Merriman (Dorabella), tenore lirico Luigi Alva (Ferrando), baritono lirico Rolando Panerai (Guglielmo), basso buffo Franco Calabrese (Don Alfonso)}
> 16 Febbraio 1956, Giovedì
ripresa nel Teatro alla Scala di Milano di "Il barbiere di Siviglia", dramma giocoso (dramma comico, melodramma buffo) in 2 atti, 4 quadri e 19 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Cesare Sterbini (da Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais: "Le barbier de Séville ou La précaution inutile" e da Giuseppe Petrosellini), dirige Carlo Maria Giulini, maestro del coro Norberto Mola, regia di Carlo Piccinato, coreografia di George Balanchine, scenografia di Mario Vellani Marchi {soprano lirico coloratura Maria Callas (Rosina), mezzosoprano Anna Maria Canali (Berta), tenori lirico Luigi Alva (Almaviva) e Giuseppe Nessi (uffiziale/Ambrogio), baritono lirico Tito Gobbi (Figaro), bassi buffo Melchiorre Luise (Don Bartolo), serio profondo Nicola Rossi-Lemeni (Don Basilio) e Pierluigi Latinucci (Fiorello)}
> 10 Marzo 1956, Sabato
première nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "L'ipocrita felice" (rifacimento di "Lord Inferno"), opera in 1 atto di Giorgio Federico Ghedini, libretto di Franco Antonicelli (da Max Henry Beerbohm: "The Happy Hypocrite"), maestro del coro Norberto Mola, regia di Margherita Wallmann, scenografia di Georges Wakhévitch {soprani Giuseppina Arnaldi (Jenny Mere) e Graziella Sciutti (nano), mezzosoprano Anna Maria Canali (Gambogi), tenori Franco Ricciardi (fioraio) e Antonio Pirino (Garble), baritono Tito Gobbi (Lord Inferno/Paradiso), basso Silvio Maionica (Aeneas), recitante Ferrando Ferrari (narratore)} e prime rappresentazioni di "Apollon Musagète", balletto classico (2° versione) in 2 scene per archi di Igor Stravinsky, soggetto di Adolph Bolm, coreografia di Serge Lifar (da Adolph Bolm), scenografia di Giorgio De Chirico {ballerina Nina Yyroubova (Tersicore), Claire Sombert (Polimnia) e Gayle Spear (Calliope), ballerino Youly Algarov (Apollo)} e di "El retablo de maese Pedro" ("Il teatrino di mastro Pietro"), opera per marionette in 1 atto e 6 scene (quadri: 1.Corte di Carlo Magno, 2.Melisendra, 3.Supplizio del moro, 4.Pirenei, 5.Fuga, 6.Inseguimento) di Manuel De Falla, libretto del compositore (da Miguel de Cervantes Saavedra: "El ingenioso hidalgo don Quijote de la Mancha"), traduzione ritmica italiana di Rinaldo Küfferle, regia di Franco Enriquez, scenografia di Nicola Benois {soprano Teresa Querol (cantastorie-turcimanno), tenore Luigi Alva (mastro Pietro), basso Italo Tajo (Don Chisciotte), mimi-marionette (Melisendra, Don Gafeiros, re Marsilius e Sancho Pancha) di Vittorio Podrecca}, dirige Antonino Votto
> 24 Aprile 1956, Martedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "I sette peccati", mistero musicale coreografico in 1 atto di Antonio Veretti, soggetto e coreografia di Janine Charrat, scenografia di Mario Chiari {ballerine Olga Amati, e Tamara Toumanova, ballerini Ugo Dell'Ara, Giulio Perugini, Mario Pistoni e Roberto Fascilla} e ripresa di "Pagliacci", dramma lirico in 1 prologo e 2 atti di Ruggero Leoncavallo, libretto del compositore, maestro del coro Norberto Mola, regia di Franco Enriquez, scenografia di Piero Zuffi {soprano leggero coloratura Clara Petrella (Nedda-Colombina), tenori lirico Giuseppe Di Stefano (Canio-Pagliaccio) e buffo Luigi Alva (Peppe-Arlecchino), baritoni Enzo Sordello (Silvio) e eroico Aldo Protti (Tonio-Taddeo)}, dirige Nino Sanzogno
> 11 Maggio 1956, Venerdì
prima rappresentazione nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "Il Mitridate Eupatore", opera tragica (2° versione) in 3 atti di Alessandro Scarlatti (ricostruzione di Giuseppe Piccioli), libretto del conte Girolamo Frigimelica Roberti (da Eschilo: "Coefore", da Sofocle: "Elettra" e da Euripide: "Elettra"), regia di Margherita Wallmann, scenografia di Veniero Colasanti {soprano Victoria De Los Angeles (Laodice), mezzosoprano Giulietta Simionato (Stratonica), contralto Jolanda Gardino (Issicratea/Antigono), tenori Ferrando Ferrari (Mitridate), Giuseppe Zampieri (Nicodemo-Nicomede) e Aldo Bertocci (Pelopida), baritono Romano Roma (Farnace)} e ripresa di "Rita" ("Rita ou Le mari battu", "Deux hommes et une femme"), opera comica in 1 atto di Gaetano Donizetti, libretto di Jean-Nicolas van Nieuwenhuysen "Gustave Vaëz" {soprano Eugenia Ratti (Rita), tenori Luigi Alva (Beppe) e Giuseppe Nessi (Bortolo), baritono Renato Capecchi (Gasparo)}, dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola
> 16 Maggio 1956, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "Il crescendo" ("Le crescendo"), farsa (opera buffa "imité de l'Italien") in 1 atto e 3 scene di Luigi Cherubini, libretto di Charles-Augustin de Bassompierre "Sewrin", traduzione italiana di Guido Confalonieri, dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia di Sandro Bolchi, scenografia di Nicola Benois {soprano Gianna D'Angelo (Sofia), tenori Luigi Alva (Alfonso) e Franco Ricciardi (Bloum), baritono Renato Capecchi (Filippo) il basso Paolo Montarsolo (Frankenstein)}
> 17 Giugno 1956, Domenica
prima rappresentazione nell'Akademietheater di Vienna di "Il matrimonio segreto", melodramma giocoso (opera buffa, 2° versione) in 2 atti, 5 quadri e 20 numeri di Domenico Cimarosa, libretto di Giovanni Bertati (da George Colman sr. & David Garrick: "The Clandestine Marriage", da Marie-Jeanne Laboras de Mezières-Riccoboni: "Sophie ou Le mariage caché" e dal visconte Joseph-Alexandre Pierre de Ségur: "Le mariage clandestin"), dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia di Giorgio Strehler, scenografia di Damiano Damiani {soprani leggero coloratura Graziella Sciutti (Carolina) e leggero soubrette Eugenia Ratti (Elisetta), mezzosoprano leggero-buffo Giulietta Simionato (Fidalma), tenore lirico-leggero Luigi Alva (Paolino), baritoni lirico-leggero Franco Calabrese (conte Robinson) e buffo Carlo Badioli (Geronimo)}
> 1 Luglio 1956, Domenica
prima rappresentazione radiofonica nell'Auditorium RAI (Radio Audizioni Italiane) di Milano di "Paride ed Elena", dramma per musica in 5 atti di Christoph Willibald Gluck, libretto di Ranieri de' Calzabigi (da Ovidio: "Heroides"), dirige Fulvio Vernizzi {soprani Bruna Rizzoli (Elena) e Gianna Maritati (Pallade), tenori Luigi Alva (Paride), (Amore/Cupido/Erasto) e (troiano)}
> 10 Gennaio 1957, Giovedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di ""Caino"", tragedia lirica in 1 atto di Felice Lattuada, libretto del compositore e G.Zambianchi (da George Gordon Byron: ""Cain""), regia di Mario Frigerio, scenografia di Nicola Benois {soprano Cesy Broggini (Ada), mezzosoprano Gabriella Carturan (Eva), tenore Aldo Bertocci (Abele), baritoni Dino Dondi (Caino) e Costantino Ego (Adamo)} e ripresa di ""Pagliacci"", dramma lirico in 1 prologo e 2 atti di Ruggero Leoncavallo, libretto del compositore, regia di Franco Enriquez, scenografia di Piero Zuffi {soprano leggero coloratura Eugenia Ratti (Nedda-Colombina), tenori lirico Franco Corelli (Canio-Pagliaccio) e buffo Luigi Alva (Peppe-Arlecchino), baritoni Enzo Sordello (Silvio) e eroico Romano Roma (Tonio-Taddeo)}, dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola
> 18 Gennaio 1957, Venerdì
ripresa nel Teatro della Piccola Scala di Milano di ""Il matrimonio segreto"", melodramma giocoso (opera buffa, 2° versione) in 2 atti, 5 quadri e 20 numeri di Domenico Cimarosa, libretto di Giovanni Bertati (da George Colman sr. & David Garrick: ""The Clandestine Marriage"", da Marie-Jeanne Laboras de Mezières-Riccoboni: ""Sophie ou Le mariage caché"" e dal visconte Joseph-Alexandre Pierre de Ségur: ""Le mariage clandestin""), dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia di Giorgio Strehler, scenografia di Luciano Damiani {soprani leggero coloratura Eugenia Ratti (Elisetta) e leggero soubrette Graziella Sciutti (Carolina), mezzosoprano leggero-buffo Giulietta Simionato (Fidalma), tenore lirico-leggero Luigi Alva (Paolino), bassi lirico-leggero Franco Calabrese (conte Robinson) e buffo Carlo Badioli (Geronimo)}
> 22 Febbraio 1957, Venerdì
première nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "La donna è mobile", opera buffa in 1 atto e 3 scene di Riccardo Malipiero, libretto di Guglielmo Zucconi (da Massimo Bontempelli: "Nostra Dea"), regia di Franco Enriquez, scenografia di Franco Rognoni {soprani Graziella Sciutti (Dea) e Maria Luisa Gavioli (Orsa), mezzosoprano Fiorenza Cossotto (Nina), tenore Luigi Alva (Marcolfo), baritoni Renato Capecchi (Vulcano) e Dino Mantovani (marito di Orsa), bassi Carlo Badioli (dottore) e Franco Calabrese (Eurialo)} e ripresa di "Il signor Bruschino ossia Il figlio per azzardo" ("I due Bruschini"), farsa giocosa per musica in 1 atto di Gioachino Rossini, libretto di Giuseppe Maria Foppa (da René de Chazet e Maurice Ourry: "Le fils par hazard ou Ruse et folie"), regia di Sandro Bolchi, scenografia di Pierluigi Pizzi {soprano Mariella Adani (Sofia), mezzosoprano Luisa Mandelli (Marianna), tenori Mario Spina (Florville) e Franco Ricciardi (Bruschino figlio), Michele Cazzato (delegato polizia), bassi buffo Paolo Montarsolo (Gaudenzio), Paolo Pedani (Bruschino padre) e Franco Iglesias (Filiberto)}, dirige Gianandrea Gavazzeni
> 11 Marzo 1957, Lunedì
ripresa nel Teatro alla Scala di Milano di "Falstaff", commedia in musica (2° versione) in 3 atti e 6 quadri di Giuseppe Verdi, libretto di Arrigo Boito (da William Shakespeare: "The Merry Wives of Windsor", "King Henry IV", "King Henry V"), direzione e regia di Herbert von Karajan, maestro del coro Norberto Mola, coreografia di Luciana Novaro, scenografia di Giancarlo Bartolini Salimbeni {soprani leggero-lirico coloratura Anna Moffo (Nannetta) e drammatico coloratura Elisabeth Schwarzkopf (Alice Ford), mezzosoprani Fedora Barbieri (Mrs.Quickly) e buffo Anna Maria Canali (Meg Page), tenori leggero-lirico Luigi Alva (Fenton), buffo Renato Ercolani (Bardolfo) e Tommaso Spataro (Cajus), baritoni eroico Tito Gobbi (Falstaff) e Rolando Panerai (Ford), basso buffo Mario Petri (Pistola)}
> 13 Aprile 1957, Sabato
prime rappresentazioni nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "Il campanello" ("Il campanello dello speziale", "Il campanello di notte"), farsa (melodramma giocoso) in 1 atto di Gaetano Donizetti, libretto del compositore (da Léon-Lévy Brunswick "Victor Lhérie" e Mathieu-Barthélémy Troin: "La sonnette de nuit"), regia di Margherita Wallmann, scenografia di Gregorio Sciltian {soprano Giuliana Tavolaccini (Serafina), mezzosoprano Fiorenza Cossotto (Rosa), tenore Angelo Mercuriali (Spiridione), baritono Rolando Panerai (Enrico), basso buffo Fernando Corena (Don Annibale Pistacchio)} e di "Rita" ("Rita ou Le mari battu", "Deux hommes et une femme"), opera comica in 1 atto di Gaetano Donizetti, libretto di Jean-Nicolas van Nieuwenhuysen "Gustave Vaëz", regia di Sandro Bolchi, scenografia di Mario Vellani Marchi {soprano Eugenia Ratti (Rita), tenori Luigi Alva (Beppe) e Giuseppe Nessi (Bortolo), baritono Renato Capecchi (Gasparo)}, dirige Nino Sanzogno
> 22 Maggio 1957, Mercoledì
première nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "Una domanda di matrimonio", opera buffa in 1 atto di Luciano Chailly, libretto di Claudio Fino e Saverio Vertone (da Anton Pavlovich Cechov: "Predlozhenie"), maestro del coro Norberto Mola, regia di Tatiana Pavlova, scenografia di Nicola Benois {soprano lirico Eugenia Ratti (Natalìa Stefànovna), tenore buffo Luigi Alva (Ivàn Vassilièvich Lòmov), baritono Renato Capecchi (Stefàn Stefànovich Shabukov), recitante (artista)} e prime rappresentazioni di "Il vagabondo azzurro" ("La camera dei disegni", "Un balletto per Fulvia", "Divertimento per Fulvia") op.64, balletto per bambini in 1 atto e 9 sezioni (1.Maschere, 2.Fiaba persiana, 3.Bolero, 4.Pastorale, 5.Sport, 6.La principessa adorata, 7.Carillon, 8.Ballata, 9.Galoppo) di Alfredo Casella, soggetto di Aurelio Milloss, coreografia di Luciana Novaro, scenografia di Mario Vellani Marchi {ballerine Leila Cis (1°bambina), Pupa Diaz (2°bambina), Ivonne Ravelli e Gianna Ricci (danza orientale/galop), Lucia Galletti (trio spagnolo), Angela Ravani (trio spagnolo/carillongalop), Gabriella Paravisi, Gabriella Panenti e Serenella Vignelli (siciliana), Ornella Marchianò e Magda Maccecchini (minuetto e musette), Armida Corricelli, Liliana Cosi, Rossana Ferrari e Rosalia Kovacs (berceuse) e Giovanna Lisa (galop), ballerini Bruno Telloli (Pino), Tiziano Mietto (1°bambino), Rocco Quaglia (1°bambino), Luigi Sironi (danza orientale/giga), Walter Venditti (trio spagnolo), Alfredo Caporilli e Giancarlo Morganti (giga)} e di "L'histoire du soldat", balletto (histoire lue, jouée, dansée, storia da leggere, recitare e danzare) in 2 parti, 6 scene e 11 numeri (1.Marche du soldat, 2.Le violon du soldat, 3.Pastorale, 4.Marche royale, 5.Petit concert, 6.Trois danses [tango, valse et ragtime], 7.Danse du diable, 8.Petit choral, 9.Chanson du diable, 10.Grand choral, 11.Marche triomphale) per recitanti, danzatrice e 7 strumenti (clarinetto, fagotto, cornetta, trombone, violino, contrabbasso e batteria) di Igor Stravinsky, soggetto di Charles-Ferdinand Ramuz (da Aleksandr Nikolajevich Afanasjev), regia di Giorgio Strehler, coreografia di John Cranko, scenografia di Nicola Benois {recitante Giancarlo Cobelli (soldat), ballerina Carmen Puthod (princesse), ballerino Roberto Pistone/Roberto Fascilla (diable)}, dirige Nino Sanzogno
> 10 Agosto 1957, Sabato
ripresa (per i Festspiele) nel Festspielhaus di Salisburgo di "Falstaff", commedia lirica (2° versione) in 3 atti e 6 quadri di Giuseppe Verdi, libretto di Arrigo Boito (da William Shakespeare: "The Merry Wives of Windsor", "King Henry IV", "King Henry V"), direzione e regia di Herbert von Karajan, scenografia di G.Bartolini-Salimbeni {soprani leggero-lirico coloratura Anna Moffo (Nannetta) e drammatico coloratura Elisabeth Schwarzkopf (Alice Ford), mezzosoprani Giulietta Simionato (Mrs.Quickly) e buffo Anna Maria Canali (Meg Page), tenori leggero-lirico Luigi Alva/Giuseppe Zampieri (Fenton), buffo Renato Ercolani (Bardolfo) e Tomaso Spataro (Cajus), baritoni eroico Tito Gobbi (John Falstaff) e buffo Rolando Panerai (Ford), basso buffo Mario Petri (Pistola)}
> 20 Agosto 1957, Martedì
prima rappresentazione (per l'11° International Festival of Music & Drama) nel King's Theatre di Edimburgo di "Il matrimonio segreto" ("The Secret Marriage"), melodramma giocoso (opera buffa, 2° versione) in 2 atti, 5 quadri e 20 numeri di Domenico Cimarosa, libretto di Giovanni Bertati (da George Colman sr. & David Garrick: "The Clandestine Marriage", da Marie-Jeanne Laboras de Mezières-Riccoboni: "Sophie ou Le mariage caché" e dal visconte Joseph-Alexandre Pierre de Ségur: "Le mariage clandestin"), dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia di Giorgio Strehler, scenografia di Luciano Damiani {soprani leggero coloratura Eugenia Ratti (Elisetta) e leggero soubrette Graziella Sciutti (Carolina), mezzosoprano leggero-buffo Giulietta Simionato (Fidalma), tenore lirico-leggero Luigi Alva (Paolino), bassi lirico-leggero Franco Calabrese (conte Robinson) e buffo Carlo Badioli (Geronimo)}
> 30 Agosto 1957, Venerdì
prima rappresentazione (per l'11° International Festival of Music & Drama e la Piccola Scala di Milano) nel King's Theatre di Edimburgo di "Il turco in Italia", dramma buffo per musica (opera buffa, 2° versione) in 2 atti e 16 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Felice Romani (da Caterino Mazzolà e da Carlo Goldoni: "La bella verità"), dirige Gianandrea Gavazzeni, maestro del coro Norberto Mola, regia e scenografia di Franco Zeffirelli, coreografia di Luciana Novaro {soprano Eugenia Ratti (Fiorilla), mezzosoprano Fiorenza Cossotto (Zaida), tenori Luigi Alva (Narciso) e Angelo Mercuriali (Albazar), bassi Giulio Fioravanti (poeta), Fernando Corena (Prosdocimo), Sesto Bruscantini (Geronio) e buffo Franco Calabrese (Selim), ballerina Fiorella Cova, ballerino Giovanni Notari}
> 14 Gennaio 1958, Martedì
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Il dissoluto punito ossia Il Don Giovanni"" K.527, opera buffa (dramma giocoso-semiserio per musica) in 2 atti, 4 parti, 36 scene e 26 numeri di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Lorenzo Da Ponte (da Gabriel Téllez Tirso de Molina, da Molière e da Giovanni Bertati: ""Don Giovanni Tenorio o sia Il convitato di pietra""), dirige Vittorio Gui, maestro del coro Sante Zanon, regia di Frank De Quell, coreografia di Mariella Turitto Alessandri, scenografia di Hainer Hill {soprani Ilva Ligabue (Donna Elvira), Orietta Moscucci (Donna Anna) e Mariella Adani (Zerlina), tenore Luigi Alva (Don Ottavio), baritono Sesto Bruscantini (Leporello), bassi Nicola Rossi-Lemeni (Don Giovanni), Leonardo Monreale (Masetto) e Giorgio Tadeo (Commendatore)}
> 3 Febbraio 1958, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "La Cecchina ossia La buona figliola", dramma giocoso per musica (opera buffa, commedia in musica) in 3 atti e 30 numeri di Niccolò Piccinni, libretto di Carlo Goldoni ("Pamela nubile", da Samuel Richardson: "Pamela or Virtue Rewarded"), dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia e scenografia di Franco Zeffirelli {soprani Antonietta Pastori (marchesa Lucinda), Graziella Sciutti (Cecchina), Mariella Adani (Paoluccia) e Eugenia Ratti (Sandrina), tenori Vladimiro Badiali/soprano "en travesti" Giuliana Tavolaccini/Maria Luisa Giorgetti (Armidoro) e Luigi Alva (marchese Conchiglia), baritoni Rolando Panerai (Tagliaferro) e buffo Carlo Badioli (Mengotto)}
> 3 Marzo 1958, Lunedì
prime rappresentazioni nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "Abu Hassan" J.106/WeV.C.6, Singspiel (3° versione) in 1 atto di Carl Maria von Weber (collaborazione di Georg Joseph Vogler), libretto di Franz Karl Hiemer (da Antoine Galland: "Le dormeur éveillé", dalle "Mille e una notte") {soprano lirico coloratura Ilva Ligabue (Fatima), tenori buffo Alvinio Misciano (Abu Hassan) e Angelo Mercuriali (Mesrur), baritono buffo Giorgio Tadeo (Omar), recitanti Flavia Solivani (Zobeide), Liana Casartelli (Zemrud), Franco Olivieri (califfo)} e di "La guerra in famiglia" ("Die Verschworenen oder Der häusliche Krieg") D.787, Singspiel (opera) in 1 atto di Franz Schubert, libretto di Ignaz Franz Castelli (da Aristofane: "Lysistrata" e "Ecclesiazuse" ["L'assemblea delle donne"]) {soprani Cesy Broggini (Barbara-Ludmilla), Aureliana Beltrami (Elena-Camilla) e soubrette Mariella Adani (Linda-Isella), mezzosoprani Biancamaria Casoni (Kathi-Helene) e Stefania Malagù (Maria-Luitgarde), tenori Nicola Monti (Rodolfo-Astolf von Reisenberg), Luigi Alva (Bastiano) e Angelo Mercuriali (Ferdinando-Garold von Nummen), bassi Alfredo Giacomotti (Leopoldo-Udolin), Dino Mantovani (Franco-Heribert von Ledenstein) e buffo Carlo Gasperini (ufficiale-Friedrich von Trausdorf)}, dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia di Frank De Quell, scenografia di Gregorio Sciltian
> 11 Aprile 1958, Venerdì
prima rappresentazione nel Teatro della Piccola Scala di Milano di "Il turco in Italia", dramma buffo per musica (opera buffa, 2° versione) in 2 atti e 16 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Felice Romani (da Caterino Mazzolà e da Carlo Goldoni: "La bella verità"), dirige Gianandrea Gavazzeni, maestro del coro Norberto Mola, regia e scenografia di Franco Zeffirelli, coreografia di Luciana Novaroa {soprano Eugenia Ratti (Fiorilla), mezzosoprano Fiorenza Cossotto (Zaida), tenori Luigi Alva (Narciso) e Angelo Mercuriali (Albazar), bassi Giulio Fioravanti (poeta/Prosdocimo), Sesto Bruscantini (Selim) e buffo Franco Calabrese/Fernando Corena (Geronio), ballerina Fiorella Cova, ballerino Giovanni Notari}
> 13 Maggio 1958, Martedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Prove di scena", fantasia coreografica di Giulio Viozzi, soggetto e coreografia di Luciana Novaro, dirige Luciano Rosada, scenografia di Nicola Benois {ballerine Vera Colombo (in blu), Gilda Maiocchi (in verde), Elettra Morini (in blu), Fiorella Cova e Carmen Puthod (soliste), Tilde Baroni, Anna Giani, Giulina Ombrini e Elda Pierucci (in sartoria), Eliana Arditi, Emanuela Dell'Orto, Gabriella Panenti, Mariella Pavesi e Anna Sbardella (ragazze che volano), Aida Accolla, Ada Chizzoli e Leila Cis (turiste), ballerini Ugo Dell'Ara (maestro), Gino Pessina (aiuto), Giulio Perugini e Mario Pistoni (primi), Roberto Fascilla, Giovanni Notari, Bruno Telloli e Walter Venditti (solisti), Geo Giussani (pianista), Walter Marconi (costumista), Ermanno Savarè (cicerone), Italo Colini (turista) e Enrico Sportiello (barista)} e prima rappresentazione di "La volpe astuta" ("P?íhody Lišky Bystroušky", "Le avventure della volpe Bystrouška") JW.I/9, opera (2° versione) in 3 atti, 9 quadri (scene) e 2 balletti (insetti e animali del bosco) di Leóš Janá?ek, libretto del compositore (da Rudolf T?snóhlídek: "Liška Bystruška"), traduzione italiana di Fedele d'Amico, dirige Nino Sanzogno, maestro del coro Norberto Mola, regia di Walter Felsenstein, coreografia di Hanna Berger, scenografia di Rudolf Heinrich {soprani Mariella Adani (volpe Briscola), Fernanda Adani (Terynka), Dolores Ottani (ostessa), lirico Angela Crespi (1°volpina), Teresa Montez De Oca (4°gallina), Pinuccia Perotti (5°gallina), Lina Rossi (7°gallina), voce bianca Gisella Mantini (rana), voce bianca Bruna Melli (grillo/libellula azzurra), Greta Rapisardi (ghiandaia/6°gallina), Edith Martelli (gallina col ciuffo/ostessa) e Luisa Mandelli (3°gallina), mezzosoprani Ebe Ticozzi (moglie guardiacaccia/civetta), Stefania Malagù (cavalletta/2°gallina) e Biancamaria Casoni (1°gallina), sopranista Emilio Di Minno (volpe cucciolo), tenori lirico-buffo Luigi Alva (volpe Pelodoro-Schiena d'oro), Aldo Bertocci (maestro di scuola/zanzara), Giuseppe Nessi (picchio/bassotto), Angelo Mercuriali (oste), voce bianca Giovanni Bianchini (Francesco/2°volpino), voce bianca Paolo Paltenghi (Beppe/6°volpino), Enzo Cassata (3°volpino), Egisto Corradini (4°volpino), Vincenzo Festa (5°volpino), Franco Lazzarini (6°volpino), Franco Ricciardi (grillo), Rinaldo Pelizzoni (gallo) e Florindo Andreolli (zanzara), baritono di carattere Dino Dondi (guardiacaccia), bassi buffo Paolo Montarsolo (tasso/parroco) e di carattere Giulio Fioravanti (Harašta)}
> 11 Agosto 1958, Lunedì
ripresa (per i Festspiele) nella Rittersaal del Residenz-Theater di Salisburgo di "Così fan tutte ossia La scuola degli amanti" K.588, opera buffa (dramma giocoso) in 2 atti, 34 scene e 31 numeri di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Lorenzo Da Ponte (da Ovidio: "Metamorphosis" e da Giovanni Battista Casti: "La grotta di Trofonio"), dirige Karl Böhm, regia di Oscar Fritz Schuh, scenografia di Caspar Neher {soprani drammatico coloratura Elizabeth Schwarzkopf (Fiordiligi) e lirico coloratura soubrette Graziella Sciutti (Despina), mezzosoprano drammatico Christa Ludwig (Dorabella), tenore lirico Luigi Alva (Ferrando), baritono lirico Rolando Panerai (Guglielmo), basso buffo Franco Calabrese/Karl Schmidt (Don Alfonso)}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 |