L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 23

< Precedente
Pagina 1 di 1
Successiva >

> 2 Giugno 1780, Venerdì
nasce a Bologna il soprano Elisabetta (Elisa) Manfredini-Guarmani
> 11 Marzo 1810, Domenica
premières nel Teatro del Corso di Bologna di "Giobbe", oratorio in 1 atto di Stefano Pavesi, libretto del compositore e di "Il trionfo di Gedeone", dramma sacro per musica in 1 atto di Stefano Pavesi, libretto del compositore, dirige Tommaso Marchesi (1° violino e maestro al cembalo), scenografie di Luigi Busatti e Mauro Berti {soprano (debutto) Elisabetta Manfredini-Guarmani (Egla), contralto Clementina Lanari (Resfa), tenori Girolamo Marzocchi (Gedeone) e (debutto) Giovanni Pacini (angelo), baritono Gasparo Martinelli (Zebe), bassi Gioacchino Benincasa (Fara) e Nicola Bernardi (Salmana)}
> 23 Aprile 1811, Martedì
il soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani ottiene l'aggregazione come membro dell'Accademia Filarmonica di Bologna
> 10 Maggio 1811, Venerdì
prima rappresentazione (per l'Accademia dei Concordi e per la nascita del Re di Roma) nel Liceo Filarmonico di Bologna di "Die Jahreszeiten" ("Le stagioni") Hb.XXI/3, oratorio in 4 parti (1.Frühling, 2.Sommer, 3.Herbst, 4.Winter [1.Primavera, 2.Estate, 3.Autunno, 4.Inverno]) e 39 numeri di Franz Joseph Haydn, libretto di Gottfried van Swieten (da James Thomson: "The Seasons", traduzione tedesca di Barthold Heinrich Brockes, da Gottfried August Bürger: "Spinnerlied", da Charles-Simon Favart: "Annette et Lubin" e da Christian Felix Weisse), dirige Giuseppe Boschetti (1° violino), con Gioachino Rossini maestro al cembalo {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Anna), tenore Prospero Pedrazzi (Luca), baritono Giovanni Celli (Simone)}
> 14 Marzo 1812, Sabato
première (insuccesso) nel Teatro Comunale di Ferrara di "Ciro in Babilonia o sia La caduta di Baldassarre", oratorio (dramma sacro con cori) in 2 atti di Gioachino Rossini, libretto di Francesco Aventi {soprani Elisabetta Manfredini-Guarmani (Amira), mezzosoprano Anna Savinelli (Argene), contralto coloratura "en travesti" Maria "Marietta" Marcolini (Ciro), tenori Eliodoro Bianchi (Baldassarre) e Francesco Savinelli (Arbace), bassi Giovanni Layner (Zambri) e Giovanni Fraschi (Daniele)}
> 26 Dicembre 1812, Sabato
premières nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Teodoro", melodramma eroico in 2 atti e 27 scene di Stefano Pavesi, libretto di Gaetano Rossi, maestro del coro Giovanni Bertacchi, scenografia di Giuseppe Borsato {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Anaide), sopranista Luigi Marchesi "Marchesini"/mezzosoprano Teresa Marchesi (Elina) e "en travesti" Carolina Sivelli (Aza), contralto "en travesti" Adelaide Malanotte-Montresor (Teodoro), tenore Piero Todràn (Villuma), basso Luciano Bianchi (Palmore)} e di "Il trionfo di Trajano", azione eroico pantomimica in 5 atti di Gaetano Gioja, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Maria Bacolli (Plotina), Maddalena Treitschke Decaro (Elfrida), Gaetana Galzerani, Maria Bocci, Cristina Inson e Giuseppa Villa (confidenti), ballerini Giuseppe Mangini (Trajano), Giovanni Galzerani (Sigismar), Antonio Papini (Licinio Sura), Luigi Brendi (Gran sacerdote), Giuseppe Bocci (Decebalo), Giovanni Bianchi, Pietro Cipriani, Francesco Bertini, e Angelo Missimei Rotondi (generali)}
> 4 Febbraio 1813, Giovedì
ultima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Teodoro", melodramma eroico in 2 atti e 27 scene di Stefano Pavesi, libretto di Gaetano Rossi, maestro del coro Giovanni Bertacchi, scenografia di Giuseppe Borsato {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Anaide), sopranista Luigi Marchesi "Marchesini"/mezzosoprano Teresa Marchesi (Elina) e "en travesti" Carolina Sivelli (Aza), contralto "en travesti" Adelaide Malanotte-Montresor (Teodoro), tenore Piero Todràn (Villuma), basso Luciano Bianchi (Palmore)}
> 6 Febbraio 1813, Sabato
premières incompleta (successo) nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Tancredi", melodramma eroico per musica (1° versione, con lieto fine) in 2 atti e 23 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Tancrède"), dirige Stefano Pavesi, maestro del coro Giovanni Bertacchi, scenografia di Giuseppe Borsato e Francesco Bagnara {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Amenaide), mezzosoprani Teresa Marchesi (Isaura) e "en travesti" Carolina Sivelli (Roggiero), contralto "en travesti" Adelaide Malanotte-Montresor (Tancredi), tenore Pietro Todràn (Argirio), basso Luciano Bianchi (Orbazzano)} e di "Arsinoe e Telemaco", ballo eroico pantomimo in 5 atti di Wenzel Robert Gallemberg, soggetto, direzione e coreografia di Gaetano Gioja {ballerine Teresa Coralli (Arsinoe) e Maria Bocci (Penelope), ballerini Antonio Papini (Mentore-Minerva), Giovanni Galzerani (Ulisse), Jean Coralli (Telemaco) e Giuseppe Bocci (Evenore)}
> 11 Febbraio 1813, Giovedì
première completa (successo) nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Tancredi", melodramma eroico per musica (1° versione, con lieto fine) in 2 atti e 34 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Tancrède"), scenografia di Giuseppe Borsato e Francesco Bagnara {soprano coloratura Elisabetta Manfredini-Guarmani (Amenaide), mezzosoprani Teresa Marchesi (Isaura) e "en travesti" Carolina Sivelli (Roggiero), contralto "en travesti" Adelaide Malanotte-Montresor (Tancredi), tenore Pietro Todràn (Argirio), basso Luciano Bianchi (Orbazzano)} e replica di "Arsinoe e Telemaco", ballo eroico pantomimo in 5 atti di Wenzel Robert Gallemberg, soggetto, direzione e coreografia di Gaetano Gioja {ballerine Teresa Coralli (Arsinoe) e Maria Bocci (Penelope), ballerini Antonio Papini (Mentore-Minerva), Giovanni Galzerani (Ulisse), Jean Coralli (Telemaco) e Giuseppe Bocci (Evenore)}
> 26 Dicembre 1813, Domenica
premières nel Théâtre Impérial (ex-Regio) di Torino di "Bajazet", dramma per musica (opera seria) in 2 atti di Pietro Generali, libretto di anonimo, dirige Luigi Molino (1° violino), coreografia di Pietro Angiolini, scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani/Marianna Muraglia-Manzoni (Rosanne), contralto Giulia Poletti (Zairra), sopranista Giovanni Francesco Fasciotti (Bajazet), tenori Claudio Bonoldi (Acmet) e Lodovico Bonoldi (Osmino), basso Giovanni Battista Binaghi (Omar)} e di "La contadina capricciosa", balletto e "Pico e Canente", ballo pantomimo in 4 atti di Pietro Angiolini, soggetti, direzione e coreografie del compositore {ballerine Antonia Dupen (Canente), Anna Colombieri (Circe) e Paolina Cattaneo (Cupido), ballerini Nicola Molinari (Pico) e Giuseppe Armellini (Alsenore)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 22 Gennaio 1814, Sabato
premières nel Théâtre Impérial (ex-Regio) di Torino di ""Cesare in Egitto"", melodramma serio in 2 atti di Ercole Paganini, libretto di Luigi Andrioli, dirige Luigi Molino (1° violino) {soprani Elisabetta Manfredini-Guarmani/Marianna Muraglia-Manzoni (Cleopatra), contralto Giulia Poletti (Arsinoe), sopranista Giovanni Francesco Fasciotti (Cajo Giulio Cesare), tenori Claudio Bonoldi (Tolomeo) e Lodovico Bonoldi (Apollodoro), basso Giovanni Battista Binaghi (Achille)} e di ""Il bosco di Hermhanstadt o La falsa sposa"" e di ""Le due zingare ossia La fontana che ringiovanisce i vecchi"", balletti di Pietro Angiolini, soggetti, direzione e coreografie del compositore {ballerina Antonia Dupen, ballerino Nicola Molinari}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 18 Giugno 1814, Sabato
première nel Teatro Sant'Agostino di Genova di "Atar ossia Il serraglio di Ormuz" ("Atar ossia Il serraglio d'Ormus"), melodramma serio in 2 atti di Johann Simon (Giovanni Simone) Mayr, libretto di Felice Romani (da Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais: "Sadak et Kalasrade", "Tarare" e "Axur, Re d'Ormus") {soprani Elisabetta Manfredini-Guarmani (Aspasia) e Marianna Muraglia-Manzoni (Zora), contralto "en travesti" Chiara Asti (Atar), tenori Angelo Manzoni (Assur) e Gaetano Pozzi (Tamas), basso Natale Veglia (Altamor)}
> 28 Luglio 1814, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Tancredi", melodramma eroico per musica (2° versione) in 2 atti e 22 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Tancrède"), revisione di Luigi Lechi, dirige Giuseppe Boschetti (1° violino), maestro del coro e al cembalo Tomaso Marchesi, scenografia di Mauro Berti {soprani coloratura Elisabetta Manfredini-Guarmani (Amenaide) e Elena Badovera (Isaura), mezzosoprano "en travesti" Adelaide Malanotte-Montresor (Tancredi), tenori Lorenzo Sacconi (Argirio) e Leopoldo Agostini (Roggiero), basso Domenico Remolini (Orbazzano)} e première di "Rodolfo e Amelia", ballo grande eroico di Antonio Landini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Righi (1°violino)
> 26 Dicembre 1814, Lunedì
première (insuccesso) nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Sigismondo re di Polonia", dramma per musica in 2 atti e 34 scene di Gioachino Rossini, libretto di Giuseppe Maria Foppa (da Giovanni Boccaccio: "Griselda"), maestro del coro Giovanni Bertacchi, scenografia di Giuseppe Borsato {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Aldimira), contralto coloratura "en travesti" Maria "Marietta" Marcolini (Sigismondo), mezzosoprano Marianna Rossi (Anagilda), tenori Claudio Bonoldi (Ladislao) e Domenico Bartoli (Radoski), basso Luciano Bianchi (Ulderico/Zenovito)} e prima rappresentazione di "Gli Arabi", ballo eroico in 6 atti di Alessandro Fabri, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Teresa Coralli (Fatima), Anna Silei (Palmira), Adelaide Chiesa (Acomat), Cristina Inson (Kadigia) e Augusta Pighini (Kaleb), ballerini Antonio Silei (AAron-al-Raschil), Giovanni Bianchi (Zeangir) e Pompeo Pezzoli (Moadir)}
> 22 Gennaio 1815, Domenica
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Euristea o L'amore generoso"", dramma per musica in 2 atti e 21 scene di Carlo Coccia, libretto di Giuseppe Maria Foppa (da Thomas Corneille: ""Timocrate""), maestro del coro Giovanni Bertacchi, scenografia di Giuseppe Borsato {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Euristea), contralto ""en travesti"" Maria ""Marietta"" Marcolini (Cleomene), mezzosoprano Marianna Rossi (Rodolpe), tenori Claudio Bonoldi (Tebandro) e Domenico Bartoli (Fillicrate), basso Luciano Bianchi (Arconte/Gran sacrificatore)} e replica di ""Gli Arabi"", ballo eroico in 6 atti di Alessandro Fabri, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Teresa Coralli (Fatima), Anna Silei (Palmira), Adelaide Chiesa (Acomat), Cristina Inson (Kadigia) e Augusta Pighini (Kaleb), ballerini Antonio Silei (Aaron-al-Raschil), Giovanni Bianchi (Zeangir) e Pompeo Pezzoli (Moadir)}
> 25 Gennaio 1815, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Giulia Gonzaga ossia Il trionfo della vera costanza"", ballo eroico in 5 atti di Alessandro Fabri, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Teresa Coralli (Giulia Gonzaga), Cecilia Cabert (Luisa) e Cristina Inson (Adelinda), ballerini Alessandro Fabri (Berardo), Caterino Titus (Ugo Moncada) e Giovanni Bianchi (Ariadeno Barbarossa)} e replica di ""Euristea o L'amore generoso"", dramma per musica in 2 atti e 21 scene di Carlo Coccia, libretto di Giuseppe Maria Foppa, maestro del coro Giovanni Bertacchi, scenografia di Giuseppe Borsato {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Euristea), contralto ""en travesti"" Maria ""Marietta"" Marcolini (Cleomene), mezzosoprano Marianna Rossi (Rodolpe), tenori Claudio Bonoldi (Tebandro) e Domenico Bartoli (Fillicrate), basso Luciano Bianchi (Arconte/Gran sacrificatore)} e prima rappresentazione di ""Giulia Gonzaga ossia Il trionfo della vera costanza"", ballo eroico in 5 atti di Alessandro Fabri, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Teresa Coralli (Giulia Gonzaga), Cecilia Cabert (Luisa) e Cristina Inson (Adelinda), ballerini Alessandro Fabri (Berardo), Caterino Titus (Ugo Moncada) e Giovanni Bianchi (Ariadeno Barbarossa)}
> 26 Dicembre 1815, Martedì
premières nel Teatro alla Scala di Milano di "L'eroismo in amore", melodramma serio in 2 atti di Ferdinando Paër, libretto di Luigi Romanelli, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Gaetano Terraneo, scenografia di Alessandro Sanquirico e Giovanni Perego {soprani Elisabetta Manfredini-Guarmani/Teresa Zappucci (Mandane) e Lutgard Annibaldi/Barbara Carrara (Barsene), contralto Maria "Marietta" Marcolini (Arpalice), tenori Claudio Bonoldi/Giuseppe Brusati (Arbace), Lodovico Bonoldi (Belesi) e Gaetano Pozzi (Eumene) e Giovanni Carlo Berretta (Idaspe), basso Giuseppe De Begnis (Megabise)}; di "Cesare in Egitto" e di "L'allievo della natura", balletti di Gaetano Gioja, soggetti e coreografie del compositore
> 21 Marzo 1817, Venerdì
prima rappresentazione a Bologna di "Ciro in Babilonia o sia La caduta di Baldassarre", oratorio (dramma sacro con cori) in 2 atti di Gioachino Rossini, libretto di Francesco Aventi {soprani Elisabetta Manfredini-Guarmani (Amira) e Celestina Mazzi (Argene), contralto coloratura "en travesti" Marianna "Annetta" Mombelli (Ciro), tenori Luigi Campitelli (Baldassarre) e (Arbace), bassi Michele Cavara (Zambri) e Andrea Tonti (Daniello)}
> 28 Aprile 1817, Lunedì
prime rappresentazioni (per la Fiera) nel Teatro Comunale (Municipale) di Reggio Emilia di "Carlo Magno", dramma serio per musica in 2 atti di Giuseppe Nicolini, libretto di Antonio Peracchi {soprani Elisabetta [Elisa] Manfredini-Guarmani (Rosmida) e Caterina Moretti (Telesia), sopranista Giovanni Battista Velluti (Vitekindo), tenore Eliodoro Bianchi (Carlo Magno), bassi Nicola Trentanove Cenni (Arbante) e Gaetano Dalmonte (Argiro/Ergildo)} e di "Zamor e Alzira", balletto di Giacomo Serafini, soggetto e coreografia del compositore
> 27 Dicembre 1817, Sabato
première nel Teatro della Torre Argentina (Teatro Argentina) di Roma di "Adelaide di Borgogna ossia Ottone re d'Italia" ("Adelaide di Borgogna"), dramma per musica in 2 atti di Gioachino Rossini, libretto di Giovanni Federico Schmidt, scenografia di Antonio Lorenzini {soprani Elisabetta Manfredini-Guarmani (Adelaide), Anna Maria Muratori (Eurice) e "en travesti" Elisabetta Pinotti (Ottone), contralto "en travesti" Luisa Bottesi (Iroldo-Attone), tenori Savino Monelli (Adelberto) e Giovanni Puglieschi (Ernesto), basso Gioacchino Sciarpelletti/Antonio Ambrogi "Chizziol" (Berengario)}
> 1 Agosto 1822, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro Verzaro dell'Accademia di Perugia di "Eduardo e Cristina", dramma serio serio per musica (centone-pasticcio con "Adelaide di Borgogna e Ottone re d'Italia", "Ricciardo e Zoraide" e "Ermione") in 2 atti, 37 scene e 16 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Gherardo Bevilacqua-Aldobrandini e Andrea Leone Tottola (da Giovanni Federico Schmidt: "Odoardo e Cristina"), dirige Rinaldo Barbi (1° violino), maestro al cembalo Antonio Paoselli, scenografia di Antonio Ricci {soprano Elisabetta [Elisa] Manfredini-Guarmani (Cristina), contralti "en travesti" Maria [Marietta] Marchesini (Eduardo) e "en travesti" Serafina Sarti (Atlei), tenore Luigi Ravaglia (Carlo di Svezia), basso Giovanni De Begnis (Giacomo), mimi (Gustavo e governante)}
> 21 Agosto 1824, Sabato
replica nell'Imperiale Real Teatro Carlo Lodovico di Livorno di "Mosè in Egitto", azione tragico-sacra (3° versione) in 3 atti di Gioachino Rossini, libretto di Andrea Leone Tottola (da Francesco Ulisse Ringhieri: "L'Osiride", "Sara in Egitto"), dirige Nicola Pietrini Zamboni (1° violino), maestro del coro Giuseppe Peruzzi, scenografia di Federigo Tarquini {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Elcìa), contralti Clorinda Corradi Pantanelli (Amaltea) e Angela Ferri (Amenofi), tenore Raffaele Pantanelli (Aronne) e Enrico Mulinelli/Giuseppe Peruzzi (Osiride), bassi Luciano Mariani (Mosè), Gaetano Del Monte (Mambre) e Giovanni Bottari jr. (Faraone)}
> 9 Ottobre 1824, Sabato
prima rappresentazione nell'Imperiale Real Teatro Carlo Lodovico di Livorno di "I baccanali di Roma" ("I baccanti di Roma", "I baccanali aboliti"), melodramma eroico (1° versione) in 2 atti, 23 scene e 15 numeri di Pietro Generali, libretto di Gaetano Rossi (da Tito Livio e da Giovanni Pindemonte: "I baccanali"), dirige Nicola Pietrini Zamboni (1° violino), maestro del coro Giuseppe Peruzzi, scenografia di Federigo Tarquini {soprano Elisabetta Manfredini-Guarmani (Fecennia), contralti "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Publio Ebuzio) e Angela Ferri (Ippia), tenori Raffaello Martini (Sempronio) e Raffaele Pantanelli (Lentulo), bassi Giovanni Bottari jr. (Postumio Albino) e Gaetano Del Monte (Minio Cerinio)}