L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 51

< Precedente
Pagina 1 di 3
Successiva >

> 18 Febbraio 1818, Mercoledì
nasce a Firenze il soprano Marianna Barbieri-Nini
> 30 Dicembre 1823, Martedì
prima rappresentazione nel Real Teatro San Carlo di Napoli di "Semiramide", melodramma tragico in 2 atti e 24 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Tragédie de Sémiramis"), dirige Nicola Festa, scenografia di Francesco Tortolj {soprani Joséphine Fodor-Mainvielle/Marianna Barbieri-Nini (Semiramide) e Gaetana Gorini (Azema), contralto "en travesti" Adèle Chaumel "Adelaide Comelli-Rubini" (Arsace), tenori Giovanni Battista Rubini/Giovanni David (Idreno), Giuseppe Ciccimarra (Mitrane) e Gaetano Chizzola (Arsace/Seleuco), bassi Luigi Lablache (Assur), Michele Benedetti (Oroe) e Massimo Orlandini (ombra di Nino)}
> 11 Gennaio 1840, Sabato
ripresa nel Teatro alla Scala di Milano di ""Lucrezia Borgia"", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: ""Lucrèce Borgia""), scenografia di Domenico Ferri {soprani Giulia Grisi (Lucrezia) e Marianna Barbieri-Nini (principessa Negroni), contralto ""en travesti"" (Maffio Orsini), tenori Giovanni Matteo Mario (Gennaro), Nencini (Oloferno Vitellozzo) e (Rustighello/Jeppo Liverotto), bassi Antonio Tamburini (Don Alfonso d'Este), (Don Apostolo Gazella), (Ascanio Petrucci) e (Gubetta Belverana)}
> 27 Ottobre 1840, Martedì
prima rappresentazione nel Théâtre des Italiens (Théâtre-Italien de l'Odéon) di Parigi di "Lucrezia Borgia", dramma tragico (2° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: "Lucrèce Borgia"), scenografia di Domenico Ferri {soprani Giulia Grisi (Lucrezia) e Marianna Barbieri-Nini (principessa Negroni), contralto "en travesti" (Maffio Orsini), tenori Giovanni Matteo Mario (Gennaro), Nencini (Oloferno Vitellozzo) e (Rustighello/Jeppo Liverotto), bassi Antonio Tamburini (Don Alfonso d'Este), (Don Apostolo Gazella), (Ascanio Petrucci) e (Gubetta Belverana)}
> 31 Ottobre 1840, Sabato
replica nel Théâtre des Italiens (Théâtre-Italien de l'Odéon) di Parigi di "La rinnegata" ("Lucrezia Borgia"), dramma tragico (2° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: "Lucrèce Borgia"), trasposizione (per censura) di Francesco Guidi, scenografia di Domenico Ferri {soprani Giulia Grisi (Zoraide-Lucrezia) e "en travesti" Marianna Barbieri-Nini (Albino Padiglia-Maffio Orsini), tenori Giovanni Matteo Mario (Dalvaro de Lara-Gennaro), Nencini (Ismaele-Oloferno Vitellozzo) e (Alonzo Perez-Rustighello/Jeppo Liverotto), bassi Antonio Tamburini (Abdallo-Don Alfonso d'Este), (Diego Mendoza-Don Apostolo Gazella), (Garzia Ribeira-Ascanio Petrucci), (Gusmano-Astolfo) e (Pedro Nugnez-Gubetta Belverana)}
> 4 Giugno 1843, Domenica
première (successo) nel Teatro della Pergola di Firenze di "Il conte di Lavagna", tragedia lirica in 4 parti (1.La congiura, 2.Il convito, 3.La festa da ballo, 4.La notte di morte) e 1 ballo di Teodulo Mabellini, libretto di Francesco Guidi (da Friedrich Schiller: "La congiura di Fiesco"), dirige Pietro Romani, 1° violino Gaetano Bruscagli, concertatore Alamanno Biagi, scenografia di Giovanni Gianni e Gaetano Piattoli {soprani Teresina Brambilla-Ponchielli (Eleonora) e Marianna Barbieri-Nini (Giulia), mezzosoprano Faustina Piombanti (Arabella), tenore Andrea Castellan (Gian Luigi Fieschi di Lavagna), bassi Giuseppe Bertini (Giannettino Doria), Carlo Porto-Ottolini (Verrina) e Demetrio Masselli (Mulei Hassan)}
> 3 Novembre 1844, Domenica
première nel Teatro della Torre Argentina (Teatro Argentina) di Roma di "I due Foscari", tragedia lirica (opera tragica, 1° versione) in 3 atti e 8 quadri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da George Gordon Byron: "The Two Foscari"), dirige Emilio Angelini {soprani Marianna Barbieri-Nini (Lucrezia Contarini) e Giulia Ricci (Pisana), tenori Giacomo Roppa (Jacopo Foscari) e Antonio Pozzolini (Barbarigo), baritono Achille De Bassini (Francesco Foscari), basso Baldassarre Miri (Jacopo Loredan)}
> 26 Dicembre 1844, Giovedì
prima rappresentazione nel Regio Ducale Teatro di Parma di "Ernani", dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Il bandito, 2.L'ospite, 3.La clemenza, 4.La maschera), 37 scene e 33 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: "Hernani ou L'honneur castillan"), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani lirico Marianna Barbieri-Nini (Elvira) e Luigia Zay (Giovanna), tenori lirico Nicola Ivanoff (Ernani) e Vincenzo Gobetti (Don Riccardo), baritono Felice Varesi (Don Carlos), bassi Stefano Luciano Bouché (Gomez de Silva) e Cesare Castelli (Jago)} e première di "Luigi XI", ballo serio di Emanuele Viotti, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Carolina Galetti Rosati, mima Virginia Cosimo Viotti, ballerino Francesco Rosati, mimo Francesco Baratti}, scenografie di Giuseppe Giorgi e Girolamo Magnani
> 11 Gennaio 1845, Sabato
ripresa nel Regio Ducale Teatro di Parma di ""Lucia di Lammermoor"", melodramma tragico in 3 atti (parte 1° ""La partenza"": 1 atto, parte 2° ""Il contratto nuziale"": 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: ""The Bride of Lammermoor"", da Giuseppe Balocchi ""Le nozze di Lammermoor"", da Calisto [Callisto] Bassi & Pietro Beltrame: ""La fidanzata di Lammermoor"" e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani drammatico coloratura Marianna Barbieri-Nini (Lucia) e Luigia Zay (Alisa), tenori lirico-eroico Vincenzo Gobetti (Arturo Buklaw) e lirico Nicola Ivanoff (Edgardo), baritono lirico Felice Varesi (Enrico Ashton), basso serio Stefano Luciano Bouché (Raimondo)} e replica di ""Luigi XI"", ballo serio di Emanuele Viotti, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Carolina Galetti Rosati, mima Virginia Cosimo Viotti, ballerino Francesco Rosati, mimo Francesco Baratti}, scenografie di Giuseppe Giorgi e Girolamo Magnani
> 22 Gennaio 1845, Mercoledì
première nel Regio Ducale Teatro di Parma di ""Dorliska"", ballo serio di Emanuele Viotti, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Carolina Galetti Rosati, mima Virginia Cosimo Viotti, ballerino Francesco Rosati, mimo Francesco Baratti} e replica di ""Lucia di Lammermoor"", melodramma tragico in 3 atti (parte 1° ""La partenza"": 1 atto, parte 2° ""Il contratto nuziale"": 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: ""The Bride of Lammermoor"", da Giuseppe Balocchi ""Le nozze di Lammermoor"", da Calisto [Callisto] Bassi & Pietro Beltrame: ""La fidanzata di Lammermoor"" e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani drammatico coloratura Marianna Barbieri-Nini (Lucia) e Luigia Zay (Alisa), tenori lirico-eroico Vincenzo Gobetti (Arturo Buklaw/Normanno) e lirico Nicola Ivanoff (Edgardo), baritono lirico Felice Varesi (Enrico Ashton), basso serio Stefano Luciano Bouché (Raimondo)}, scenografie di Giuseppe Giorgi e Girolamo Magnani
> 23 Gennaio 1845, Giovedì
repliche nel Regio Ducale Teatro di Parma di ""Ernani"", dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Il bandito, 2.L'ospite, 3.La clemenza, 4.La masque), 37 scene e 33 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: ""Hernani ou L'honneur castillan""), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani lirico Marianna Barbieri-Nini (Elvira) e Luigia Zay (Giovanna), tenori lirico Nicola Ivanoff (Ernani) e Vincenzo Gobetti (Don Riccardo), baritono Felice Varesi (Don Carlos), bassi Stefano Luciano Bouché (Gomez de Silva) e Cesare Castelli (Jago)} e di ""Dorliska"", ballo serio di Emanuele Viotti, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Carolina Galetti Rosati, lmima Virginia Cosimo Viotti, ballerino Francesco Rosati, mimo Francesco Baratti}, scenografie di Giuseppe Giorgi e Girolamo Magnani
> 2 Febbraio 1845, Domenica
prima rappresentazione (insuccesso) nel Regio Ducale Teatro di Parma di "Caterina Cornaro", opera seria (2° versione) in 1 prologo e 2 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Giacomo Sacchèro (da Jules-Henri Vernoy de Saint-Georges: "La reine de Chypre"), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani Marianna Barbieri-Nini (Caterina) e Luigia Zay (Matilde), tenori Nicola Ivanoff (Gerardo), Vincenzo Gobetti (Strozzi) e (cavaliere), baritono Felice Varesi (re Lusignano), bassi Stefano Luciano Bouché (Mocenigo) e Cesare Castelli (Andrea Cornaro)} e replica di "Dorliska", ballo serio di Emanuele Viotti, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Carolina Galetti Rosati, mima Virginia Cosimo Viotti, ballerino Francesco Rosati, mimo Francesco Baratti}, scenografie di Giuseppe Giorgi e Girolamo Magnani
> 15 Febbraio 1845, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Lucrezia Borgia", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: Lucrèce Borgia"), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, regia di Pietro Romani, scenografia di Pietro Venier {soprani Marianna Barbieri-Nini (Lucrezia) e Angiolina Cignozzi (principessa Negroni), contralto "en travesti" Maria Costa (Maffio Orsini), tenori Andrea Castellan (Gennaro), Antonio Bertini (Oloferno Vitellozzo), Francesco Rossi (Rustighello) e Ettore Profili (Jeppo Liverotto), bassi Sebastiano Ronconi (Don Alfonso d'Este), Demetrio Mozzetti (Don Apostolo Gazella), Andrea Bellini (Ascanio Petrucci/Astolfo) e Ignazio Patriossi (Gubetta Belverana)} e replica di "Il conte Pini", gran ballo serio spettacoloso in 5 atti di Paolo Samengo, soggetto e coreografia del compositore, regia di Antonio Coppini, dirige Calisto Mali (1° violino) {ballerine Maria Fissi (duchessa Fanelli), Natalia Fitz-James (Giulietta), Fanny Mazzarelli (principessa Caprani) e Rachele Pancrazio Jorio (Amelia), ballerini Antonio Coppini (duca Brasile), Domenico Mattis (conte Pini), Giacinto Piazza (Almerigo) e Raffaele Rossi (Gilberto)}
> 19 Febbraio 1845, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "L'allieva d'amore", balletto-divertissement in 3 quadri di Fanny Cerrito, soggetto e coreografia della compositrice, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Cerrito (Climene), Rachele Pancrazio Jorio (1°Grazia), Carolina Coppini (2°Grazia) e Giuseppina Mengozzi (3°Grazia), ballerini Cesare Coppini (Amore), Arthur Saint-Léon (Alceo), Domenico Segarelli (Ernesto) e Carlo Dall'Anese (Silvano)} e replica di "Lucrezia Borgia", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: Lucrèce Borgia"), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, regia di Pietro Romani, scenografia di Pietro Venier {soprani Marianna Barbieri-Nini (Lucrezia) e Angiolina Cignozzi (principessa Negroni), contralto "en travesti" Maria Costa (Maffio Orsini), tenori Andrea Castellan (Gennaro), Antonio Bertini (Oloferno Vitellozzo), Francesco Rossi (Rustighello) e Ettore Profili (Jeppo Liverotto), bassi Luigi Della Santa (Don Alfonso d'Este), Demetrio Mozzetti (Don Apostolo Gazella), Andrea Bellini (Ascanio Petrucci/Astolfo) e Ignazio Patriossi (Gubetta Belverana)}
> 4 Marzo 1845, Martedì
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Lorenzino de' Medici", tragedia lirica in 2 atti, 4 parti e 30 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave (da Alexandre Dumas "père"), dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, regia di Pietro Romani, scenografia di Pietro Venier {soprano Marianna Barbieri-Nini (Luisa Strozzi), mezzosoprano Amalia Patriossi Cignozzi (Assunta Albrizzi), tenori Andrea Castellan (Lorenzino) e Giuseppe Lucchesi (guardia), baritono Francesco Rossi (Giomo), bassi Sebastiano Ronconi (Filippo Strozzi), Giuseppe Miral (Alessandro de' Medici) e Ignazio Patriossi (Michele)} e replica di "L'allieva d'amore", balletto-divertissement in 3 quadri di Fanny Cerrito, soggetto e coreografia della compositrice, dirige Calisto Mali (1° violino) {ballerine Fanny Cerrito (Climene), Rachele Pancrazio Jorio (1°Grazia), Carolina Coppini (2°Grazia) e Giuseppina Mengozzi (3°Grazia), ballerini Cesare Coppini (Amore), Arthur Saint-Léon (Alceo), Domenico Segarelli (Ernesto) e di carattere Carlo Dall'Anese (Silvano)}
> 11 Marzo 1845, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Aglaja ossia Il lago delle fate", ballo fantastico in 5 quadri Fanny Cerrito, soggetto e coreografia della compositrice, dirige Giovanni Felis (1° violino) {ballerine Fanny Cerrito (Aglaja), Fanny Mazzarelli (Elisa) e Giuseppina Mengozzi (passo a sei), ballerini Domenico Segarelli (Siegburg), Arthur Saint-Léon (Adolfo), Francesco Jorio (Riccardo), Raffaele Rossi (Alberto) e Giovanni Piccoli (Giacomo)} e replica di "Lorenzino de' Medici", tragedia lirica in 2 atti, 4 parti e 30 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave, dirige Gaetano Mares (1° violino), maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, violino di spalla Luigi Balestra, regia di Pietro Romani, scenografia di Pietro Venier {soprano Marianna Barbieri-Nini (Luisa Strozzi), mezzosoprano Amalia Patriossi Cignozzi (Assunta Albrizzi), tenori Andrea Castellan (Lorenzino), Francesco Rossi (Giomo) e Giuseppe Lucchesi (guardia), bassi Sebastiano Ronconi (Filippo Strozzi), Giuseppe Miral (Alessandro de' Medici) e Ignazio Patriossi (Michele)}
> 14 Marzo 1846, Sabato
première nel Teatro della Pergola di Firenze di "Maria di Francia", dramma lirico tragico in 1 prologo e 3 atti di Teodulo Mabellini, libretto di Francesco Guidi, dirige Pietro Romani, sostituto Alemanno Biagi, scenografia di Giovanni Gianni {soprano Marianna Barbieri-Nini (Maria), mezzosoprano Clementina Bertolini (Ispirata di Nivelle), tenori Angelo Brunacci (Elmeri) e Francesco Rossi (Landry), baritoni Fortunato Gorin (Piero) e Carlo Alessandri (Carlo), bassi Nicola Benedetti (Filippo) e Giuseppe Bertini (Saint-Pol)}
> 26 Dicembre 1846, Sabato
prima rappresentazione nel Regio Ducale Teatro di Parma di "Attila", dramma lirico (2° versione) in 1 prologo, 3 atti, 7 scene e 14 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Temistocle Solera (da Friedrich Ludwig Zacharias Werner: "Attila, König der Hunnen"), aggiunte di Francesco Maria Piave, dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprano Marianna Barbieri-Nini (Odabella), tenori Antonio Poggi (Foresto) e Angelo Calderini (Uldino), baritono Francesco Gnone (Ezio), bassi Giovanni Mitrovich (Attila) e Cesare Castelli (Leone XIII)} e première di "Pelagio", ballo serio di Giuseppe Villa, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerine Rosa Clerici () e Angiolina Morlacchi (Ormesinda), ballerini Antonio Lorenzoni (), Antonio Regini (Pelagio), Antonio Masignani (Munuza), Giuseppe Villa (Fernando), Eugenio Tomba (Arioldo) e Pietro Ferretti (Andella)}, scenografie di Giacomo Giacopelli e Girolamo Magnani
> 2 Gennaio 1847, Sabato
ripresa nel Regio Ducale Teatro di Parma di ""Ernani"", dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Il bandito, 2.L'ospite, 3.La clemenza, 4.La maschera), 37 scene e 33 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: ""Hernani ou L'honneur castillan""), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani lirico Marianna Barbieri-Nini (Elvira) e Marietta Lanfranchi (Giovanna), tenori lirico Antonio Palma (Ernani) e Angelo Calderini (Don Riccardo), baritono Francesco Gnone (Don Carlos), bassi Giovanni Mitrovich (Gomez de Silva) e Cesare Castelli (Jago)} e replica di ""Pelagio"", ballo serio di Giuseppe Villa, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerine Rosa Clerici () e Angela Morlacchi (Ormesinda), ballerini Antonio Lorenzoni (), Antonio Regini (Pelagio), Antonio Masignani (Munuza), Giuseppe Villa (Fernando), Eugenio Tomba (Arioldo) e Pietro Ferretti (Andella)}, scenografie di Giacomo Giacopelli e Girolamo Magnani
> 28 Gennaio 1847, Giovedì
première nel Regio Ducale Teatro di Parma di ""Gl'inglesi all'Indostan"", ballo serio di Giuseppe Villa, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Rosa Clerici, mima Angela Morlacchi, ballerino Antonio Lorenzoni, mimo Antonio Regini} e replica di ""Ernani"", dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Il bandito, 2.L'ospite, 3.La clemenza, 4.La maschera), 37 scene e 33 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: ""Hernani ou L'honneur castillan""), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani lirico Marianna Barbieri-Nini (Elvira) e Marietta Lanfranchi (Giovanna), tenori lirico Antonio Palma (Ernani) e Angelo Calderini (Don Riccardo), baritono Francesco Gnone (Don Carlos), bassi Giovanni Mitrovich (Gomez de Silva) e Cesare Castelli (Jago)}, scenografie di Giacomo Giacopelli e Girolamo Magnani
> 10 Febbraio 1847, Mercoledì
repliche nel Regio Ducale Teatro di Parma del prologo di "Attila", dramma lirico (2° versione) in 1 prologo, 3 atti, 7 scene e 14 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Temistocle Solera (da Zacharias Werner: "Attila, König der Hunnen"), con aggiunte di Francesco Maria Piave e del 3° e 4° atto di "Ernani", dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Il bandito, 2.L'ospite, 3.La clemenza, 4.La masque), 37 scene e 33 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: "Hernani ou L'honneur castillan"), dirige Nicola De Giovanni, concertatore Ferdinando Orlandi, maestro del coro Giuseppe Barbacini {soprani Marianna Barbieri-Nini (Odabella/Elvira) e Marietta Lanfranchi (Giovanna), tenori Antonio Poggi (Foresto), Antonio Palma (Ernani) e Angelo Calderini (Uldino/Don Riccardo), baritono Francesco Gnone (Ezio/Don Carlos), bassi Giovanni Mitrovich (Attila/Gomez de Silva) e Cesare Castelli (Leone/Jago)} e di "Gl'inglesi all'Indostan", ballo serio di Giuseppe Villa, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Rosa Clerici, mima Angela Morlacchi, ballerino Antonio Lorenzoni, mimo Antonio Regini}, scenografie di Giacomo Giacopelli e Girolamo Magnani
> 14 Marzo 1847, Domenica
première nel Teatro della Pergola di Firenze di "Macbeth", melodramma (1° versione) in 4 parti (atti), 8 quadri, 40 scene e 22 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da William Shakespeare, traduzione di Carlo Rusconi e da Friedrich Schiller), aggiunte di Andrea Maffei, dirige il compositore {soprano lirico-drammatico Marianna Barbieri-Nini (Lady Macbeth), mezzosoprano Faustina Piombanti (dama), tenori eroico Angelo Brunacci (Macduff) e lirico Francesco Rossi (Malcolm), baritono eroico Felice Varesi (Macbeth), bassi serio Nicola Benedetti (Banquo), Giuseppe Romanelli (medico/domestico) e Giuseppe Bertini (sicario/araldo), mimi (Duncano e Fleanzio)}
> 12 Giugno 1847, Sabato
prima rappresentazione (per la Fiera del Santo) nel Teatro Nuovo di Padova di "Lorenzino de' Medici", tragedia lirica in 2 atti, 4 parti e 30 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave (da Alexandre Dumas "père"), dirige Niccolò Maccari Spada, regia di Girolamo Giacinto Beccari, scenografia di Nicola Sartori {soprano Marianna Barbieri-Nini (Luisa Strozzi), mezzosoprano Marietta Zambelli De Rosa (Assunta Albrizzi), tenori Giacomo Roppa (Lorenzino) e (guardia), baritono Francesco Chiodo (Giomo), bassi Luigi Valli (Filippo Strozzi), Gustavo Euzet (Alessandro de' Medici) e Baldassare Mirri (Michele)}
> 25 Novembre 1847, Giovedì
première nel Real Teatro San Carlo di Napoli di "Merope", tragedia lirica in 3 atti (1.L'ucciso e l'uccisore, 2.Il cinto, 3.La bipenne) di Giovanni Pacini, libretto di Salvatore Cammarano (da Vittorio Alfieri), dirige Antonio Farelli, scenografia di Angelo Belloni, Gaetano Sandri, Giuseppe Politi, Giuseppe Morrone, Luigi Deloisio, Vincenzo Fico e Giuseppe Castagna {soprano Marianna Barbieri-Nini (Merope), mezzosoprano Anna Salvetti (Ismene), tenori Gaetano Fraschini (Egisto) e Domenico Ceci (Ipparco), bassi Francesco Gionfrida (Polifonte) e Marco Arati (Polidoro-Trasimede/Anassimandro)}
> 23 Febbraio 1848, Mercoledì
prima rappresentazione nel Real Teatro San Carlo di Napoli di "Lucrezia Borgia", melodramma serio (3° versione) in 1 prologo, 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Victor Hugo: Lucrèce Borgia"), dirige Antonio Farelli, scenografia di Angelo Belloni, Gaetano Sandri, Giuseppe Politi, Giuseppe Morrone, Luigi Deloisio, Vincenzo Fico e Giuseppe Castagna {soprano Marianna Barbieri-Nini (Lucrezia), mezzosoprani Francesca Gemignani Checcherini (principessa Negroni) e "en travesti" Adelaide Gualdi (Maffio Orsini), tenori Gaetano Fraschini (Gennaro), Manni (Oloferno Vitellozzo), (Rustighello) e (Jeppo Liverotto), bassi Raffaele Ferlotti (Don Alfonso d'Este), Marco Arati (Don Apostolo Gazella), (Ascanio Petrucci), (Astolfo) e (Gubetta Belverana)}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 |