L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 42

< Precedente
Pagina 1 di 2
Successiva >

> 27 Dicembre 1823, Sabato
premières nel Teatro Regio di Torino di "Demetrio" ("Demetrio, re di Siria"), dramma per musica in 2 atti e 45 scene di Giovanni Simone (Johann Simon) Mayr, libretto del conte Lodovico Piossasco Feys (da Pietro Metastasio: "Demetrio e Cleonice", "Demetrio in Siria"), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Bernardino Ottani, regia di Lorenzo Villata, coreografia di Bartolomeo Cambi {soprani Adelaide Tosi/Cecilia Smitt (Cleonice) e Marietta Sacchi (Barsene), contralto "en travesti" Isabella Fabbrica-Montresor (Demetrio-Alceste), tenori Pietro Fontana (Fenicio) e Eliodoro Bianchi (Olinto), basso Lorenzo Biondi (Mitrane)}; di "L'astuzia fortunata", balletto Luigi Maria Viviani e di "Ero e Leandro", ballo tragico-mitologico in 6 atti di Luigi Maria Viviani, soggetti e coreografie di Giovanni Galzerani {ballerine Carolina Cosentini (Ero), G.Giassini (Epimene) e Gaetana Galzerani (Isate), ballerini Angelo Lazzareschi (Macaone), Giuseppe Mangini (Leandro) e Giovanni Galzerani (Timante)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca (alla presenza di re Carlo Felice)
> 6 Gennaio 1825, Giovedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di ""Il trionfo della musica"", farsa giocosa per musica in 1 atto di vari autori, libretto di §, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Carlo Salvioni, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprani Elisabetta Ferron (Donna Aristea) e Marietta Sacchi (Celestina), tenori Berardo Calvari Winter (Carolino) e Carlo Salvatore Poggiali (Biscroma), basso Filippo Galli (Don Febeo)}
> 4 Aprile 1825, Lunedì
premières nel Teatro alla Scala di Milano di "Pompeo in Siria", dramma per musica (opera seria) in 2 atti di Francesco Sampieri, libretto di Giovanni Federico Schmidt, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Antonio Bruschetti, coreografia di Francesco Clerico, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprani Stefania Favelli (Laodice) e Marietta Sacchi (Emira), contralto "en travesti" Benedetta Rosmunda Pisaroni (Tigrane), tenori Claudio Bonoldi (Clearco) e Giovanni Carlo Berretta (Idreno), bassi Filippo Galli (Pompeo) e Carlo Poggiali (Massimo)} e di "Belisa ossia La nuova Claudina", balletto di Luigi Grossoni, soggetto e coreografia di Giovanni Coralli
> 27 Marzo 1826, Lunedì
premières nel Teatro alla Scala di Milano di "La gelosia corretta", melodramma semiserio in 3 atti di Giovanni Pacini, libretto di Luigi Romanelli, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Antonio Bruschetti, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Stefania Favelli (contessa Clotilde), contralti Marietta Sacchi (Eleonora) e "en travesti" Carolina Franchini (Edmondo), tenore Giovanni David (Enrico II di Francia), bassi Antonio Ambrogi "Chizziol" (conte Anselmo) e Carlo Moncada (duca Ernesto)} e di "Dircea", balletto di Louis Henry, soggetto e coreografia del compositore
> 27 Ottobre 1827, Sabato
première (successo) nel Teatro alla Scala di Milano di "Il pirata", melodramma serio in 1 preludio e 2 atti di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Walter Scott: "The Pirate", da Isidore J.S. Taylor 'Raimond': "Bertrame ou Le pirate" e da Charles Robert Maturin & Charles Nordier: "Bertram or The Castle of Saint-Aldobrand"), dirige Vincenzo Lavigna, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprani Henriette Méric-Lalande (Imogene) e Marietta Sacchi (Adele), tenori Giovanni Battista Rubini (Gualtiero) e Lorenzo Lombardi (Itulbo), baritono Antonio Tamburini (Ernesto), basso Pietro Angilioni (Goffredo)}
> 4 Febbraio 1828, Lunedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Saladino e Clotilde", melodramma tragico in 2 atti di Nicola Vaccai, libretto di Luigi Romanelli, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Antonio Bruschetti, coreografia di Salvatore Taglioni, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprani Henriette Méric-Lalande (Clotilde) e Marietta Sacchi (Sofia), contralto "en travesti" Adele [Adelaide] Cesari (Ruggiero), tenori Giovanni David (Saladino) e Lorenzo Lombardi (Oldrado), bassi Carlo Lalande (Armano) e Domenico Spiaggi (Adrasto), ballerine Adele Taglioni, Maria Conti, Giuditta Ramacini, Laura Sichera e Maria Bocci, ballerini Salvatore Taglioni, Nicola Marchesi, Luigi Costa, Pietro Trigambi e Antonio Ramacini}
> 27 Dicembre 1828, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Gli arabi nelle Gallie o sia Il trionfo della fede", melodramma serio (dramma per musica) in 2 atti di Giovanni Pacini, libretto di Luigi Romanelli (da Charles Victor Prévost d'Arlincourt: "Le renégat"), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprano Violante Camporesi (Ezilda), contralti "en travesti" Brigida Lorenzani-Nerici (Leodato) e Marietta Sacchi (Zarele), tenori Lorenzo Bonfigli/Carlo Crosa (Agobar), Pietro Mantegazza (Aloar) e Pietro Novelli (Mohamud), basso Vincenzo Galli (Gondair)} e premières di "Otto giorni di matrimonio ossia La luna di miele", balletto e "Merope", ballo eroico in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetti e coreografie di Antonio Cortesi {ballerina Cristina Chouchoux (Merope), ballerini Antonio Cortesi (Egisto), Giuseppe Turchi (Narbas), Domenico Ronzani (Polifonte), Michele D'Amore (Adrasto) e Gioachino Coppini (Euriso)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 30 Gennaio 1829, Venerdì
ripresa nel Teatro Regio di Torino di ""Didone abbandonata"", dramma per musica in 2 atti di Saverio Mercadante, libretto (modificato) di Pietro Metastasio, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprani Violante Camporesi (Didone) e Marietta Sacchi (Selene), contralto ""en travesti"" Brigida Lorenzani-Nerici (Enea), tenori Lorenzo Bonfigli (Iarba) e Pietro Mantegazza (Araspe), basso Giovanni Cavaceppi (Osmida)} e premières di ""Il pranzo alla fiera ossia Don Desiderio direttore di pique-nique"", balletto e di ""I crociati a Damasco"", ballo eroico in 5 atti di Luigi Maria Viviani, soggetti e coreografie di Antonio Cortesi {ballerine Giuseppa Cortesi-Angiolini (Alinda) e Cristina Chouchoux (Guinechilde), ballerini Domenico Ronzani (Noradino), Alessandro Bustini (Luigi VII) e Antonio Cortesi (Terigi)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 16 Maggio 1829, Sabato
premières (insuccesso) per l'inaugurazione del Nuovo Ducale Teatro di Parma (1.800 posti, arch.Bottoli) di "Zaira", tragedia lirica (opera seria) in 2 atti e 6 scene di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Voltaire: "Zaïre"), dirige Ferdinando Melchiorri "Gesuit" (1° violino), concertatore al cembalo Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi, scenografia di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio {soprani Henriette Méric-Lalande (Zaira) e Marietta Sacchi (Fatima), mezzosoprano "en travesti" Teresa Cecconi (Nerestano), tenori Carlo Trezzini (Corasmino) e Francesco Antonio Biscottini (Castiglione), baritono Jean-François "Giovanni" Inchindi/Mario Rinaudo (Lusignano), bassi Luigi Lablache (Orosmane) e Pietro Ansiglioni (Meledor)} e di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)} (alla presenza dei duchi di Modena Francesco IV e Beatrice Vittoria di Sardegna)
> 20 Maggio 1829, Mercoledì
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Mosè" ("Mosè e Faraone o Il passaggio del Mar Rosso", "Moïse et Pharaon ou Le passage de la Mer Rouge", rifacimento di "Mosè in Egitto"), melodramma sacro in 4 atti di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Balocchi e Victor-Joseph-Étienne de Jouy (da Andrea Leone Tottola), traduzione italiana di Calisto [Callisto] Bassi, dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Filotea Reina (Anaide) e Marietta Sacchi (Sinaide), mezzosoprano Onoria Amandante (Maria), tenori Giovanni Storti (Elisero/Eliazar), Domenico Reina (Amenofi) e Francesco Antonio Biscottini (Aufide), baritono Jean-François "Giovanni" Inchindi (Mosè), bassi Celestino Salvadori (Faraone) e Pietro Ansiglioni (Osiride/voce misteriosa-interna)} e replica di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 30 Maggio 1829, Sabato
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Semiramide", melodramma tragico in 2 atti e 24 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Tragédie de Sémiramis"), dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Henriette Méric-Lalande (Semiramide) e Marietta Sacchi (Azema), contralto "en travesti" Teresa Cecconi (Arsace), tenori Carlo Trezzini (Idreno) e Francesco Antonio Biscottini (Mitrane), bassi Luigi Lablache (Assur) e Pietro Ansiglioni (Oroe/ombra di Nino)} e replica di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 13 Giugno 1829, Sabato
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Il barbiere di Siviglia", dramma giocoso (dramma comico, melodramma buffo) in 2 atti, 4 quadri e 19 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Cesare Sterbini (da Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais: "Le barbier de Séville ou La précaution inutile" e da Giuseppe Petrosellini), dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Marietta Sacchi (Berta) e lirico coloratura Henriette Méric-Lalande (Rosina), tenore lirico Domenico Reina (Almaviva), bassi lirico Luigi Lablache/Giovanni Inchindi (Figaro), buffo Girolamo Cavalli (Don Bartolo), serio profondo Pietro Ansiglioni (Don Basilio) e (Fiorello/uffiziale/Ambrogio)} e replica di "Oreste", ballo serio di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri, Antonia Torelli e Chiarina Rebaudengo, mima Antonia Pallerini (Elettra), ballerini Luigi Maglietta e Tedoro Martin, mimo Nicola Molinari (Oreste)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 17 Giugno 1829, Mercoledì
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Ines di Castro", ballo storico pantomimico in 5 atti di Luigi Maria Viviani e Antonio Cortesi, soggetto e coreografia di Antonio Cortesi, dirige Giovanni Bignami {ballerine Teresa Olivieri e Antonia Torelli, mima Antonia Pallerini (Ines), ballerino Luigi Maglietta, mimo Nicola Molinari (Don Pedro)} e replica di "Mosè" ("Mosè e Faraone o Il passaggio del Mar Rosso", "Moïse et Pharaon ou Le passage de la Mer Rouge", rifacimento di "Mosè in Egitto"), melodramma sacro in 4 atti di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Balocchi e Victor-Joseph-Étienne de Jouy (da Andrea Leone Tottola), traduzione italiana di Calisto [Callisto] Bassi, dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestri del coro Pellegrino Toschi e Giovanni Alinovi {soprani Filotea Reina (Anaide) e Marietta Sacchi (Sinaide), mezzosoprano Onoria Amandante (Maria), tenori Giovanni Storti (Elisero/Eliazar), Domenico Reina (Amenofi) e Francesco Antonio Biscottini (Aufide), baritono Jean-François "Giovanni" Inchindi (Mosè), bassi Celestino Salvadori (Faraone) e Pietro Ansiglioni (Osiride/voce misteriosa-interna)}, scenografie di Giuseppe Giorgi, Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 9 Agosto 1829, Domenica
prime rappresentazioni nel Teatro Riccardi di Bergamo di "Jefte" ("Il voto di Jefte"), melodramma serio in 2 atti e 20 scene di Pietro Generali, libretto di Francesco Gnecco (da Giuseppe Maria Foppa), dirige Pietro Rovelli (1° violino), maestro del coro Antonio Dolci {soprani Amatilde Cascelli Kintherland (Sulamide) e Marietta Sacchi (Adra), contralto "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Gionata), tenori Giovanni Battista Verger (Jefte) e Francesco Antonio Biscottini (Gedeore), basso Cesare Badiali (Gran sacerdote)} e di "La vestale", ballo di Salvatore Viganò, soggetto e coreografia del compositore, regia di Giuseppe Villa {ballerine Adelaide Mersy, Laura Sichera e Luigia Pontiroli, ballerini Jean Rousset, Domenico Toncino e Domenico Ronsani}
> 5 Settembre 1829, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Riccardi di Bergamo di "Gli arabi nelle Gallie o sia Il trionfo della fede", melodramma serio in 2 atti di Giovanni Pacini, libretto di Luigi Romanelli (da Charles Victor Prévost d'Arlincourt: "Le renégat"), dirige Pietro Rovelli (1° violino), maestro del coro Antonio Dolci {soprani Amatilde Cascelli Kintherland (Ezilda) e Marietta Sacchi (Zarele), contralto "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Leodato), tenori Giovanni Battista Verger (Agobar) e Francesco Antonio Biscottini (Aloar), bassi Cesare Badiali (Gondair) e (Mohamud)}; première di "Zefiro e Flora", intermezzo danzato e replica di "La vestale", ballo di Salvatore Viganò, soggetto e coreografia del compositore, regia di Giuseppe Villa {ballerine Adelaide Mersy, Laura Sichera e Luigia Pontiroli, ballerini Jean Rousset, Domenico Toncino e Domenico Ronsani}
> 4 Ottobre 1829, Domenica
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Il voto di Jefte" ("Jefte"), melodramma serio (azione tragico-sacra) in 2 atti e 20 scene di Pietro Generali, libretto di Francesco Gnecco (da Giuseppe Maria Foppa), dirige Nicola De Giovanni (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore Giovanni Tadolini, scenografia di Romolo Liverani e Francesco Bortolotti {soprani Amatilde Cascelli Kintherland (Sulamide) e Marietta Sacchi (Adra), contralto "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Gionata), tenori Giambattista Genero (Jefte) e Francesco Antonio Biscottini (Gedeore), basso Cesare Badiali (Gran sacerdote)} e première di "Carlo di Borgogna", ballo eroico pantomimo di Giuseppe Sorrentino, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Maccagnani (1° violino)
> 18 Ottobre 1829, Domenica
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Giulietta e Romeo", tragedia per musica (dramma serio, 1° versione) in 2 atti di Nicola Vaccai, libretto di Felice Romani (da William Shakespeare: "Romeo and Juliet", da Giuseppe Maria Foppa, da Luigi Scevola e da Gerolamo della Corte: "Storie di Verona"), dirige Nicola De Giovanni (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore Giovanni Tadolini, scenografia di Romolo Liverani e Francesco Bortolotti {soprani Amatilde Cascelli Kintherland (Giulietta) e Marietta Sacchi (Adele), contralto "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Romeo), tenori Giovanni Battista Genero (Capellio) e Francesco Antonio Biscottini (Lorenzo), basso Cesare Badiali (Tebaldo)}
> 5 Novembre 1829, Giovedì
ripresa nel Teatro Comunale di Bologna di "Otello ossia Il moro di Venezia", dramma tragico per musica (1° versione) in 3 atti di Gioachino Rossini, libretto di Francesco Maria Berio di Salsa (da William Shakespeare: "Othello, the Moor of Venice"), dirige Nicola De Giovanni (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore Giovanni Tadolini, scenografia di Romolo Liverani e Francesco Bortolotti {soprani Giuditta Pasta (Desdemona) e Marietta Sacchi (Emilia), tenori Domenico Reina (Otello), Giovanni Battista Genero (Rodrigo) e Francesco Antonio Biscottini (Elmiro), bassi Cesare Badiali (Jago) e (doge/Lucio/gondoliere)}
> 14 Novembre 1829, Sabato
ripresa nel Teatro Comunale di Bologna di "Semiramide", melodramma tragico in 2 atti e 24 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire), dirige Nicola De Giovanni (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore Giovanni Tadolini, scenografia di Romolo Liverani e Francesco Bortolotti {soprani Giuditta Pasta (Semiramide) e Marietta Sacchi (Azema), contralto "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Arsace), tenori Domenico Reina (Idreno), Francesco Antonio Biscottini (Oroe/ombra di Nino) e Giovanni Battista Genero (Mitrane), basso Cesare Badiali (Assur)}
> 26 Dicembre 1829, Sabato
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Giulietta e Romeo", tragedia per musica (dramma serio, 1° versione) in 2 atti di Nicola Vaccai, libretto di Felice Romani (da William Shakespeare: "Romeo and Juliet", da Giuseppe Maria Foppa, da Luigi Scevola e da Gerolamo della Corte: "Storie di Verona"), dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestro del coro Giovanni Alinovi {soprani Eugenia Savorani-Tadolini (Giulietta) e Marietta Sacchi (Adele), contralto "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Romeo), tenore Giovambattista Genero (Capellio), bassi Giovanni De Begnis (Tebaldo) e Giovanni Cavaceppi (Lorenzo)} e première di "La vestale", ballo serio di Giuseppe Villa, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Adelaide Mersy, mima Luigia Panziroli, ballerino Giovanni Rousset, mimo Domenico Ronzani}, scenografie di Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 12 Gennaio 1830, Martedì
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di ""Tancredi"", melodramma eroico per musica (2° versione) in 2 atti e 22 scene di Gioachino Rossini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: ""Tancrède""), revisione di Luigi Lechi, dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestro del coro Giovanni Alinovi {soprani coloratura Eugenia Savorani-Tadolini (Amenaide) e ""en travesti"" Marietta Sacchi (Roggiero), contralti ""en travesti"" Clorinda Corradi Pantanelli (Tancredi) e Clementina Lanari (Isaura), tenore Giovambattista Genero (Argirio), basso Giovanni Cavaceppi (Orbazzano)} e replica di ""La vestale"", ballo serio di Giuseppe Villa, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Adelaide Mersy, mima Luigia Panziroli, ballerino Giovanni Rousset, mimo Domenico Ronzani}, scenografie di Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 6 Febbraio 1830, Sabato
prima rappresentazione nel Nuovo Ducale Teatro di Parma di "Il turco in Italia", dramma buffo per musica (opera buffa, 2° versione) in 2 atti e 16 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Felice Romani (da Caterino Mazzolà e da Carlo Goldoni: "La bella verità"), dirige Ferdinando Melchiorri, concertatore Ferdinando Simonis, maestro del coro Giovanni Alinovi {soprani Elisa Orlandi (Fiorilla) e Marietta Sacchi (Zaida), tenori Giovambattista Genero (Narciso), Francesco Antonio Biscottini (Prosdocimo/poeta) e Antonio Cristofani (Albazar), bassi Giovanni Cavaceppi (Selim) e buffo Giuseppe Corbetta (Geronio)} e première di "L'orfana di Ginevra", ballo serio di Giuseppe Villa, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Carlucci {ballerina Adelaide Mersy, mima Luigia Panziroli, ballerino Giovanni Rousset, mimo Domenico Ronzani}, scenografie di Pietro Piazza e Giuseppe Boccaccio
> 17 Aprile 1830, Sabato
prima rappresentazione nel King's Theatre in the Haymarket di Londra di "Il pirata" ("The Pirate"), melodramma serio in 1 preludio e 2 atti di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Walter Scott: "The Pirate", da Isidore J.S. Taylor 'Raimond': "Bertrame ou Le pirate" e da Charles Robert Maturin & Charles Nordier: "Bertram or The Castle of Saint-Aldobrand"), dirige Vincenzo Lavigna {soprani Henriette Méric-Lalande (Imogene) e Marietta Sacchi (Adele), tenori Domenico Donzelli (Gualtiero) e Lorenzo Lombardi (Itulbo), baritono Antonio Tamburini (Ernesto), basso Pietro Anglioni (Goffredo)}
> 21 Giugno 1831, Martedì
première (insuccesso) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "La neve", commedia lirica in 2 atti di Luigi Ricci, libretto di Felice Romani (da Eugène Scribe), dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestri del coro Filippo Luchini e Giulio Cesare Granatelli, coreografia di Antonio Monticini, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Marietta Sacchi (duchessa Amalia), contralto Clorinda Corradi Pantanelli (contessa Elisa), tenori Domenico Reina (conte Ermanno) e Giuseppe Giordani (duca), basso Giuseppe Frezzolini (principe Corrado)}
> 26 Dicembre 1831, Lunedì
première (insuccesso) nel Teatro alla Scala di Milano di "Norma", tragedia lirica in 2 atti, 5 quadri e 14 numeri scenici di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani ("Medea in Corinto", "La sacerdotessa d'Irminsul" e da Alexandre Soumet: "Norma ou L'infanticide"), dirigono il compositore e Alessandro Rolla (1°violino), scenografia di Alessandro Sanquirico {soprani drammatico coloratura Giuditta Pasta (Norma) e drammatico Giulia Grisi (Adalgisa), mezzosoprano Marietta Sacchi (Clotilde), tenori lirico-eroico Domenico Donzelli (Pollione) e buffo Lorenzo Lombardi (Flavio), basso serio Vincenzo Negrini (Oroveso)}

Vai alla pagina: 1 | 2 |