L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 54

< Precedente
Pagina 1 di 3
Successiva >

> 9 Marzo 1839, Sabato
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Il bravo" ("Il bravo ossia La veneziana"), melodramma in 3 atti di Saverio Mercadante, libretto di Gaetano Rossi e Marco Marcelliano Marcello, supervisione di Antonio Bindocci e Felice Romani (da Auguste Anicet-Bourgeois: "La vénitienne" e da James Fenimore Cooper: "The Bravo, a Venitian Story"), dirige Eugenio Cavallini (1°violino), regia di Bartolomeo Merelli, scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani Eugenia Savorani-Tadolini (Violetta), Sofia Dall'Oca-Schoberlechner (Teodora) e Angela "Angiolina" Villa (Michelina), tenori Domenico Donzelli (Carlo il Bravo), Andrea Castellan (Pisani), Antonio Benciolini (Capello) e Napoleone Marconi (messo), baritono lirico Pietro Balzar (Foscari), bassi Eutimio Polonini (Marco) e Luigi Quattrini (Luigi)}
> 28 Dicembre 1839, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Guglielmo Tell" ("Guillaume Tell"), melodramma tragico (2° versione) in 4 atti e 21 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Victor-Joseph-Étienne de Jouy e Hippolyte-Louis Florent Bis (da Friedrich Schiller: "Wilhelm Tell" e da Jean Pierre Claris de Florian: "Suisse libre"), con l'apporto di Armand Marrast e Isaac Adolphe Crémieux, traduzione italiana di Calisto [Callisto] Bassi, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), sostituto Giuseppe Ghebart, maestro al cembalo Giacomo Corini, maestro del coro Giulio Buzzi {soprani Luigia Abbadia (Jemmy) e Isabella Casali (Edwige), mezzosoprano drammatico Antonietta Raineri Marini (Matilde), tenori Lorenzo Salvi (Arnoldo), di carattere Antonio Bruni (Rodolfo) e Achille Bassi (pescatore Roudi), baritono Cesare Badiali (Guglielmo Tell), bassi Pio Botticelli (Gualtiero Farst), Eutimio Polonini (Melchtal/Leutoldo) e Antonio Dalvivo (Gessler)} e premières di "Marino Faliero", ballo tragico in 3 atti di Antonio Mussi {ballerine Rosa Orsi (Elena) e Teresa Aman (Leoni), ballerini Domenico Ronzani (Marino Faliero), Domenico Segarelli (Fernando), Alessandro Borsi (Bertucci) e Luigi Morini (Steno)} e di "Il battaglione d'amore", balletto comico in 2 atti di Antonio Monticini {ballerine Teresa Aman (Astrifiammante), Carolina Rosati-Galletti (1°sorella), Rosa Clerici (2°sorella), Rosa Orsi (3°sorella), Giuditta Venturi (Doratilia) e Teresa Chiossino (Amore), ballerini Domenico Segarelli (Jonas), Luigi Morini (Belton), Salvatore Paradisi (Tomas) e Giorgio Deagostini (Giorgio)} e con un Passo a sei {ballerine Rosa Clerici, Rachele Schiano e Giulia Viganò, ballerini Antonio Cecchetti, Agostino Panni e Vincenzo Schiano} e con un Passo a tre {ballerine Luigia Groll e Carolina Rosati-Galletti, ballerino Adolfo Albert}, soggetti e coreografie di Antonio Monticini, maestro di ballo Claudio Chouchoux, scenografie di Giuseppe Badiali e Giuseppe Bertoja
> 11 Febbraio 1840, Martedì
premières nel Teatro Regio di Torino di "Il templario", melodramma (1° versione) in 3 atti di Otto Nicolai, libretto di Girolamo Maria Marini (da Walter Scott: "Ivanhoe"), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), sostituto Giuseppe Ghebart, maestro al cembalo Giacomo Corini, maestro del coro Giulio Buzzi {soprani Luigia Abbadia (Rovena) e Angela Villa (Emma), mezzosoprano Antonietta Raineri Marini (Rebecca), tenori Lorenzo Salvi (Vilfredo d'Ivanhoe) e Achille Bassi (Isacco di York), baritono Cesare Badiali (Briano di Bois-Guilbert), bassi Pio Botticelli (Cedrico), Eutimio Polonini (Luca di Beaumanoir) e Antonio Bruni (Gualtiero)} e di "Il campanello", balletto comico in 3 atti e di "Meleagro", ballo mitologico in 3 atti di Antonio Monticini, soggetti e coreografie del compositore, maestro di ballo Claudio Chouchoux {ballerine Marietta Monticini (Altea), Rosa Orsi (Cleopatra) e Teresa Aman (Atalanta), ballerini Alessandro Borsi (Eneo), Domenico Ronzani (Meleagro), Giorgio Deagostini (Giaso), Domenico Segarelli (Giolao), Luigi Morini (Plesippo), Agostino Panni (Tosseo) e Giuseppe Porello (Iseo/Lereo)}, scenografie di Giuseppe Badiali e Giuseppe Bertoja
> 19 Settembre 1840, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Grande di Trieste di "Il templario", melodramma (1° versione) in 3 atti di Otto Nicolai, libretto di Girolamo Maria Marini (da Walter Scott: "Ivanhoe") {soprani Luigia Abbadia (Rovena) e Angela Villa (Emma), mezzosoprano Antonietta Raineri Marini (Rebecca), tenori Lorenzo Salvi (Vilfredo d'Ivanhoe) e Achille Bassi (Isacco di York), baritono Cesare Badiali (Briano di Bois-Guilbert), bassi Pio Botticelli (Cedrico), Eutimio Polonini (Luca di Beaumanoir) e Antonio Bruni (Gualtiero)}
> 19 Luglio 1854, Mercoledì
prima rappresentazione nel Royal Opera House, Covent Garden di Londra di "La stella del Nord" ("L'étoile du Nord"), opera comica (2° versione) in 3 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Eugène Scribe (da Heinrich Friedrich Ludwig Rellstab, Germain Delavigne & Charlotte Johanna von Birch-Pfeiffer: "Ein Feldlager in Schlesien" [6 numeri], da Jean Nicolas Bouilly: "Pierre le Grand" e dal balletto "Vielka"/"La cantinière"), traduzione italiana di Manfredo Maggioni, dirige Michael Costa, 1° violino Sainton {soprani leggero Marie Félix-Miolan Carvalho/Angiolina Bosio (Caterina), Therese Kalliwoda-Brunetti (Prascovia), Hermine Rudersdorff (Natalia) e Sophie Bauer (EchimonaEkimona), tenori Pietro Neri-Baraldi/Italo Gardoni (Giorgio Skawronski), Emilio [Émile] Naudin (Danilowitz) e Giuseppe Lucchesi (Ismailoff), bassi Jean-Baptiste FaureKarl Johann Formes (Pietro il Grande-Pietro Michaeloff), Giuseppe Ciampi (Gritzenko), Giovanni Capponi (RainoldoReynolds), Joseph [Dieudonné] Tagliafico (KermoloffYermolov), Eutimio Polonini (Tcheremetieff), Rossi (1° ufficiale) e Francesco Fallar (2° ufficiale)}
> 15 Marzo 1857, Domenica
première nel Teatro Real del Circo di Madrid di "Irza", opera seria di F.Gomez, libretto italiano {soprano Carlotta Gruitz (), tenore Enrico Tamberlik (), bassi Jules Speck () e Eutimio Polonini ()}
> 4 Luglio 1857, Sabato
prima rappresentazione nella Royal Italian Opera di Londra di "Fra Diavolo" ("Fra Diavolo ou L'hôtellerie de Terracine", "L'auberge de Terracine", "Fra Diavolo o L'osteria di Terracina"), opera comico-romantica in 3 atti, 27 scene e 18 numeri di Daniel-François-Esprit Auber, libretto di Eugène Scribe e Jean-François-Casimir Delavigne, traduzione italiana di Manfredo Maggioni, regia di A.Harris, scenografia di Beverley {soprani Angiolina Bosio (Zerlina) e Albina Maray (Lady Pamela), tenori Italo Gardoni (Fra Diavolo), Domenico Ronconi (Lord Rockburg), Pietro Neri-Baraldi (Lorenzo) e (contadino/soldato), baritono Zelger (Giacomo), bassi Annibale Polonini (Matteo) e Joseph [Dieudonné] Tagliafico (Beppo/Francesco)}
> 9 Luglio 1857, Giovedì
prima rappresentazione (per la Royal English Opera House) nel Lyceum Theatre di Londra di "Fra Diavolo o L'osteria di Terracina" ("Fra Diavolo ou L'hôtellerie de Terracine"), opera comico-romantica in 3 atti, 27 scene e 18 numeri di Daniel-François-Esprit Auber (con aggiunte), libretto di Eugène Scribe e Jean-François-Casimir Delavigne, traduzione italiana di Manfredo Maggioni, regia di A.Harris, scenografia di Beverley {soprani Angiolina Bosio (Zerlina) e Albina Maray (Lady Pamela), tenori Italo Gardoni (Fra Diavolo), Domenico Ronconi (Lord Rockburg), Pietro Neri-Baraldi (Lorenzo) e (contadino/soldato), baritono Zelger (Giacomo), bassi Annibale Polonini (Matteo) e Joseph [Dieudonné] Tagliafico (Beppo/Francesco)}
> 22 Novembre 1862, Sabato
première nell'Imperatorskij Opernyj Mariinskij Teatr di San Pietroburgo di "La forza del destino", melodramma (1° versione) in 4 atti, 8 quadri e 34 numeri di Giuseppe Verdi, libretto e regia di Francesco Maria Piave (da Angel Pérez de Saavedra y Ramírez de Banquedano, duca di Rivas: "Don Alvaro o La fuerza del sino" e da Friedrich Schiller: "Wallenstein Lager" nella traduzione italiana di Andrea Maffei), dirige Eduardo Baveri, scenografia di Andreas Roller {soprano drammatico Caroline Douvry-Barbot (Donna Leonora), mezzosoprani drammatico Constance Nantier-Didiée (Preziosilla) e Legramanti (Curra), tenori lirico-eroico Enrico Tamberlik (Don Alvaro), buffo Geremia Bettini (mastro Trabuco) e Alessandro Polonini (chirurgo), baritoni Francesco Graziani (Don Carlo di Vargas) e buffo Achille De Bassini (fra Melitone), bassi di carattere Meo (marchese di Calatrava), serio profondo Gian Francesco Angelini (padre guardiano) e Ignazio Marini (alcalde)}
> 7 Marzo 1868, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Riccardi di Bergamo di "Don Checco" ("Il conte Rodolfi ossia Il debitore perseguitato"), opera buffa (scherzo comico) in 2 atti e 18 scene di Nicola De Giosa, libretto di Almerindo Spadetta, dirige Giovanni Cerioni, maestro del coro Francesco Maria Zanchi {soprani Luigia De Baillon (Fiorina) e "en travesti" Adele Ventura (Succhiello Scorticone), tenore Antonio Carnelli (Carletto), baritoni Raffaele Grandillo (don Checco Cerifoglio) e Alessandro Polonini (Bartolaccio), basso (Roberto)}
> 28 Marzo 1868, Sabato
ripresa nel Teatro Riccardi di Bergamo di "Pipelet o Il portinaio di Parigi" ("Pipelè"), melodramma giocoso (opera buffa) in 3 atti (parti) di Serafino Amedeo De Ferrari, libretto di Raffaele Berninzone (da Eugène Sue: "Les mystères de Paris"), dirige Giovanni Cerioni, maestro del coro Francesco Maria Zanchi {soprani Luigia De Baillon (Rigoletta) e Adele Ventura (Maddalena), tenore Antonio Carnelli (Carlo Duresnel), baritono Guglielmo Murri (Cabrion), bassi Cesare Banchi (Don Jacopo) e Alessandro Polonini (Pipelet)}
> 31 Agosto 1869, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro Riccardi di "Matilde di Shabran o sia Bellezza e cuor di ferro", melodramma giocoso (semiserio [centone], 2° versione) in 2 atti di Gioachino Rossini, libretto di Jacopo Ferretti ("Corradino il terribile", da François-Benoît Hoffmann: "Euphrosine et Corradine ou Le tyran corrigé", da Jacques-Marie Boutet de Monvel: "Mathilde", da Antonio Simeone Sografi: "Il Corradino" e da Gaetano Rossi: "Il trionfo della bella ovvero Corradino cuor di ferro"), dirige Vincenzo Petrali, maestro del coro Francesco Maria Zanchi {soprano Angiola Ortolani-Valandris-Tiberini (Matilde), contralto "en travesti" Paolina Gaggiotti (Edoardo), mezzosoprano Lellia Mapelli (contessa d'Arco), tenori Mario Tiberini (Corradino) e (Egoldo/Rodrigo), baritono Gaetano Giori (Aliprando), bassi (Raimondo), Pietro Milesi (Ginardo) e buffo Alessandro Polonini (Isidoro)} e replica di "La fidanzata ossia Un sogno" ballo di Gaspare Pratesi, soggetto e coreografia del compositore
> 6 Luglio 1870, Mercoledì
première nel Teatro Principe Umberto di Firenze di "La scommessa", melodramma buffo in 3 atti di Emilio Usiglio, libretto di Benedetto Prado, dirige il compositore {soprano Lella Ricci (Carlotta), tenori Temistocle Parasini (Alberto) e Francesco Maccani (Cola), baritono Alessandro Polonini (Rodrigo), basso Giuseppe Scheggi (marchese Valchiusa)}
> 20 Marzo 1871, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro Riccardi di Bergamo "Le educande di Sorrento" ("La figlia del generale"), melodramma giocoso in 3 atti di Emilio Usiglio, libretto di Raffaele Berninzone, dirige Girolamo Girardini, maestro del coro Francesco Maria Zanchi {soprani Santina Lenzi (Luigia) e (Teresa), mezzosoprano Almacinzia Magi (Donna Placida), tenori Giuseppe Guidi (Augusto) e Vittorio Vitali (Procolo), baritoni Alessandro Polonini (Rodolfo) e (Bettola), bassi Ernesto Leva (Don Democrito) e buffo (generale)}
> 24 Giugno 1872, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro Mercadante (ex del Fondo della Separazione) di Napoli di "La scommessa", melodramma buffo in 3 atti di Emilio Usiglio, libretto di Benedetto Prado, dirige il compositore {soprano Emma Nascio-Dovara (Carlotta), tenori Enrico Serazzi (Alberto) e Enrico Guarnieri (Cola), baritono Alessandro Polonini (Rodrigo), basso Aristide Fiorini (marchese Valchiusa)}
> 29 Agosto 1872, Giovedì
première nel Teatro Mercadante (ex-Fondo) di Napoli di "La fiera", melodramma giocoso in 3 atti di Melchiorre De Filippis Delfico, libretto di Rosata {soprano Emma Nascio (contessa Emilia), mezzosoprano Ester Neri (Fanny), tenori Enrico Guarnieri (ciarlatano) e Vincenzo Montanaro (conte Aurelio), baritono Giuseppe Correggioli (Torenzo), bassi Alessandro Polonini (Arturo) e Giovanni Marauto (attore/servo)}
> 29 Gennaio 1878, Martedì
ripresa nel Teatro Regio di Torino di ""Un ballo in maschera"", melodramma tragico in 3 atti, 6 quadri e 17 scene di Giuseppe Verdi, libretto (versione ""di Boston"") di Antonio Somma (da Eugène Scribe: ""Gustave III ou Le bal masqué""), dirige Carlo Pedrotti, sostituto Carlo Fassò, maestro del coro Alessandro Moreschi, regia di Carlo Taglianti, scenografia di Augusto Ferri e Riccardo Fontana {soprani drammatico Palmira Missorta (Amelia) e leggero-lirico coloratura ""en travesti"" Augusta Azzalini-Fidi (Oscar), contralto drammatico Maddalena Martinotti (Ulrica), tenori lirico Lorenzo Abruñedo [Abrugnedo] (Riccardo di Warwick) e (giudice/servo), baritono Erasmo Carnili (Renato), bassi di carattere Alessandro Polonini (Silvano), Gaetano Roveri (Samuel) e Federico Becheri (Tom)}
> 19 Febbraio 1878, Martedì
première nel Teatro Regio di Torino di "Francesca da Rimini", tragedia lirica (opera seria) in 4 atti di Antonio Cagnoni, libretto di Antonio Ghislanzoni (da Dante Alighieri: "Inferno"), dirige Carlo Pedrotti, sostituto Carlo Fassò, maestro del coro Alessandro Moreschi, regia di Carlo Taglianti, scenografia di Augusto Ferri e Riccardo Fontana {soprani Palmira Missorta (Francesca), (Emma) e "en travesti" Augusta Azzalini-Fidi (Silvio), tenore Lorenzo Abruñedo [Abrugnedo]/Vittorio "Victor" Clodio (Paolo), baritoni Erasmo Carnili (Lanciotto Malatesta) e Federico Becheri (Guido), bassi Alessandro Polonini (Alberigo), Gaetano Roveri (fra Bonaventura) e (Anastagi)} e replica di "Sieba o La spada di Wodan", azione coreografica (1° versione) in 7 atti e 9 quadri di Romualdo Marenco, soggetto e coreografia di Luigi Manzotti, dirige il compositore, scenografia di Augusto Ferri e Riccardo Fontana {ballerine Angelina Fioretti-Verger (Sieba) e Giuseppina Paglieri (Aroldo), ballerini Enrico Pini (Surtur), Marco Magri (Wodan), Angelo Cuccoli (Kafur), Giovanni Venanzio (Meuhor/capitano), Carlo Milanesi-Piazza (Hoderol-Holerut), Cesare Smeraldi (Cadmo) e Giuseppe Piantanida (Gran Alfi-Obel/Wolf)}
> 10 Maggio 1879, Sabato
première nel Teatro del Fondo di Separazione di Napoli di "Babilas" ("Il duca ed il podestà ovvero Babilas"), melodramma semiserio (opera-pasticcio) in 3 atti di Cesare Rossi, libretto di §, dirige il compositore {soprani Giuseppina Musiani-Rizzoni (duchessa) e Paoletti (Genoveffa), mezzosoprano "en travesti" Annunziata Fanti (Valentino), tenore Doria (Babilas), baritoni Alessandro Polonini (podestà) e Giovanni Cappelli (capo armigeri), basso Antonio Florio (Balaclà)}
> 7 Maggio 1881, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Costanzi di Roma di "Il barbiere di Siviglia", dramma giocoso (dramma comico, melodramma buffo) in 2 atti, 4 quadri e 19 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Cesare Sterbini (da Pierre-Augustin Caron de Beaumarchais: "Le barbier de Séville ou La précaution inutile" e da Giuseppe Petrosellini), dirige Alessandro Pomè {soprani (Berta) e lirico coloratura Bianca Donadio (Rosina), tenore lirico Vittore Deliliers (Almaviva), baritoni lirico Alessandro Polonini (Figaro) e (Fiorello/uffiziale/Ambrogio), bassi buffo Firmino Migliara (Don Bartolo) e serio profondo Giovanni Mirabella (Don Basilio)}
> 14 Maggio 1881, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Costanzi di Roma di "La sonnambula", melodramma serio/semiserio in 2 atti, 4 quadri e 17 numeri scenici di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Eugène Scribe & Jean-Pierre Aumer: "La somnambule ou L'arrivée d'un nouveau seigneur" e da Eugène Scribe & Germain Delavigne: "La somnanbule"), dirige Alessandro Pomè {soprani (Lisa) e coloratura Bianca Donadio (Amina), mezzosoprano (Teresa), tenori Vittore Deliliers (Elvino) e (notaio), bassi Alessandro Polonini (conte Rodolfo) e (Alessio)}
> 11 Giugno 1881, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Costanzi di Roma di "La forza del destino", melodramma (2° versione) in 4 atti, 8 quadri e 34 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Angel Pérez de Saavedra y Ramírez de Banquedano, duca di Rivas: "Don Alvaro o La fuerza del sino" e Friedrich Schiller: "Wallenstein Lager" nella traduzione italiana di Andrea Maffei), rielaborato da Antonio Ghislanzoni, dirige Alessandro Pomè {soprani drammatico Amalia Fossa (Donna Leonora) e (Curra), mezzosoprano drammatico Giulia Novelli (Preziosilla), tenori lirico-eroico Giovanni Sani (Don Alvaro) e (mastro Trabuco), baritoni Massimo Ciapini (Don Carlo) e buffo Alessandro Polonini (fra Melitone), bassi Francesco Panari (marchese di Calatrava/alcalde) e serio profondo Giovanni Mirabella (padre guardiano/chirurgo)}
> 14 Giugno 1883, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro Solís di Montevideo di "Boccaccio", operetta comica (2° versione) in 3 atti, 4 quadri e 31 numeri di Franz Suppé, libretto di Camillo Walzel "Friedrich Zell" e Richard Genée (dal vaudeville "Boccace ou Le Décaméron" di Jean-François-Alfred Bayard, Victor Arthur Rousseau de Beauplan, Léon-Lévy Brunswick 'Victor Lhérie' e Adolph Ribbing 'Adolphe de Leuven'), dirige Vincenzo Volir, maestri del coro Luigi Franciscolo e Francisco Seguí {soprani "en travesti" Giulia Cesari (Boccace), Maria Frigerio (Zanetta), Bernardi (Béatrice) e Menghini (Fisca), contralto Margherita Preziosi (Péronelle), tenori Vittorio Deliliers (Lélio), Amos Cioci (Pandolfo) e Milani (Quiquibio), baritoni Alessandro Polonini (prince Orlando) e Oreste Foresti (Tromboli), basso Samuel Reggiani (Cecco)}
> 22 Giugno 1883, Venerdì
ripresa nel Teatro Solís di Montevideo di "La fille de Madame Angot", opera comica (operetta buffa) in 3 atti e 25 numeri di Charles Lecocq, libretto e liriche di Louis-François Nicolaïe "Clairville", Paul Siraudin e Victor Koning (da Antoine-François Éve "Desmaillot" ["Maillot", "Demaillots"] e da Alexandre Dumas sr.: "Ange Pitou"), dirige Vincenzo Volir, maestri del coro Luigi Franciscolo e Francisco Seguí {soprani Maria Frigerio (Clairette Angot), Menghini (Babet/Cydalise), Giulia Cesari (Herbelin) e Bernardi (Thérèse), Bruni (Hersilie/Delaunay), mezzosoprani Giulia Cesari (m.lle Lange), Carolina Bianchi Mancini (Javotte), Angelina Cobianchi (Amaranthe), Margherita Preziosi (Ducoudray) e Martha Moller (Armande), tenori buffo Amos Cioci (Pomponnet), Vittorio Deliliers (Ange Pitou) e Milani (Cadet), baritoni buffo Oreste Foresti (Larivaudière) e Alessandro Polonini (Guillaume), bassi buffo Pietro Cesari (Louchard), Giovanni Scolari (Trénitz) e Samuel Reggiani (Buteux)}
> 26 Giugno 1883, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro Solís di Montevideo di "El grumete" ("Serafin el grumete"), zarzuela (2° versione) in 1 atto e 7 numeri di Emilio Arrieta y Corera, libretto di Antonio García Gutiérrez {soprano Maria Frigerio (Luisa) e Giulia Cesari (Serafín), contralto di carattere Carolina Bianchi Mancini (Leonor de Haro), tenore comico Vittorio Deliliers (Antón), baritono Alessandro Polonini (Tomás), basso Giovanni Scolari (Pascual)} e ripresa di "Les brigands", opera buffa (2° versione) in 4 atti di Jacques Offenbach, libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy {soprani Maria Frigerio (Fragoletto), Giulia Cesari (Fiorella) e Bernardi (princesse de Grenade), mezzosoprani "en travesti" Carolina Bianchi Mancini (duc de Mantoue), Angelina Cobianchi (Pipa/Pipetta), Martha Moller (Zerlina/Bianca) e Margherita Preziosi (Fiametta/Ciccinella), tenori Vittorio Deliliers (Piètro), Amos Cioci (comte Gloria-Cassis), Milani (Domino/Pipo) e De Armas (Adolphe de Valladolid), baritoni Alessandro Polonini (Falsacappa) e Oreste Foresti (caissier-précepteur), bassi Samuel Reggiani (baron Campotasso), Zucchi (chef des carabiniers) e Giovanni Scolari (Carmagnola)}, dirige Vincenzo Volir, maestri del coro Luigi Franciscolo e Francisco Seguí

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 |