L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 7

< Precedente
Pagina 1 di 1
Successiva >

> 28 Novembre 1903, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro del Corso di Bologna di "I racconti di Hoffmann" ("Les contes d'Hoffmann"), opera romantica fantastico-fiabesca (2° versione, completata da Ernest Guiraud) in 1 prologo, 3 atti e 1 epilogo (ovvero 5 atti: Prologue, Olympia, Antonia, Giulietta, Epilogue) e 25 numeri di Jacques Offenbach, libretto di Jules Barbier e Michel Carré (da Ernst Theodor Amadeus "E.T.A." Hoffmann: "Die Gesellschaft im Keller", "Der Sandmann", "Die Abendenteuer der Sylvester-Nacht", "Rat Krespel", "Klein Zaches genannt Zinnober"), traduzione italiana di Angelo Zanardini, dirige Vittorio Mingardi {soprani drammatico coloratura Bel Sorel (Stella/Olimpia/Antonia/Giulietta), mezzosoprani drammatico (voce della musa/madre) e lirico "en travesti" Irma Monti Baldini (Nicklausse), tenori lirico-eroico Reno Andreini (Hoffmann), buffo Federico Coraluppi (Andrea/Cocciniglia/Franz/Pitichinacchio/Nathanael) e buffo Enrico Giordani (Spallanzani), baritoni eroico (Wolfram/Schlemil) e Michele Wigley (mastro Lutero/Guglielmo/vagabondo), bassi serio Pietro Francalancia (Crespel/Hermann) e eroico Rodolfo Angelini Fornari (Lindorf/Coppelio/dr.Miracolo/Dappertutto)}
> 8 Aprile 1905, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Costanzi di Roma di "I racconti di Hoffmann" ("Les contes d'Hoffmann"), opera romantica fantastico-fiabesca (2° versione, completata da Ernest Guiraud) in 1 prologo, 3 atti e 1 epilogo (ovvero 5 atti: Prologue, Olympia, Antonia, Giulietta, Epilogue) e 25 numeri di Jacques Offenbach, libretto di Paul Jules Barbier e Michel Carré (da Ernst Theodor Amadeus "E.T.A." Hoffmann: "Die Gesellschaft im Keller", "Der Sandmann", "Die Abendenteuer der Sylvester-Nacht", "Rat Krespel", "Klein Zaches genannt Zinnober"), traduzione italiana di Angelo Zanardini, dirige Edoardo Vitale {soprani drammatico coloratura Amelia Karola (Olimpia), drammatico coloratura Maria Farneti (Antonia/Giulietta), mezzosoprani lirico "en travesti" Luisa Garibaldi (Nicklausse/madre) e drammatico (voce/fantasma), tenori lirico-eroico Reno Andreini (Hoffmann), Romeo Boscacci (Nathanael) e Anton Erl (Spallanzani), baritoni eroico Costantino Thos (Crespel/Hermann/Schlemil), Angelo Scandiani (Coppelio/dr.Miracolo/Dappertutto) e eroico (Guglielmo/vagabondo/Lindorf/Andrea), bassi buffo Vittorio Arimondi (Cocciniglia/Franz/Pitichinacchio) e Giuseppe Gironi (mastro Lutero)}
> 14 Gennaio 1911, Sabato
ripresa nel Teatro Regio di Torino di ""Loreley"" (rifacimento di ""Elda""), azione romantica in 3 atti di Alfredo Catalani, libretto di Angelo Zanardini (da Carlo D'Ormeville), revisione di Giuseppe Giacosa, Luigi Illica e Giuseppe Depanis (da Clemens Maria Brentano, da Heinrich Heine e da Wolfgang Goethe), dirige Giuseppe Baroni, scenografia di Ugo Gheduzzi {soprani Adelina D'Albert (Loreley) e Gina Tandi (Anna), tenore Reno Andreini (Walter), baritono Mimo Zuffo (Hermann), basso Michele Fiore (Rudolfo)}
> 16 Febbraio 1911, Giovedì
première nel Teatro Regio di Torino di "Morgana", azione lirica in 3 atti di Raffaele De Miero, libretto di Arturo Colautti, dirige Giuseppe Baroni, scenografia di Ugo Gheduzzi {soprani Oliva Petrella (Morgana) e Velia Monducci (Yvonne), contralto Tery Montresor (Denise), tenori Reno Andreini (Luciano), Angelo Brambilla (Préville) e Giordano Paltrinieri (Mauriac), baritono Francesco Maria Bonini (Marcelin), basso Michele Fiore (Prevost)}
> 3 Ottobre 1917, Mercoledì
ripresa nel Teatro Costanzi di Roma di "La fanciulla del West", opera in 3 atti (1.L'interno della Polka, 2.L'abitazione di Minnie, 3.La grande selva californiana) di Giacomo Puccini, libretto di Guelfo Civinini e Carlo Zangarini (da David Belasco: "The Girl of the Golden West"), dirige Teofilo De Angelis, maestro del coro Giovanni Baravelli, regia di Vincenzo Dell'Agostino, scenografia di Cesare Ferri e Ettore Polidori {soprano drammatico Amina Albani (Minnie), mezzosoprano Cleofe Braghini (Wowkle), tenori eroico Giuseppe Corti/Reno Andreini (Dick Johnson), Giovanni Salvatori (Trin), Luigi Triossi (Harry), Nicola Luci (Joe/postiglione) e Ettore Bonzi (Nick), baritoni eroico Leone Paci (Jack Rance), Arturo Pellegrino (Sonora), Vincenzo Pastorelli (Happy), Armando Bucchi (Bello) e Guido Fernandez (Ashby/Jake Wallace), bassi Augusto Dadò (Sid/Billy Jackrabbit) e Cesare Di Cola (Larkens/José Castro)}
> 27 Ottobre 1917, Sabato
ripresa nel Teatro Costanzi di Roma di "Carmen", opera comica in 4 atti e 26 numeri di Georges Bizet (recitativi di Ernest Guiraud), libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy (da Prosper Mérimée), dirige Teofilo De Angelis, sostituto Pietro Cimara, maestro del coro Giovanni Baravelli, regia di Vincenzo Dell'Agostino, scenografia di Cesare Ferri e Ettore Polidori {soprani lirico Anna Martino (Micaëla) e leggero coloratura Ippolita Conti (Frasquita), mezzosoprani drammatico Berta Jullian Venturini (Carmen) e buffo Cleofe Braghini (Mercédès), tenori lirico Reno Andreini (Don José) e buffo Ettore Bonzi (Remendado), baritono Leone Paci (Escamillo), bassi serio Augusto Dadò (Zuniga) e buffo-lirico Arturo Pellegrino (dancairo/Moralès)}
> 8 Novembre 1917, Giovedì
ripresa nel Teatro Costanzi di Roma di "Madama Butterfly", tragedia lirica giapponese (3° versione) in 3 atti di Giacomo Puccini, libretto di Luigi Illica e Giuseppe Giacosa (da David Belasco e John Luther Long), dirige Teofilo De Angelis, maestro del coro Giovanni Baravelli, regia di Vincenzo Dell'Agostino, scenografia di Cesare Ferri e Ettore Polidori {soprani lirico-drammatico coloratura Alice Zeppilli (Butterfly) e Dorina Ballarini (zia/cugina), contralto lirico Ida Ferrero (Suzuki), mezzosoprani Carolina Benti (Kate Pinkerton) e (madre), tenori lirico Reno Andreini (Pinkerton) e buffo Ettore Bonzi (Goro), baritono lirico Leone Paci (Sharpless), bassi Augusto Dadò (zio Bonzo), Arturo Pellegrino (Yamadori/Yakusidé) e Cesare Di Cola (commissario imperiale/ufficiale del registro)}