L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 28

< Precedente
Pagina 1 di 2
Successiva >

> 23 Ottobre 1813, Sabato
nasce a Cassano d'Adda (Milano) il soprano Teresa Brambilla
> 17 Marzo 1837, Venerdì
prima esecuzione assoluta nel Teatro alla Scala di Milano di "In morte di Maria Malibran de Bériot" ("Sovra quell'urna posi"), cantata in 5 parti: "sinfonia" di Gaetano Donizetti, "Il cippo di Manchester" di Giovanni Pacini, "L'inaugurazione" di Saverio Mercadante, "Il monumento di Milano" di Nicola Vaccai e "La corona" di Pietro Antonio Coppola, testi di Antonio Piazza {soprani Sofia Dall'Oca-Schoberlechner, Benedetta Colleoni-Corti e Teresa Brambilla, mezzosoprano Felicita de Baillou-Hillaret, contralti Marietta Brambilla e Carolina Lusignani, tenore Francesco Pedrazzi e Giovan Battista (Gianbattista) Milesi, baritono Giovanni Orazio Cartagenova, bassi Carlo Marcolini, Ignazio [Ignacio] Marini e Luciano Mariani}
> 26 Dicembre 1839, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "Le due illustri rivali", melodramma (2° versione) in 3 atti e 22 scene di Saverio Mercadante, libretto di Gaetano Rossi, dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Antonio Cattaneo e Giulio Granatelli, scenografia di Baldassare Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani Erminia Frezzolini-Poggi (Bianca) e Teresa Brambilla (Elvira), mezzosoprano Felicita de Baillou-Hillaret (Enellina), , tenori Catone Lonato (Alvaro d'Olivarez) e Napoleone Moriani (Armando di Foix), baritono Gaetano Rossi (Inigo), basso Ignazio Marini (Gusmano)} e premières di "L'ombra di Tsi Ven ossia La costanza premiata", balletto di Placido Mandanici e di "L'opportunità d'una festa mascherata", balletto di Ferdinando Rugali, soggetti e coreografie di Salvatore Taglioni
> 15 Febbraio 1840, Sabato
première nel Teatro alla Scala di Milano di "I corsari", melodramma semiserio in 2 atti di Alberto Mazzucato, libretto di Felice Romani ("Chiara e Serafina ossia I pirati", da René-Charles Guilbert de Pixérécourt: "La citerne"), revisione di Temistocle Solera, dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestro al cembalo Giacomo Panizza, maestri del coro Antonio Cattaneo e Giulio Granatelli, scenografia di Baldassare Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani E.Beltrami Barozzi (Chiara), Rosina Olivieri (Lisetta) e Teresa Brambilla (Serafina), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Agnese), tenori Francesco Regini (Don Fernando), Napoleone Marconi (Gennaro) e Catone Lonato (Don Ramiro), bassi Gaetano Rossi (Don Alvaro), Giuseppe Frezzolini (Simoncino/Don Meschino), Celestino Salvatori (Picaro) e Antonio Benciolini (Spalatro)}
> 12 Marzo 1840, Giovedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Giovanna II, regina di Napoli", melodramma in 3 atti di Carlo Coccia, libretto di Gaetano Rossi, dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestro al cembalo Giacomo Panizza, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Antonio Cattaneo, coreografia di Ferdinando Rugali e Salvatore Taglioni, scenografia di Baldassare Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani Erminia Frezzolini (Giovanna II) e Teresa Brambilla (Francesca Ruffo), mezzosoprano Felicita de Baillou-Hillaret (Brigida), tenori Catone Lonati (Oliviero di Rieux), Napoleone Moriani (Lorenzo Alopo) e Antonio Benciolini (Aniello), baritono Francesco Regini (Paolo Cimitolo), bassi Ignazio Marini (Marino Boffa) e Gaetano Rossi (Attendolo Sforza)}
> 26 Dicembre 1840, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro della Pergola di Firenze di "Roberto il diavolo" ("Robert le diable"), grand-opera (2° versione) in 5 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Eugène Scribe e Germain Delavigne (da A.Franconi: "Robert le diable ou Le criminel repentant" e da Gustav Schwab: "Romanzen von Robert dem Teufel"), traduzione italiana di A.C.Di Siena {soprani Teresa Brambilla (Isabella) e (Alice), tenori eroico (Roberto) e (Rambaldo), baritono (Alberti), basso (Bertrando)}
> 26 Dicembre 1841, Domenica
prima rappresentazione nel Teatro della Pergola di Firenze di "Gli Anglicani" ("Les Huguenots"), grand-opera in 5 atti e 66 numeri di Giacomo Meyerbeer, libretto di Eugène Scribe e Émile Deschamps (da Prosper Mérimée: "Chronique du temps [règne] de Charles IX"), traduzione italiana di Marco Marcelliano Marcello (e Calisto [Callisto] Bassi) {soprani drammatico di coloratura Teresa Brambilla (Margherita di Valois), "en travesti" leggero di coloratura Augusta Albertini-Baucardé (Urbain) e drammatico Sofia Gravedon (Valentina), tenori lirico-eroico Alessandro Giachini (Raul), Giovanni Piazza (Bois-Rosé/Leonardo), buffo Andrea Castellan (Cossé) e lirico A.Lauri (Thavannes), baritono lirico Ettore Profili (conte Nevers), bassi Francesco Fallar (conte Saint-Bris), (De Retz), buffo (Thoré), serio Giuseppe Bertini (Marcello), Carlo Porto-Ottolini (Maurevert) e Demetrio Masselli (Méru/arciere)}
> 1 Giugno 1842, Mercoledì
première (successo) nel Teatro della Pergola di Firenze di "Vannina d'Ornano", dramma lirico in 3 atti di Fabio Campana, libretto di Francesco Guidi, dirige Alamanno Biagi, concertatore Pietro Romani, scenografia di Giovanni Gianni e Gaetano Piattoli {soprani Teresa Brambilla (Vannina d'Ornano) e Amalia Patriossi (Maria), tenori Giacomo Roppa (Vivaldi) e Gaetano Coccetti (Guasco), baritono Domenico Cosselli (Sampiero Bastelica), basso Alessandro Giacchini (Antonio Sanfiorenzo)}
> 26 Giugno 1842, Domenica
prima esecuzione nel Salone di Palazzo Vecchio di Firenze di "Stabat Mater", corale sacro in 1 parte per 4 voci, coro e orchestra (2° versione, revisione in 10 pezzi: I.Introduzione: Stabat mater, andantino moderato in si bemolle maggiore, II.Aria: Cujus animum, lento maestoso in la bemolle maggiore, III.Duetto: Quis est homo, largo in mi maggiore, IV.Aria: Pro peccatis suæ gentis, allegro maestoso in la minore, tempo meno mosso in la maggiore, V.Coro e recitativo: Eja Mater, andante mosso in fa maggiore, VI.Quartetto: Sancta mater, allegretto moderato in la bemolle maggiore, VII.Cavatina: Fac ut portem, andante grazioso in mi maggiore, VIII.Aria e coro: Inflammatus, andante maestoso in do minore, IX.Quartetto: Quando corpus morietur, andante in sol minore, X.Finale: Amen, allegro in sol minore) di Gioachino Rossini (da Jacopone da Todi), dirige Ferdinando Giorgetti (1° violino), concertatore Pietro Romani, maestro del coro Geremia Sbolgi {soprano Teresa Brambilla, contralto Karoline Unger "Carolina Ungher-Sabatier", tenore Ferdinando Ceccherini, basso Camillo Fedrighini}
> 11 Gennaio 1843, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro della Pergola di Firenze di ""Adelia"" (""Adelia o La figlia dell'arciere""), opera seria (melodramma) in 3 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (1° e 2° atto) e Girolamo Maria Marini (3° atto), dirige Alamanno Biagi, 1° violino Gaetano Bruscagli, concertatore Pietro Romani, scenografia di Giovanni Gianni e Gaetano Piattoli {soprano Teresa Brambilla (Adelia), mezzosoprano (Odetta), tenori Andrea Castellan (Oliviero) e Francesco Rossi (Comino), baritono Luigi Della Santa (duca Carlo), bassi Carlo Porto-Ottolini (Arnoldo) e Demetrio Masselli (scudiero)}
> 3 Febbraio 1843, Venerdì
prima rappresentazione nel Teatro della Pergola di Firenze di "Il franco cacciatore" ("Der Freischütz") op.77 J.277/WEV.C.7, opera romantica in 3 atti, 5 quadri e 16 numeri di Carl Maria von Weber, libretto di Johann Friedrich Kind (da Johann August Apel & Friedrich Laun: "Das Gespensterbuch" e da Ernst Theodor Amadeus "E.T.A." Hoffmann: "Elixiere des Teufels"), traduzione italiana di Bruno Bruni {soprano lirico-drammatico Teresa Brambilla (Agata), mezzosoprano leggero coloratura soubrette Eloisa Buccini (Annina), tenore Andrea Castellan (Ottocaro), baritono lirico-eroico Luigi Della Santa (Max), bassi di carattere Lorenzo Montemerli (Cuno), Carlo Porto-Ottolini (Gaspare), Francesco Fallar (eremita) e Sebastiano Ronconi (Kilian), recitante (Samiel "Nero Cacciatore")}
> 15 Luglio 1843, Sabato
prima rappresentazione (successo, per l'Accademia dei Fulgidi) nell'Imperial Real Teatro Rossini di Livorno di "Vannina d'Ornano", tragedia lirica in 3 parti di Fabio Campana, libretto di Francesco Guidi, dirige il compositore, scenografia di Giovanni Gianni {soprani Teresa Brambilla (Vannina d'Ornano) e Carolina Vasoli (Maria), tenori Giacomo Roppa (Vivaldi) e Giuseppe Bertini (Guasco), baritono Sebastiano Ronconi (Sampiero Bastelica), basso Alessandro Giacchini (Antonio Sanfiorenzo)}
> 4 Agosto 1843, Venerdì
prima rappresentazione (per l'Accademia dei Fulgidi) nell'Imperial Real Teatro Rossini di Livorno di "Virginia", melodramma in 3 atti di Alessandro Nini, libretto di Domenico Bancalari, scenografia di Giovanni Gianni {soprani Teresa Brambilla (Virginia) e Carolina Vasoli (Emilia), tenori Giacomo Roppa/Enrico Sassi (Icilio) e Giuseppe Bertini (Marco), baritono Sebastiano Ronconi (Appio Claudio), basso Francesco Fallar (Virginio)}
> 19 Agosto 1843, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Apollo di Roma di "Virginia", melodramma (dramma lirico) in 3 atti di Alessandro Nini, libretto di Domenico Bancalari, dirige Giovanni Nostini (1° violino), concertatore Pietro Romani, scenografia di Pietro Venieri {soprano Teresa Brambilla (Virginia), mezzosoprano Amalia Patriossi (Emilia), tenori Giacomo Roppa (Icilio) e Giuseppe Bertini (Marco), baritono Sebastiano Ronconi (Appio Claudio), basso Francesco Fallar (Virginio)}
> 16 Ottobre 1845, Giovedì
prima rappresentazione nella Salle Ventadour du Théâtre-Italien (Théâtre des Italiens) di Parigi di "Nabucco" ("Nabucodonosor"), dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Gerusalemme, 2.L'empia, 3.La profezia, 4.L'idolo rovesciato), 7 scene e 16 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Temistocle Solera (da Auguste Anicet-Bourgeois & Francis Cornue: "Nabuchodonosor" e dal balletto di Antonio Cortesi), scenografia di Domenico Ferri {soprani drammatico Teresa Brambilla (Abigaille) e lirico (Fenena), mezzosoprano (Anna), tenori lirico Leone Corelli (Ismaele) e (Abdallo), baritono eroico Giorgio Ronconi (Nabucodonosor), bassi profondo Nicolas-Prosper Dérivis (Zaccaria) e serio (Gran sacerdote)}
> 6 Gennaio 1846, Martedì
prima rappresentazione nella Salle Ventadour du Théâtre-Italien (Théâtre des Italiens) di Parigi di ""Il proscritto ossia Il corsaro di Venezia"" (nuovo nome di ""Ernani""per l'interdizione di Victor Hugo), dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Le bandit, 2.L'hôte, 3.La clémence, 4.Le masque), 37 scene e 33 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: ""Hernani ou L'honneur castillan""), scenografia di Domenico Ferri {soprani lirico Teresa Brambilla (Elvira) e (Giovanna), tenori lirico Settimio Malvezzi (Oldrado-Ernani) e (Don Riccardo), baritono Giorgio Ronconi (Andrea Ritti-Don Carlos), bassi Nicolas-Prosper Dérivis (Zeno-Gomez de Silva) e (Jago)}
> 8 Gennaio 1846, Giovedì
prima rappresentazione nel Théâtre (Municipal) de l'Hôtel de Ville di Lilla di ""Il proscritto ossia Il corsaro di Venezia"" (nuovo nome di ""Ernani""per l'interdizione di Victor Hugo), dramma lirico (2° versione) in 4 parti (1.Le bandit, 2.L'hôte, 3.La clémence, 4.Le masque), 37 scene e 33 numeri di Giuseppe Verdi, libretto di Francesco Maria Piave (da Victor Hugo: ""Hernani ou L'honneur castillan""), scenografia di Domenico Ferri {soprani lirico Teresa Brambilla (Elvira) e (Giovanna), tenori lirico Settimio Malvezzi (Oldrado-Ernani) e (Don Riccardo), baritono Giorgio Ronconi (Andrea Ritti-Don Carlos), bassi Nicolas-Prosper Dérivis (Zeno-Gomez de Silva) e (Jago)}
> 8 Agosto 1846, Sabato
première nel Teatro del Fondo della Separazione di Napoli di "Rodolfo di Brienza", melodramma semiserio in 3 atti di Achille Pistilli, libretto di Domenico Bolognese {soprano Teresa Brambilla (Clorinda Armandi), mezzosoprano Anna Salvetti (Rita), tenore Settimio Malvezzi (Eugenio), baritono Francesco Gionfrida (marchese Rodolfo Obrandi), bassi Giuseppe Casaccia (don Tiburzio Perniciotti) e Michele Benedetti (Enrico)}
> 11 Gennaio 1851, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Allan Cameron"", opera seria (2° versione) in 4 atti e 26 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Teresa Brambilla (Editta) e Maria Luigia Morselli (Malvina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Carlo II) e Angelo Zuliani (Evano), baritono Felice Varesi (Allan Cameron), bassi Andrea Bellini (Gionata) e (Rob)} e replica di ""Caterina o la figlia del bandito"", ballo in 5 atti di Giovanni Bajetti, soggetto e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Caterina), Angiolina Morlacchi (Florida), Teresa Gambardella e Rachele & Amalia Schiano (baccanale), ballerini Pasquale Borri (Diavolino), Vincenzo Schiano (Salvator Rosa), Carlo Conti (duca Colle Albano), Giuseppe Bini (uffiziale/giudice) e Luigi Franzini (paggio/Filippuccio)}
> 18 Gennaio 1851, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di ""Gisella"", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)} e replica di ""Allan Cameron"", opera seria (2° versione) in 4 atti e 26 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Teresa Brambilla (Editta) e Maria Luigia Morselli (Malvina), tenori Raffaele Mirate Consoli (Carlo II) e Angelo Zuliani (Evano), baritono Felice Varesi (Allan Cameron), bassi Andrea Bellini (Gionata) e (Rob)}
> 1 Febbraio 1851, Sabato
ripresa nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Lucia di Lammermoor", melodramma tragico in 3 atti (parte 1° "La partenza": 1 atto, parte 2° "Il contratto nuziale": 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: "The Bride of Lammermoor", da Giuseppe Balocchi "Le nozze di Lammermoor", da Calisto [Callisto] Bassi & Pietro Beltrame: "La fidanzata di Lammermoor" e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani drammatico coloratura Teresa Brambilla (Lucia) e Maria Luigia Morselli (Alisa), tenori lirico-eroico Angelo Zuliani (Arturo Buklaw), lirico Raffaele Mirate Consoli (Edgardo) e lirico Francesco De Kunert (Normanno), baritono lirico Felice Varesi (Enrico Ashton), basso serio Andrea Bellini (Raimondo)} e replica di "Gisella", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)}
> 4 Febbraio 1851, Martedì
repliche nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Allan Cameron", opera seria (2° versione) in 4 atti e 26 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Teresa Brambilla (Editta) e Maria Luigia Morselli (Malvina), tenori Pietro Samat (Carlo II) e Angelo Zuliani (Evano), baritono Felice Varesi (Allan Cameron), bassi Andrea Bellini (Gionata) e (Rob)} e di "Gisella", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)}
> 6 Febbraio 1851, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Danze 1", ballo in 4 parti (1.allemanda, 2.passo ungherese, 3.polka villereccia, 4.passo dei fiori) di Giuseppina Weiss, soggetto e coreografia della compositrice e replica di "Lucia di Lammermoor", melodramma tragico in 3 atti (parte 1° "La partenza": 1 atto, parte 2° "Il contratto nuziale": 2 atti) e 7 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano (da Walter Scott: "The Bride of Lammermoor", da Giuseppe Balocchi "Le nozze di Lammermoor", da Calisto [Callisto] Bassi & Pietro Beltrame: "La fidanzata di Lammermoor" e da Victor-Henry-Joseph-Brahain Ducange), dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani drammatico coloratura Teresa Brambilla (Lucia) e Maria Luigia Morselli (Alisa), tenori lirico-eroico Angelo Zuliani (Arturo Buklaw), lirico Raffaele Mirate Consoli (Edgardo) e lirico Francesco De Kunert (Normanno), baritono lirico Felice Varesi (Enrico Ashton), basso serio Andrea Bellini (Raimondo)}
> 18 Febbraio 1851, Martedì
première nel Teatro alla Fenice di Venezia di "Fernando Cortez", melodramma serio in 3 atti e 21 scene di Francesco Malipiero, libretto di Guglielmo Brenna, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja {soprani Teresa Brambilla (Palmira) e Maria Luigia Morselli (Absirta), contralto Annetta Casaloni (Luisa), tenore Raffaele Mirate Consoli (Don Alvaro), baritono Felice Varesi (Fernando Cortez), bassi Andrea Bellini (Don Alfonso) e Feliciano Pons (Budda)} e replica di "Gisella", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano) e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)}
> 25 Febbraio 1851, Martedì
accademia nel Teatro alla Fenice di Venezia con la prima rappresentazione di "Faust", ballo grande fantastico in 5 quadri di Giacomo Panizza, Pasquale Mario Costa e Giovanni Bajetti, soggetto e coreografia di Jules Perrot (da Wolfgang Goethe), revisione e regia di Domenico Ronzani {ballerine Colomba Regini (Berta), Augusta Maywood (Margherita) e Angiolina Morlacchi (Marta), Teresa Gambardella (Mirta), Adele Amadeo, Rachele & Amalia Schiano e Luigia Casaloni (passo a quattro), ballerini Vincenzo Schiano (Faust), Giuseppe Bini (Peters), Luigi Franzini (Wolger), Carlo Conti (Valentino), e Pasquale Borri (Mefistofele)}; l'introduzione alla parte 1° (La partenza) {baritono Felice Varesi (Enrico Ashton), basso serio Andrea Bellini (Raimondo)} e la cavatina del 1° e l'aria del 3° atto {soprano Teresa Brambilla (Lucia)} di "Lucia di Lammermoor", melodramma tragico in 3 atti di Gaetano Donizetti, libretto di Salvatore Cammarano; la Sinfonia da "Zampa ou La fiancée de marbre" ("Le corsaire"), opera-ballo comica in 3 atti di Ferdinand Hérold e le repliche di "Gisella", ballo in 2 quadri di Giovanni Bajetti, soggetto, regia e coreografia di Domenico Ronzani {ballerine Augusta Maywood (Gisella), Colomba Regini (Berta), Angiolina Morlacchi (Batilde), Teresa Gambardella (Mirta), Rachele & Amalia Schiano) e Luigia Casaloni (passo a tre), ballerini Giovanni Rando (principe di Servia), Pasquale Borri (Alberto), Carlo Conti (Wilfrido) e Vincenzo Schiano (Ilarione)} e del 1° atto di "Allan Cameron", opera seria (2° versione) in 4 atti e 26 scene di Giovanni Pacini, libretto di Francesco Maria Piave {soprani Teresa Brambilla (Editta) e Maria Luigia Morselli (Malvina), tenori Pietro Samat (Carlo II) e Angelo Zuliani (Evano), baritono Felice Varesi (Allan Cameron), bassi Andrea Bellini (Gionata) e (Rob)}, dirige Gaetano Mares, sostituto Gaetano Fiorio, maestro al cembalo e del coro Luigi Carcano, 1° violino Luigi Balestra, scenografia di Giuseppe Bertoja

Vai alla pagina: 1 | 2 |