L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 55

< Precedente
Pagina 1 di 3
Successiva >

> 8 Settembre 1824, Mercoledì
premières (insuccesso) nel Teatro di via della Pergola di Firenze di "Le due duchesse" ("Le due duchesse ossia La caccia ai lupi"), dramma semiserio per musica in 2 atti e 23 scene di Filippo Celli, libretto di Felice Romani (da Louis-Charles Caigniez: "Edgar ou La chasse aux loups"), dirige Ferdinando Lorenzi (1° violino), maestro del coro Alessandro Rocchi, scenografia di Luigi Facchinelli e Gaetano Piattoli {soprani Emilia Bonini (Malvina), Teresa Ruggeri-Visanetti (Laura) e Faustina Ferragani (Betzy), contralto "en travesti" Costanza Pietralia (Enrico), tenori Domenico Reina (re Edgar), bassi Benedetto Torri (Loredano), Giuseppe Visanetti (Guglielmo/Ruggero), Giovanni Battista Insom [Inson] (Berto) e Giovanni Santini (Pietro)} e di "Il disertore per amor figliale o sia La spada di legno", balletto di mezzo carattere in 3 atti di Giovanni Galzerani, soggetto, direzione e coreografia del compositore {ballerine Teresa Olivieri (Giulia), Annunziata Cludi (Margherita), Vittoria Paris (Laura), Giulia Romagnani, Carlotta Nerozzi e Irene Rinaldi, ballerini Angelo Trabattoni (Ernesto), Domenico Toncini, Angelo Lazzareschi (Luigi XII), Sebastiano Nazzari (Coop), Raffaele Ferlotti e Francesco Bertini (Nardo)
> 8 Marzo 1827, Giovedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Gli arabi nelle Gallie o sia Il trionfo della fede", melodramma serio (dramma per musica, 1° versione) in 2 atti di Giovanni Pacini, libretto di Luigi Romanelli (da Charles Victor Prévost d'Arlincourt: "Le renégat"), dirige Alessandro Rolla (1°violino), maestro del coro Antonio Bruschetti, coreografia di Louis Henry e Giovanni Rozier, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Stefania Favelli (Ezilda), contralto "en travesti" Brigida Lorenzani-Nerici (Leodato), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Zarele), tenori Giovanni David (Agobar), Lorenzo Lombardi (Aloar) e Carlo Salvatore Poggiali (Mohamud), basso Vincenzo Galli (Gondair)}
> 16 Agosto 1827, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "L'ultimo giorno di Pompei" ("L'ultimo giorno a Pompei"), dramma per musica (melodramma, opera seria) in 2 atti, 15 scene e 12 numeri di Giovanni Pacini, libretto di Andrea Leone Tottola, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro del coro Antonio Bruschetti, coreografia di Antonio Cortesi e Salvatore Taglioni, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprani Henriette Méric-Lalande (Ottavia), "en travesti" Maria Sacchi (Menenio) e "en travesti" Teresa Ruggeri-Visanetti (Clodio), tenori Giovanni Battista Rubini (Appio Diomede), (Publio) e Lorenzo Lombardi (Fausto), bassi Antonio Tamburini (Sallustio) e Pietro Ansiglioni (Gran sacerdote), ballerine Celeste Viganò, Giovanna Ramacini, Elisabetta Vacque-Moulin e Maria Conti, ballerini Enrico Mathieu, Antonio Ramacini, Angelo Trabattoni, Pietro Trigambi e Antonio Aleva}
> 12 Luglio 1828, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "L'esule di Roma ossia Il proscritto" ("Settimio il proscritto"), melodramma eroico-serio (1° versione) in 2 atti e 18 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Domenico Gilardoni (da Luigi Marchionni: "Il proscritto romano ossia Il leone del Caucaso" e da Louis-Charles Caigniez & Debotières: "Androclès ou Le lion reconnaissant"), dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Antonio Bruschetti, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Henriette Méric-Lalande (Argelia), contralto Teresa Ruggeri (Leontina), tenori Berardo Calvari Winter (Settimio), Lorenzo Lombardi (Lucio) e Paolo Rossignoli (Fulvio), baritono Domenico Spiaggi (Publio), basso Luigi Lablache (Murena), mima (Emilia)} e premières di "Il portatore d'acqua", balletto di Giacomo Serafini, soggetto e coreografia del compositore e di un ballo di Antonio Guerra, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Teresa Héberlé, Elisa Vaque-Moulin e Luigia Nouvellau, ballerini Antonio Guerra, Antonio Ramacini, Pietro Trigambi, Giovanni Goldoni, Antonio Aleva, Enrico Matthieu, Antonio & Gioachino Coppini, Giovanni Baranzoni, Luigi Masini e Pietro Cipriani}
> 15 Novembre 1828, Sabato
première nel Teatro alla Scala di Milano di "L'orfano della selva" ("L'orphelin de la forêt", "L'orfana delle selve", "L'orfano delle selve"), melodramma comico (opera buffa) in 2 atti e 34 scene di Carlo Coccia, libretto di Gaetano Rossi, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Antonio Bruschetti, coreografia di Giovanni Galzerani, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Henriette Méric-Lalande (Mina), mezzosoprani Teresa Ruggeri-Visanetti (Feniska) e "en travesti" Carolina Ungher-Sabatier (orfano Alessio), tenore Berardo Calvari Winter (Oscar), baritono Domenico Spiaggi (Ferosko), bassi Luigi Lablache (Birbof), Luigi Pacini (Koli) e Luigi Biondini (Igor), ballerine Elisa Vaque-Moulin, Luigia Nouvellau, Maria Conti, ballerini Antonio Guerra, Isidoro Carey, Antonio Ramacini, Pietro Trigambi, Giovanni Goldoni, Antonio Aleva, Enrico Matthieu, Antonio & Gioachino Coppini, Giovanni Baranzoni, Luigi Masini, Fioravante Boresi, Teodoro Sevren, Pietro Cipriani}
> 26 Ottobre 1829, Lunedì
ripresa (per la visita di re Francesco I delle Due Sicilie e di Maria Isabella di Spagna) nel Teatro Regio di Torino di "La pietra del paragone" ("Sigillara"), melodramma giocoso in 2 atti e 6 quadri di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Romanelli, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò, maestro del coro Giulio Cesare Granatelli, regia di Lorenzo Villata, scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprano Carolina D'Avanzo/Teresa Ruggeri-Visanetti (Aspasia), contralto Fanny Corri-Paltoni/Adelaide Taddei (Clarice/Lucindo), mezzosoprano Adelaide Carbini (Fulvia), tenore Luigi Ravaglia (Giocondo), bassi buffo Giuseppe Frezzolini (Macrobio), Luigi Maggiorotti (Asdrubale), Antonio Crippa (Fabrizio) e buffo Giuseppe Visanetti (Pacuvio)} e premières di "Clotilde duchessa di Bretagna", di "Gli stratagemmi d'amore" e di "La campana d'Allemagna", balletti di Giacomo Piglia, soggetti, direzione e coreografie di Antonio Cortesi
> 26 Dicembre 1829, Sabato
premières nel Teatro alla Scala di Milano di "Bianca di Belmonte", melodramma serio in 2 parti di Luigi Rieschi, libretto di Felice Romani (da Alain-René Lesage: "Histoire de Gil Blas de Santillane") {soprani Henriette Méric-Lalande (Bianca), Margherita Rubini (Costanza) e "en travesti" Carolina Ungher-Sabatier (Enrico), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Irene), tenori Giovanni Battista Rubini (Siggero) e Lorenzo Lombardi (Boemondo), baritono Antonio Tamburini (Leonzio)}; di "Adelaide di Francia", balletto in 3 parti di Cesare Pugni, soggetto del conte Wenzel Robert Gallenberg e Pietro Romani, coreografia di Louis [Luigi] Henry e di "I due sergenti o sia Una prova di vera amicizia", balletto di Antonio Cherubini, soggetto e coreografia di Louis [Luigi] Henry e prima rappresentazione di "L'assedio di Corinto" ("Le siège de Corinthe", rifacimento di "Maometto II"), tragedia lirica (dramma serio per musica) in 3 atti e 24 scene di Gioachino Rossini, libretto di Luigi Balocchi e Alexandre Soumet (da Cesare della Valle, duca di Ventignano: "Anna Erizo" e "Maometto II"), traduzione italiana di Calisto [Callisto] Bassi {soprano (Pamira), contralto (Ismene), tenori Berardo Calvari Winter (Cleomene), (Omar) e (Neocle), bassi (Maometto II), (Jero) e (Adrasto)}, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro del coro Antonio Bruschetti, maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, regie di Antonio Rossetti, scenografie di Alessandro Sanquirico
> 25 Settembre 1830, Sabato
prima rappresentazione (insuccesso) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "L'innocente in periglio" ("Bartolomeo della Cavalla ovvero L'innocente in periglio"), melodramma semiserio in 2 atti di Carlo Conti, libretto di Jacopo Ferretti, dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro del coro Giulio Cesare Granatelli, coreografia di Antonio Monticini, scenografia di Alessandro Sanquirico {soprano Carolina Conti (Ersilia), mezzosoprani Teresa Ruggeri-Visanetti (Silvia) e Gaetana Corini (Geltrude), contralto "en travesti" Carolina Franchini (Gerardo Miccoli), tenore Savino Monelli (col.Vittorio), baritoni Cesare Badiali (brigadiere generale) e Paolo Rossignoli (Stefano), bassi buffo Vincenzo Galli (Anacleto Torcicolli) e Antonio Crippa (cap.Onorato)}
> 13 Novembre 1830, Sabato
première (successo) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Donna Bianca d'Avenello" ("La donna bianca d'Avenello"), melodramma comico (opera buffa) in 2 atti e 32 scene di Stefano Pavesi, libretto di Gaetano Rossi (da Eugène Scribe: "La dame blanche"), dirige Alessandro Rolla (1° violino), maestro al cembalo Vincenzo Lavigna, maestro del coro Giulio Cesare Granatelli, regia di Filippo Luchini, coreografia di Antonio Monticini, scenografia di Carlo Ferrari, Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprano Marietta Napoleona Albini (Fanny), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Anna), contralto "en travesti" Clorinda Corradi Pantanelli (Giorgio Brown), tenore Giovanni Battista Montresor (Gaveston), baritono Cesare Badiali (Dominus), bassi Vincenzo Galli (James) e Domenico Spiaggi (MacIrton)}
> 26 Dicembre 1830, Domenica
premières nel Teatro Regio di Torino di "Annibale in Torino", melodramma serio per musica in 2 atti di Luigi Ricci, libretto di Felice Romani (da Jacopo Durandi), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprani Stefania Favelli/Teresa Ruggeri-Visanetti (Adrane) e Margherita Rubini/Basilide Smitt (Albina), mezzosoprano "en travesti" Teresa Cecconi (Artace), tenori Domenico Reina (Annibale) e Gaetano Antoldi (Oscarre), bassi Domenico Giovannini (Foldano) e Giovanni Giordani (Jassarte)}; di "Le convulsioni musicali", balletto di Salvatore Taglioni e di "La conquista di Malacca", ballo eroico-pantomimico in 6 atti di Salvatore Taglioni, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Antonia Pallerini (Aza), Maddalena Tanzi (Zulima), Giuseppina Bussi (Norucca), Costanza Billocci (Zadiga), Teresa Allasia (Azira) e Cristina Chouchoux (conte Araujo), ballerini Filippo Ciotti (Mazulin Mouhammed), Domenico Ronzani (Atar-Alì), Gerolamo Pallerini (Abdulmalech), Augusto Bellone (Schemseddim), Carlino Paccò (generale) e Giuseppe Villa (duca Albuquerque)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 11 Ottobre 1831, Martedì
première nel Teatro alla Scala di Milano di "Chiara di Rosemberg" ("Chiara di Montalbano in Francia", "Chiara di Montalbano"), melodramma semiserio in 2 atti e 24 scene di Luigi Ricci, libretto di Gaetano Rossi (da Stéphanie-Félicité de Genlis: "Le siège de La Rochelle", da Luigi Marchionni: "Chiara di Rosemberg calunniata" e "Chiara di Rosemberg riconosciuta innocente") {soprani Giuditta Grisi (Chiara), mezzosoprani Teresa Ruggeri-Visanetti (Marcella) e Felicita de Baillou-Hillaret (Eufemia), tenore Berardo Calvari Winter (marchese Carlo di Valmore), bassi Domenico Spiaggi (conte Rosemberg), Cesare Badiali (Odoardo di Montalbano) e Vincenzo Galli (Michelotto)}
> 26 Dicembre 1831, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "La straniera", melodramma serio in 2 atti di Vincenzo Bellini, libretto di Felice Romani (da Charles Victor Prévost d'Arlincourt: "L'etrangère"), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò, maestro del coro Giacomo Corini {soprano Adelaide Tosi/Teresa Ruggeri-Visanetti (Alaide/Agnese), mezzosoprano Emilia Brambilla (Isoletta), tenori Giovanni Battista Verger (Arturo), Luigi Giovanola (Montolino) e Vincenzo Lucantoni (Osburgo), bassi Giovanni Orazio Cartagenova (Leopoldo Valdeburgo) e Giuseppe Visanetti (priore)} e premières di "I collegiali in vacanza", balletto e di "Sesostri", ballo storico in 5 atti di Salvatore Taglioni, soggetti e coreografie del compositore {ballerine Marietta Conti (Nefte), Carolina Granzini (Feronte), Elisa Chouchoux (Ramesse) e Giuseppina Bussi (Ismela), ballerini Claudio Chouchoux (Sesostri), Angelo Lazzareschi (Armaide), Luigi Masini-Mengoli (Fares), Giorgio Deagostini (Vafri), Antonio Ramacini (Sammi), Giovanni Merlo (Amosi), Augusto Bellone (Azel) e Antonio Appiani (Afar)}, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 7 Febbraio 1832, Martedì
première nel Teatro Nuovo Regio di Torino di "I normanni a Parigi", tragedia lirica in 4 parti (atti) di Saverio Mercadante, libretto di Felice Romani, dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò, maestro del coro Giacomo Corini, scenografia di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca {soprani Adelaide Tosi/Teresa Ruggeri-Visanetti (Berta) e "en travesti" Amalia Brambilla-Verger (Osvino), tenori Giovanni Battista Verger/Luigi Giovanola (Odone) e Vincenzo Lucantoni (Ebbone), bassi Giovanni Orazio Cartagenova (Ordamante) e Giuseppe Visanetti (Tebaldo)}
> 26 Dicembre 1832, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro Regio di Torino di "Gabriella di Vergy", melodramma serio in 2 atti di Saverio Mercadante, libretto di Antonio Profumo (da Andrea Leone Tottola), dirige Giovanni Battista Polledro (1° violino), sostituto Giuseppe Ghebart, maestro al cembalo Giuseppe Tagliabò {soprano Carolina Ungher-Sabatier/Teresa Ruggeri-Visanetti (Gabriella), mezzosoprano Umbellina Bartolini (Almeide), tenori Berardo Calvari Winter (Raoul) e Massimiliano Orlandi (Armando), baritono Giovanni Orazio Cartagenova (Fayel), basso Francesco Lega (Filippo Augusto)} e premières di "Clato", ballo eroico tragico in 5 atti di Antonio Monticini, soggetto e coreografia del compositore {ballerine Marietta Monticini (Morna), Antonia Pallerini (Clato), Giuseppina Bussi (Malvina), Angelina Rocchetti (Cartone) e Elisa Chouchoux (Oscar), ballerini Domenico Ronzani (Classamorre), Andrea Coccia (Reuda), Claudio Chouchoux (Reutamiro), Alessandro Borsi (Alpino) e Gerolamo Pallerini (Starno)} e di "La finta pazza per amore ossia Il matrimonio dopo la morte", ballo comico in 5 atti {ballerina Marietta Monticini (Lucinda), ballerini Luigi Masini-Mengoli (Leandro), Andrea Coccia (Leonardo), Alessandro Borsi (Romualdo), Domenico Toncini (Gianfaldone), Antonio Gullia (Fracassa), Giorgio Deagostini (Rocchetto), Giuseppe Ferrero (Merlino) e Francesco Grisotti (Guascone)} di Antonio Monticini, soggetti e coreografie del compositore, scenografie di Fabrizio Sevesi e Luigi Vacca
> 31 Marzo 1834, Lunedì
prima rappresentazione (successo) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Il ventaglio", melodramma comico (commedia per musica) in 2 atti (1.Il sabbato, 2.La domenica) di Pietro Raimondi, libretto di Domenico Gilardoni (da Carlo Goldoni), dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, concertatore Cesare Pugni, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Filippo Luchini, coreografia di Domenico Rossi, scenografia di Domenico Menozzi, Baldassarre Cavallotti e Carlo Ferrari {soprano Rebecca Rivolta/Giuseppina Leva (Donna Candida), mezzosoprano Felicita de Baillou-Hillaret (Susanna), mezzosoprano Teresa Ruggeri (Donna Geltrude), contralto Annetta Fink-Lohr (Palmatella), tenori Giuseppe Vaschetti (baroncino del Cedro), Francesco Regoli (Don Evaristo) e Rainieri Pochini (Crespino), bassi Vincenzo Galli (conte di Roccamonte), Giuseppe Scheggi (Coronato), Domenico Spiaggi (Moracchio) e Ismaele Guaita (Timoteo), mimi (Limoncino e Tognino)}
> 24 Marzo 1835, Martedì
première (successo) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Baboon nano selvaggio", opera buffa sulla musica di "Roberto il diavolo" ("Robert le diable"), grand-opera in 5 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Eugène Scribe e Germain Delavigne {mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Isabella), tenore Ranieri [Rainieri] Pocchini [Pochini] Cavalieri (Roberto), bassi Domenico Spiaggi (Alberti) e Ignazio [Ignacio] Marini (Bertrando), nano Leach (Rambaldo)}
> 1 Aprile 1835, Mercoledì
prima rappresentazione nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Chiara di Rosemberg" ("Chiara di Montalbano in Francia", "Chiara di Montalbano"), melodramma semiserio in 2 atti e 24 scene di Luigi Ricci, libretto di Gaetano Rossi (da Stéphanie-Félicité de Genlis: "Le siège de La Rochelle", da Luigi Marchionni: "Chiara di Rosemberg calunniata" e "Chiara di Rosemberg riconosciuta innocente") {soprano Merlo (Chiara), mezzosoprani Teresa Ruggeri-Visanetti (Marcella) e Felicita de Baillou-Hillaret (Eufemia), tenore Antonio Poggi (marchese Carlo di Valmore), bassi Giovanni Cavaceppi (conte Rosenberg), Ignazio [Ignacio] Marini (Odoardo di Montalbano) e Vincenzo Galli (Michelotto)}
> 15 Agosto 1835, Sabato
ripresa nel Teatro alla Scala di Milano di "Chiara di Montalbano in Francia" ("Chiara di Rosemberg", "Chiara di Montalbano"), melodramma semiserio in 2 atti e 24 scene di Luigi Ricci, libretto di Gaetano Rossi (da Stéphanie-Félicité de Genlis: "Le siège de La Rochelle", da Luigi Marchionni: "Chiara di Rosemberg calunniata" e "Chiara di Rosemberg riconosciuta innocente"), dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Filippo Luchini, scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprano Sofia Dall'Oca-Schoberlechner (Chiara), mezzosoprani Teresa Ruggeri-Visanetti (Marianna-Marcella) e Felicita de Baillou-Hillaret (Amelia-Eufemia), tenori Antonio Poggi (marchese Carlo di Valmore) e Pietro Novelli (Arsenio-Michelotto), bassi Domenico Spiaggi (Frisman), Giuseppe Frezzolini (Gervasio) e Celestino Salvatori (Odoardo di Montalbano)} e première di "I corsari di Warroch", balletto di Antonio Monticini, soggetto e coreografia del compositore, maestro di ballo Carlo Villeneuve {ballerine Augusta Peghin-Priora, Clotilde Rossetti e Carolina Filippini, ballerini Egidio Priora e Fedele Caldi}
> 27 Settembre 1835, Domenica
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "L'elisir d'amore", melodramma giocoso (1° versione) in 2 atti e 8 scene di Gaetano Donizetti, libretto di Felice Romani (da Silvio Malaperta: "Il filtro" e da Eugène Scribe: "Le philtre"), dirige Eugenio Cavallini (1° violino) {soprano lirico coloratura Maria Malibran (Adina), mezzosoprano soubrette Teresa Ruggeri-Visanetti (Giannetta), tenore lirico Antonio Poggi (Nemorino), baritono lirico-buffo Celestino Salvatori (Belcore), basso buffo Giuseppe Frezzolini (Dulcamara)}
> 4 Aprile 1836, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro della Canobbiana di Milano di "La pazza per amore" ("Nina pazza per amore", "La Nina pazza", "Nina", "Nina o la pazza per amore"), melodramma buffo in 2 atti e 18 scene di Pietro Antonio Coppola, libretto di Jacopo Ferretti (da Giovanni Battista Lorenzi: "Nina o sia La pazza per amore"), dirige il compositore, scenografia di Domenico Menozzi e Baldassarre Cavallotti {soprani Eloisa Gned (Nina) e Teresa Ruggeri-Visanetti (Marianna), tenore Giovanni Basadonna (Enrico), baritono Celestino Salvatori (conte Rodolfo), bassi Napoleone Marconi (Giorgio) e Giovanni Cavaceppi (dr.Simplicio)}
> 6 Settembre 1836, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro alla Scala di Milano di "La festa della rosa" ("Enrichetta di Baienfeld ossia La festa della rosa"), melodramma giocoso (opera buffa) ina, libretto di Jacopo Ferretti (da Gaetano Rossi), dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Antonio Cattaneo e Giulio Cesare Granatelli, coreografia di Antonio Cortesi, scenografia di Domenico Menozzi e Baldassarre Cavallotti {soprano Eugenia Savorani-Tadolini (Enrichetta), mezzosoprani Teresa Ruggeri-Visanetti (Caterina) e Felicita De Bayllou Hilaret (Giustina), tenori Luigi Rigamonti (Carlo), Francesco Pedrazzi (Rodolfo) e Giuseppe Vaschetti (barone Salency), bassi Raffaele Scalese (Gottofredo di Bibrak) e Domenico Spiaggi (Geronimo/usciere/ordinanza)}
> 15 Aprile 1837, Sabato
première nel Teatro della Canobbiana di Milano di "Maria di Provenza", melodramma semiserio in 2 atti di Giuseppe Rustici, libretto di §, dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Giulio Cesare Granatelli e Antonio Cattaneo, coreografia di Luigi Astolfi, scenografia di Baldassare Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani Dionilla Santolini (Maria) e Angela Pochini (Clementina), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti, tenori Giovan Battista Milesi (conte Ugo) e Napoleone Marconi (Roggero), baritono Giovanni Orazio Cartagenova (conte Folco), basso Vincenzo Galli (Giorgio)}
> 13 Maggio 1837, Sabato
ripresa nel Teatro della Canobbiana di Milano di "La prova di un'opera seria" ("Le prove di un'opera seria", rifacimento di "La prima prova dell'opera Gli Orazi e i Curiazi" in 1 atto), melodramma giocoso (1° versione) in 2 atti di Francesco Gnecco, libretto del compositore (da Giulio Artusi), scenografia di Baldassarre Cavallotti e Domenico Menozzi {soprani Dionilla Santolini (Corilla Tortorini) e Angela Pochini (Checchina), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Violante Pescarelli), tenori Giovan Battista Milesi (Federico Mordente), Napoleone Marconi (Fischietto) e Giovanni Battista Tiraboschi (Pippetto), baritono Carlo Leoni (Don Grilletto Pasticci), bassi Vincenzo Galli (Campanone) e Giuseppe Vaschetti (Don Fastidio Frivella)}
> 14 Giugno 1837, Mercoledì
première (successo) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "La bella Celeste degli Spadari", melodramma giocoso (opera buffa) in 2 atti di Pietro Antonio Coppola, libretto di Calisto [Callisto] Bassi, dirige Eugenio Cavallini (1° violino), maestri al cembalo Giacomo Panizza e Giovanni Bajetti, maestri del coro Antonio Cattaneo e Giulio Granatelli, coreografia di Luigi Astolfi, scenografia di Domenico Menozzi e Baldassarre Cavallotti {soprano Elisabetta Barozzi-Beltrami (Celeste), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Eustorgia), tenore Giovan Battista Milesi (Don Rodrigo Villalobos), bassi Sebastiano Ronconi (Maffeo da Montechiaro) e Vincenzo Galli (Tranquillo Cassano)}
> 24 Giugno 1837, Sabato
première (insuccesso) nel Teatro della Canobbiana di Milano di "L'ammalata e il consulto", melodramma comico (farsa) in 1 atto di Giuseppe Malusardi [Manusardi], libretto di Calisto [Callisto] Bassi, scenografia di Baldassare Cavallotti e Domenico Menozzi {soprano Teresa Melas (Elide), mezzosoprano Teresa Ruggeri-Visanetti (Domitilla), tenori Carlo Guasco (Gerardo) e Giuseppe Vaschetti (Don Protopio), bassi Carlo Leoni (Don Eufemio) e Vincenzo Galli (Lattanzio)}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 |