L'Almanacco di Gherardo Casaglia

ALMANACCO

Nel box sottostante è possibile effettuare una ricerca mirata su oltre 180.000 records, contenuti in archivio, di informazioni su tutta la musica.

Cerca un avvenimento:

  Data:    ,   Testo:   
Stringa   Parola Intera   Parte di parola



Occorrenze trovate: 61

< Precedente
Pagina 1 di 3
Successiva >

> 18 Ottobre 1789, Domenica
nasce a Bologna il compositore, direttore d'orchestra, clavicembalista e maestro del coro e di canto Giovanni Tadolini
> 26 Dicembre 1796, Lunedì
première nel Teatro Sant'Agostino di Genova di "Alzira", dramma per musica (opera seria) in 2 atti di Giuseppe Nicolini, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Alzire ou Les américains"), dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro al cembalo e del coro Giovanni Tadolini, scenografia di Gaspare Galliari {soprani Teresa Bertinotti-Radicati (Alzira) e Domenica Nolfi (Idalba), sopranisti Luigi Montanari (Argeste) e Girolamo Braura (Zamoro), tenori Gaetano Bianchi (Telasco) e Gustavo Lazzarini (Gusmano)}; di "Tirannia di Cristierno re di Danimarca", balletto di Santi Trento e di "Le convulsioni", balletto di Santi Trento, soggetti e coreografie di Domenico Ballon
> 27 Dicembre 1817, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro del Corso di Bologna di "Don Giovanni o sia Il dissoluto punito", opera buffa in 2 atti e 36 scene di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Lorenzo Da Ponte (da Gabriel Téllez Tirso de Molina, da Molière e da Giovanni Bertati: "Don Giovanni Tenorio o sia Il convitato di pietra"), dirige Felice Alessandro Radicati (1° violino), maestro al cembalo e del coro Giovanni Tadolini, scenografia di Mauro Berti {soprani Teresa Spada (Donna Elvira), Teresa Bertinotti-Radicati (Donna Anna) e Adelaide Sala (Zerlina), tenore Giovanni Spech (Don Ottavio), baritono Nicola Cartoni (Don Giovanni), bassi Giuseppe Lipparini (Leporello), Giuseppe Fioravanti (Masetto) e Venanzio Cerioli (Commendatore)}
> 18 Maggio 1818, Lunedì
prima rappresentazione nel Teatro della Pergola di Firenze di "Don Giovanni o sia Il dissoluto punito", opera buffa in 2 atti e 36 scene di Wolfgang Amadeus Mozart, libretto di Lorenzo Da Ponte (da Gabriel Téllez Tirso de Molina, da Molière e da Giovanni Bertati: "Don Giovanni Tenorio o sia Il convitato di pietra"), dirige Felice Alessandro Radicati (1° violino), maestro al cembalo e del coro Giovanni Tadolini, scenografia di Mauro Berti {soprani Teresa Spada (Donna Elvira), Teresa Bertinotti-Radicati (Donna Anna) e Adelaide Sala (Zerlina), tenore Giovanni Spech (Don Ottavio), baritono Nicola Cartoni (Don Giovanni), bassi Giuseppe Lipparini (Leporello), Giuseppe Fioravanti (Masetto) e Venanzio Cerioli (Commendatore)}
> 8 Gennaio 1820, Sabato
ripresa nel Teatro Valle di Roma di ""Il finto molinaro ossia Il credulo deluso"", dramma giocoso per musica in 2 atti di Giovanni Tadolini, su libretto di Cesare Sterbini, scenografia di Michele Tasca {soprani Maria Ester Mombelli (contessa Ernestina) e Olimpia Ranzi (Ghita), tenori Giuseppe Passanti (Don Fiorello) e Giovanni Puglieschi (Alberto), bassi Raniero Remorini (Don Macario), Niccola Tacci (Don Narciso) e Zenobio Vitarelli (Barbariccia)}
> 7 Maggio 1822, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Mosè in Egitto", azione tragico-sacra (3° versione) in 3 atti di Gioachino Rossini, libretto di Andrea Leone Tottola (da Francesco Ulisse Ringhieri: "L'Osiride", "Sara in Egitto"), dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro del coro e al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Francesco Santini, Floriano Puglioli, Gaetano Burcher e Giuseppe Manfredini {soprani Francesca Festa-Maffei (Elcia), Serafina Rubbini (Amaltea) e Carolina Costa (Aménofi), tenori Nicola Tosi (Aronne), Berardo Calvari Winter (Osiride) e Domenico Bartoli (Mambre), bassi Raffele Benetti (Mosè), Agostino Coppi (Faraone)} e première di "Orfeo", ballo mitologico di Giacomo Serafini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Righi (1°violino), scenografia di Floriano Puglioli, Gaetano Burcher, Francesco Orlandi e Francesco Santini
> 11 Maggio 1822, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Alzira", dramma serio per musica in 2 atti di Nicola Antonio Manfroce, libretto di Gaetano Rossi (da Voltaire: "Alzire ou Les américains"), revisione di Jacopo Ferretti, dirige Antonio Rolla (1° violino, maestro al cembalo e del coro Giovanni Tadolini, scenografia di Domenico Ferri {soprani Francesca Festa-Maffei (Alzira), Carolina Costa (Emira) e "en travesti" Serafina Rubbini (Zamoro), tenori Domenico Bartoli (Alvarez) e Berardo Calvari Winter (Gusmano), basso Agostino Coppi (Montezo)} e première di "Il portatore d'acqua ossia Le due giornate", ballo di mezzo carattere di Giacomo Serafini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Righi (1°violino)
> 21 Settembre 1822, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "La donna del lago", melodramma (1° versione) in 2 atti di Gioachino Rossini, libretto di Andrea Leone Tottola (da Walter Scott: "The Lady of the Lake"), dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro del coro e al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Burcher, Belloni, Florano Puglioli, Domenico Ferri e Francesco Santini {soprani Teresa Melas (Elena) e Santa Manzi Coraucci (Albina), contralto "en travesti" Benedetta Rosmunda Pisaroni (Malcolm), tenori Domenico Bertozzi (Giacomo V-Uberto), Paolo Zilioli (Rodrigo) e Domenico Bartoli (Serano/Bertram), basso Gaetano Migliarini (Douglas)} e première di "La distruzione d'Aquileja", ballo di Giacomo Serafini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Righi (1° violino), scenografia di Gaetano Burcher e Belloni
> 25 Gennaio 1823, Sabato
ripresa nel Teatro Comunale di Bologna di ""Giannina e Bernardone"" (""Il villano geloso""), dramma giocoso per musica in 2 atti di Domenico Cimarosa, libretto di Filippo Livigni, dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro del coro e al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Sandri e Gaetano Burcher {soprani Giuseppina Mariani (Giannina) e Carolina Neri-Passerini (Lauretta), contralto Maria Montanari (Donna Aurora), tenori Domenico Bartoli (capitan Francone) e Pietro Bolognesi (Masino), bassi Gaetano Migliarini (Don Orlando) e Luciano Mariani (Bernardone)}
> 5 Aprile 1823, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Annibale in Bitinia", dramma eroico (opera seria) in 2 atti di Giuseppe Nicolini, libretto di Luigi Prividali, dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro del coro e al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Sandri e Gaetano Burcher {soprani Giuseppina Mariani (Licisca) e Carolina Neri-Passerini (Barsene), contralti "en travesti" Rosa Mariani (Flamminino) e Maria Montanari (Mitrane), tenori Pietro Bolognesi (Annibale) e Domenico Bartoli (Cepione), basso Luciano Mariani (Prusia)} e première di "Elisabetta regina d'Inghilterra al castello di Kenilworth", ballo tragico di Giovanni Galzerani, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Righi (1°violino), scenografia di Domenico Ferri
> 7 Maggio 1823, Mercoledì
premières nel Teatro Comunale di Bologna di "Gl'Illinesi", melodramma serio in 2 atti di Francesco Sampieri, libretto di Felice Romani, dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro del coro e al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Francesco Santini, Gaetano Burcher e Domenico Ferri {soprani Carolina Neri-Passerini (Irza) e "en travesti" Giuseppina Mariani (Guido), contralto "en travesti" Maria Montanari (guerriero), tenori Pietro Bolognesi (Monreal) e Domenico Bartoli (Arzame), basso Luciano Mariani (Zamoro)} e di "Enrico IV al Passo della Marna", ballo di mezzo carattere di Giovanni Galzerani, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giovanni Righi (1°violino), scenografia di Gaetano Sandri e Domenico Ferri
> 14 Giugno 1823, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Il venditore d'aceto" ("Il carretto del venditore d'aceto", "L'oro fa tutto", "L'acetaio", "Il barile portentoso"), farsa giocosa per musica in 1 atto di Johann Simon (Giovanni Simone) Mayr, libretto di Giuseppe Maria Foppa (da Louis-Sébastien Mercier: "La brouette du vinaigrier"), dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro al cembalo Giovanni Tadolini {soprano Caterina Landini (), tenore Francesco Lega ()}
> 17 Giugno 1823, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "La scelta dello sposo", farsa giocosa per musica in 1 atto di Pietro Carlo Guglielmi, libretto di Luigi Leonardo Guglielmo Buonavoglia, dirige Antonio Rolla (1° violino), maestro al cembalo Giovanni Tadolini {soprano (Lauretta), mezzosoprano (Dejanira), tenori (Ernesto) e (Alberto), bassi (Pistone) e (Orlando)}
> 26 Ottobre 1823, Domenica
prima rappresentazione nel Real Theatro de São Carlos di Lisbona di "La principessa di Navarra ossia Il Gianni di Parigi", dramma serio per musica in 5 atti di Giovanni Tadolini, libretto di §, dirige José António Gomes Pinzetti {soprani Ercolina Bressa (principessa di Navarra) e Giuseppa Secchioni (Teresa), tenore Francesco Destri (Luigi di Valois-Gianni di Parigi), baritoni G.Edo (Olivo) e A.Debezzi (Pietro Antonio), bassi Luigi Martinelli (procuratore del regno) e Gaspare Martinelli (Giacomo)}
> 16 Dicembre 1823, Martedì
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Pietro il Grande, Kzar delle Russie ossia Il falegname di Livonia" (Il falegname di Livonia o Pietro il Grande, czar di tutte le Russie"), opera buffa (melodramma burlesco) in 2 atti di Gaetano Donizetti, libretto del marchese Gherardo Bevilacqua Aldobrandini (da Felice Romani e da Alexandre-Vincent Pineux-Duval: "Le menusier de Livonie ou Les illustres voyageurs"), dirige Ignazio Parisini (1° violino), sostituto e maestro al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Domenico Ferri {soprani Maddalena Simonetti (Caterina) e Caterina Pozzesi (Annetta), mezzosoprano Antonietta Galeazzi (madama Fritz), tenori Giovanni Maria Decapitani (Carlo) e Filippo Ferrari (Hondediski), bassi Raffaele Carcano (Pietro il Grande), Luigi Pizzocaro [Pizzocchero] (ser Cuccupis) e Tomaso Chermanini (Firman-Trombest)}
> 24 Gennaio 1824, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di ""La dama soldato"" (""La donna soldato""), dramma giocoso per musica in 2 atti di Ferdinando Orlandi, libretto di Caterino Mazzolà, dirige Ignazio Parisini (1° violino), sostituto e al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Domenico Ferri {soprani Maddalena Simonetti (Lauretta) e (contessa Altariva), tenori (capitano) e (sergente), bassi (tenente), (Paolino) e (Prosdocimo Ficcanaso)}
> 21 Febbraio 1824, Sabato
ripresa nel Teatro Comunale di Bologna di "La locanda dei vagabondi" ("Le astuzie amorose ovvero Il tempo fa giustizia a tutti"), dramma giocoso per musica in 2 atti di Ferdinando Paër (con un'aria di Giovanni Tadolini), libretto di Antonio Brambilla, dirige Ignazio Parisini (1° violino), sostituto e al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Domenico Ferri {soprano Maddalena Simonetti (), mezzosoprano Antonietta Galeazzi (), tenore Giovanni Maria Decapitani (), bassi Ceccarini (), Serra (), Luigi Pizzocaro [Pizzocchero] () e Tomaso Chermanini ()}
> 2 Ottobre 1824, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di Margherita d'Anjou (rifacimento di "Margherita d'Angiù"), melodramma semiserio in 2 atti di Giacomo Meyerbeer, libretto di Felice Romani, dirige Ignazio Parisini (1° violino), maestro del coro e concertatore Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Burcher e Domenico Ferri (da René-Charles Guilbert de Pixérécourt) {soprani Francesca Grassi (Margherita) e Giovannina Visconti (Gertrude), contralto Fanny Corri-Paltoni (Isaura), tenori Gaetano Pozzi (duca Lavarenne), Filippo Ferrari (Bellapunta) e comico Giuseppe Tavani (Michele Gamautte), bassi Giovanni Battista Cipriani (Carlo Belmonte), Giuseppe Paltoni (Riccardo di Gloucester) e Alberto Torri (Orner), mimo (Edoardo)}
> 24 Ottobre 1824, Domenica
première nel Teatro Comunale di Bologna di "La capanna russa", melodramma in 2 atti di Carlo Cappelletti, libretto di anonimo, dirige Ignazio Parisini (1° violino), maestro del coro e concertatore Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Burcher e Domenico Ferri
> 1 Gennaio 1825, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di ""Tebaldo e Isolina"", melodramma eroico (1° versione) in 2 atti, 29 scene e 12 numeri di Francesco Morlacchi, libretto di Gaetano Rossi, dirige Ignazio Parisini (1° violino), maestro del coro e al cembalo Giovanni Tadolini {soprani Luigia Perfetti/Carolina Costa (Isolina) e Marietta Bramati (Clemenza), contralto ""en travesti"" Giuseppina Poresi (Tebaldo), tenori Gaetano Crivelli (Boemondo d'Altemburgo) e Luigi Piccinotti (Geroldo), basso Nicola Trentanove Cenni (Ermanno di Tromberga)}
> 9 Aprile 1825, Sabato
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Amalia e Palmer", melodramma in 2 atti di Filippo Celli, libretto di Jacopo Ferretti (da Charles-Antoine-Guillaume de l'Épinoy "Pigault-Lebrun": "Le major Palmer"), dirige Ignazio Parisini (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Burcher e Domenico Ferri {soprani Clelia Pastori (Amalia) e Angiola Mariani (Erminia), contralto Teresa Fontana (m.ma Brumenthal), tenori Luigi Sirletti (Palmer) e Filippo Ferrari (Lornes), baritono Giovanni Bottari jr. (Holburgh), bassi Nicola De Grecis (Brandt) e Giuseppe Zambelli (Plumper)}
> 21 Aprile 1825, Giovedì
ripresa nel Teatro Comunale di Bologna di "La Cenerentola ossia La bontà in trionfo", melodramma giocoso (2° versione) in 2 atti, 4 quadri e 13 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Jacopo Ferretti (da Charles-Guillaume Étienne: "Cendrillon", da Francesco Fiorini: "Agatina" e da Charles Perrault: "Cendrillon ou La petite pantoufle de verre"), dirige Ignazio Parisini (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Burcher e Domenico Ferri {soprani Angiola Mariani (Clorinda) e lirico-coloratura Clelia Pastori (Angelina-Cenerentola), contralto Teresa Fontana (Tisbe), tenore Luigi Sirletti (Ramiro), baritono lirico Giovanni Bottari jr. (Dandini), bassi serio Giuseppe Zambelli (Alidoro) e buffo Nicola De Grecis (Don Magnifico)}
> 12 Maggio 1825, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro Comunale di Bologna di "Il turco in Italia", dramma buffo per musica (opera buffa, 2° versione) in 2 atti e 16 numeri di Gioachino Rossini, libretto di Felice Romani, dirige Ignazio Parisini (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Burcher e Domenico Ferri (da Caterino Mazzolà e da Carlo Goldoni: "La bella verità") {soprano Clelia Pastori (Fiorilla), contralto Teresa Fontana (Zaida), tenori Luigi Sirletti (Narciso) e Filippo Ferrari (Albazar), baritono Giovanni Bottari jr. (Poeta/Prosdocimo), bassi Nicola De Grecis (Selim) e buffo Giuseppe Zambelli (Geronio)}
> 16 Giugno 1825, Giovedì
ripresa nel Teatro Comunale di Bologna di "Il re Teodoro" ("Il re Teodoro in Venezia") R.1.66, dramma eroicomico (giocoso) per musica in 2 atti di Giovanni Paisiello, libretto di Giovan Battista Casti (da Voltaire: "Candide"), dirige Ignazio Parisini (1° violino), maestro del coro Filippo Ferrari, concertatore al cembalo Giovanni Tadolini, scenografia di Gaetano Burcher e Domenico Ferri {soprani Clelia Pastori (Lisetta) e Angiola Mariani (Belisa), tenori Luigi Sirletti (Teodoro I), Filippo Ferrari (Acmet III/Sandrino), baritono Giovanni Bottari jr. (Gafforio), bassi Nicola De Grecis (Taddeo) e Giuseppe Zambelli (messer Grande)}
> 18 Agosto 1825, Giovedì
prima rappresentazione nel Teatro Riccardi di Bergamo di "Moctar, gran visir di Adrianopoli", dramma serio per musica in 2 atti di Giovanni Tadolini, libretto di Luigi Romanelli, dirige Pietro Rovelli (1° violino), maestro del coro Antonio Dolci, scenografia di Fieramonte Cavalotti e Baldassare Cantoni {soprani Caterina Canzi (Seida) e Maddalena Zucchi Giorgi (Fatima), contralto "en travesti" Benedetta Rosmunda Pisaroni Carrara (Moctar), tenori Carlo Cardini (Tamerlano), Giovanni Battista Montresor (Orcano) e Filippo Ferrari (Acmet), basso Alberto Torri (Gran sacerdote)} e première di "Carlo VIII re di Francia in Pavia", ballo di Giovanni Battista Giannini, soggetto e coreografia del compositore, dirige Giuseppe Del Maino (1° violino) {ballerine Ester Ravina e Gaetana Trezzi, ballerini Giuseppe Villa e Carlo Nichli}

Vai alla pagina: 1 | 2 | 3 |